Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

  • PlayStop

    GR di gio 20/02 delle ore 19:30

    GR di gio 20/02 delle ore 19:30

    Giornale Radio - 20/02/2020

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di gio 20/02

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 20/02/2020

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di gio 20/02 delle 19:48

    Metroregione di gio 20/02 delle 19:48

    Rassegna Stampa - 20/02/2020

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Scandale! di gio 20/02

    Scandale! di gio 20/02

    Scandale! - 20/02/2020

  • PlayStop

    Ora di punta di gio 20/02 (seconda parte)

    Ora di punta di gio 20/02 (seconda parte)

    Ora di punta – I fatti del giorno - 20/02/2020

  • PlayStop

    Esteri di gio 20/02

    1- Il veleno del razzismo in Germania. La denuncia di Angela Merkel dopo il doppio attacco terroristico di Hanau. Lo…

    Esteri - 20/02/2020

  • PlayStop

    Ora di punta di gio 20/02 (prima parte)

    Ora di punta di gio 20/02 (prima parte)

    Ora di punta – I fatti del giorno - 20/02/2020

  • PlayStop

    Malos di gio 20/02 (seconda parte)

    Malos di gio 20/02 (seconda parte)

    MALOS - 20/02/2020

  • PlayStop

    Malos di gio 20/02 (prima parte)

    Malos di gio 20/02 (prima parte)

    MALOS - 20/02/2020

  • PlayStop

    Due di due di gio 20/02 (seconda parte)

    Parliamo della Notte delle Bacchette, iniziativa milanese per promuovere le attività di ristorazione cinese in città. (seconda parte)

    Due di Due - 20/02/2020

  • PlayStop

    Due di due di gio 20/02 (prima parte)

    Parliamo del Festival del Giornalismo Alimentare di Torino con Maria Jose Fava di Libera Piemonte. (prima parte)

    Due di Due - 20/02/2020

  • PlayStop

    Jack di gio 20/02 (seconda parte)

    Generic Animal, Pearl Jam, Soares, Curt Cobain, Rihanna, Calibro 35 (seconda parte)

    Jack - 20/02/2020

  • PlayStop

    Jack di gio 20/02 (prima parte)

    Jack di gio 20/02 (prima parte)

    Jack - 20/02/2020

  • PlayStop

    Considera l'armadillo gio 20/02

    Considera l'armadillo gio 20/02

    Considera l’armadillo - 20/02/2020

  • PlayStop

    Radio Session di gio 20/02

    Radio Session di gio 20/02

    Radio Session - 20/02/2020

  • PlayStop

    Tazebao di gio 20/02

    Tazebao di gio 20/02

    Tazebao - 20/02/2020

  • PlayStop

    Memos di gio 20/02

    La puntata di oggi di Memos è dedicata a due appelli-campagne, diversi tra loro ma che hanno in comune un’idea…

    Memos - 20/02/2020

  • PlayStop

    Note dell'autore di gio 20/02

    Note dell'autore di gio 20/02

    Note dell’autore - 20/02/2020

  • PlayStop

    Cult di gio 20/02 (seconda parte)

    Cult di gio 20/02 (seconda parte)

    Cult - 20/02/2020

  • PlayStop

    Cult di gio 20/02 (prima parte)

    Cult di gio 20/02 (prima parte)

    Cult - 20/02/2020

  • PlayStop

    37 e 2 di gio 20/02

    Scarseggia l'Aldomet, un farmaco per regolare la pressione in gravidanza, ne parliamo con dott. Di Martino e prof. Bonati; chiusura…

    37 e 2 - 20/02/2020

  • PlayStop

    Prisma di gio 20/02 (terza parte)

    Prisma di gio 20/02 (terza parte)

    Prisma - 20/02/2020

  • PlayStop

    Prisma di gio 20/02 (seconda parte)

    Prisma di gio 20/02 (seconda parte)

    Prisma - 20/02/2020

Adesso in diretta

Approfondimenti

Il trappolone di Salvini a Conte

Salvini ha telefonato al presidente del Consiglio, Conte. Ha chiesto che le due navi che hanno raccolto i migranti che erano sull’ultimo barcone diretto verso l’Italia, una motovedetta della Guardia di Finanza e una nave militare di Frontex, non vengano fatte sbarcare in Italia.

Coinvolgendo direttamente il presidente del Consiglio nella partita, Salvini spera di uscire dalla trappola in cui è caduto per sua stessa mano, dopo avere sostenuto una linea dura che a Trapani è stata smentita dal Governo a seguito dell’intervento del presidente della Repubblica.

La sua tattica è quella di chiedere direttamente a Conte di impedire lo sbarco dei nuovi profughi trasportati su una nave di Frontex e su una della Guardia di Finanza. Sapendo benissimo, ad esempio, che è impossibile che la motovedetta della Finanza possa andare in un porto diverso da uno italiano.

Salvini quindi si prepara a una decisione di Conte contraria alla sua volontà. Perché lo fa? Per costruirsi un formidabile alibi: “io sono per la linea dura ma gli altri no, il Quirinale e Palazzo Chigi sono contro di me”.

Se invece Conte lo seguisse, sarebbe il suo trionfo.

Trapani, i 67 sbarcati da Nave Diciotti, possono fare molto male politicamente a Salvini e per lui è preferibile creare una crisi col suo stesso governo piuttosto che accettare il dato di realtà degli sbarchi inevitabili.

Salvini fa politica avendo in mente un unico obiettivo: la campagna elettorale permanente. Gli immigrati, gli sbarchi, sono il miglior terreno su cui si gioca la sua propaganda. Lo scopo è tenere in tensione il più possibile gli alleati del Movimento 5 Stelle, che sono fin dal primo giorno succubi del suo attivismo, per sottrarre consenso e prepararsi alle future elezioni.

  • Autore articolo
    Luigi Ambrosio
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni