Approfondimenti

Vincenzo De Luca se ne vada

Quando durante la campagna elettorale Donald Trump invitò i possessori di armi a fermare Hillary Clinton tutta la grande stampa statunitense scrisse che le parole del tycoon erano una vera e propria istigazione all’omicidio politico.

Era lo scorso agosto. Trump teneva un comizio in North Carolina e disse queste precise parole: “Hillary vuole abolire, di fatto vuole abolire il Secondo emendamento della Costituzione. E se dovesse trovarsi nella posizione di nominare i giudici, amici, non potreste più farci niente. Anche se quelli del Secondo emendamento qualcosa potrebbero ancora fare, non lo so. Ma ecco cosa vorrei dirvi: sarebbe un giorno terribile. Se Hillary dovesse nominare i giudici, avremmo le mani legate. Capite cosa accadrebbe”

Il New York Times disse che si era superato un limite. In un Paese, gli Stati Uniti, dove è molto facile che qualcuno prenda una pistola o un fucile d’assalto e si metta a sparare sulla folla o contro un personaggio pubblico, l’uscita di Trump era stata percepita da tutti come un qualche cosa di estremamente pericoloso.

Questo non ha impedito a Donald Trump di vincere le elezioni. Anzi. Quell’elettorato lo ha premiato. Ma quelle parole risuonano ancora come una vera e propria istigazione all’omicidio perché dette in un contesto dove c’è sempre qualcuno che può sentirle, elaborarle a modo suo e poi prendere una pistola e uccidere.

La frase di Vincenzo De Luca su Rosy Bindi (“Un infame, da ucciderla”) non può essere derubricata come l’uscita verbale di un personaggio tutto particolare, avvezzo all’uso di un linguaggio pittoresco; un uomo che usa il lessico come un’arma (retorica).

Il presidente della Regione Campania, qualsiasi rappresentante delle istituzioni, non può definire “infame” (termine usato spesso dai mafiosi) e pronunciare il verbo “uccidere” quando parla della  presidente del Comitato parlamentare Antimafia. Non può farlo visto il contesto (la Camorra come commenta questa uscita?); non può farlo in senso assoluto, visto che anche in questo caso supera un limite che non deve essere oltrepassato nello scontro politico.

Un rappresentante delle istituzioni non usa le espressioni usate oggi da Vincenzo De Luca. E poco importa che la frase sia stata detta in un fuori onda. Lui era lì, di fronte a un giornalista, come presidente della Regione Campania.

De Luca probabilmente pensa che sia normale dire quello che ha detto. Come lo pensava Donald Trump. Ma non è normale. “Un atto di irresponsabilità”, l’ha definito Roberto Saviano. Concordiamo. Ed è  proprio perché De Luca si è dimostrato un irresponsabile che dovrebbe lasciare la sua carica, dare le dimissioni da presidente della Regione.

Dovrebbe essere il suo partito a chiedergli di andarsene, e in particolare il suo segretario. Sarebbe un gesto di responsabilità e chiarezza.

  • Autore articolo
    Michele Migone
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di sabato 21/05/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 21/05/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di venerdì 20/05/2022 delle 19:51

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 21/05/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Itaca di sabato 21/05/2022

    Itaca, viaggio nel presente. I giornali, l’attualità, il colloquio con chi ci ascolta. Ogni sabato dalle 8.45 alle 10.30.

    Itaca - 21/05/2022

  • PlayStop

    Itaca di sabato 21/05/2022

    Itaca, viaggio nel presente. I giornali, l’attualità, il colloquio con chi ci ascolta. Ogni sabato dalle 8.45 alle 10.30.

    Itaca - 21/05/2022

  • PlayStop

    Mash-Up di sabato 21/05/2022

    A Lunenburg, in primavera, Ilona Staller e Immanuel Kant studiano insieme come muovere le dita nelle variazioni Goldberg, ascoltando Fela…

    Mash-Up - 21/05/2022

  • PlayStop

    News della notte di venerdì 20/05/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 21/05/2022

  • PlayStop

    Psicoradio di venerdì 20/05/2022

    Psicoradio, la radio della mente Nasce nel 2006, frutto della collaborazione tra il Dipartimento di Salute Mentale dell’Azienda Usl di…

    Psicoradio - 21/05/2022

  • PlayStop

    Gli speciali di venerdì 20/05/2022

    I reportage e le inchieste di Radio Popolare Il lavoro degli inviati, corrispondenti e redattori di Radio Popolare e Popolare…

    Gli speciali - 21/05/2022

  • PlayStop

    Gli speciali di venerdì 20/05/2022

    I reportage e le inchieste di Radio Popolare Il lavoro degli inviati, corrispondenti e redattori di Radio Popolare e Popolare…

    Gli speciali - 21/05/2022

  • PlayStop

    Esteri di venerdì 20/05/2022

    1-Braccio di ferro Stati Uniti – Russia sul grano ucraino. Per togliere il blocco navale Mosca chiede la revoca delle…

    Esteri - 21/05/2022

  • PlayStop

    Esteri di venerdì 20/05/2022

    Il giro del mondo in 24 ore. Ideato da Chawki Senouci Data di nascita: 6 ottobre 2003 (magazine domenicale di…

    Esteri - 21/05/2022

  • PlayStop

    Lezioni antimafia: Franco La Torre

    Quarto incontro di “Lezioni di antimafia”. “Giustizia Memoria Diritti” è il titolo del ciclo ideato dalla Scuola di Formazione “Antonino…

    Lezioni di antimafia - 21/05/2022

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di venerdì 20/05/2022

    Dove si cerca di capire quanto si parli nella bolla di ascoltatrici e ascoltatori della lotta Milan/Inter per lo scudetto.…

    Muoviti muoviti - 21/05/2022

  • PlayStop

    i Fantastici Tre

    Piantagioni s01e24

    Poveri ma belli - 21/05/2022

  • PlayStop

    Piantagioni s01e23

    Piantagioni s01e23

    Poveri ma belli - 21/05/2022

  • PlayStop

    Di tutto un boh di venerdì 20/05/2022

    l’Italia è una repubblica fondata sul sentito dire. Tra cliché e cose spiegate male, è un attimo perdersi un pezzo…

    Di tutto un boh - 21/05/2022

  • PlayStop

    I premi dell'Operazione Primavera - Ratanà

    Ratanà mette in palio un Menù Degustazione senza pensieri per 2 persone. Disma e Al1 hanno intervistato il proprietario e…

    Clip - 20/05/2022

  • PlayStop

    I premi dell'Operazione Primavera - La Cucina della Marianna

    La Cucina della Marianna a Cadenabbia mette in palio 4 buoni per un pranzo o una cena in riva al…

    Clip - 20/05/2022

  • PlayStop

    La mitica compagnia degli eroi S 01 E 04

    Le oscure arti magiche del mago Sbruffenkel avevano soggiogato tutti gli esseri viventi del continente di Alador, c'era ancora solo…

    Poveri ma belli - 21/05/2022

  • PlayStop

    La mitica compagnia degli eroi S 01 E 08

    Le oscure arti magiche del mago Sbruffenkel avevano soggiogato tutti gli esseri viventi del continente di Alador, c'era ancora solo…

    Poveri ma belli - 21/05/2022

  • PlayStop

    Jack di venerdì 20/05/2022

    Nuove uscite settimanali e Jackset dedicato al live di Vasco

    Jack - 21/05/2022

Adesso in diretta