Approfondimenti

Una manifestazione, grande, di persone

Manifestazione

Cresce la domanda di una mobilitazione. È una domanda che corre sui social in queste ore, dopo le ultime aggressioni razziste. È una domanda che è anche un urlo rivolto a chi – partiti, sindacati – fino a oggi è stato timido, impacciato, incapace di una risposta forte. Una manifestazione. Di tutti. Unitaria, si sarebbe detto un tempo, con un linguaggio che probabilmente oggi è superato.

Una manifestazione che sia anche dei partiti, delle associazioni, dei sindacati. Ma che sia soprattutto delle persone. Delle cittadine e dei cittadini italiani che sono diversi da come la propaganda incessante li vorrebbe descrivere. Le persone che sanno che il nemico non sono gli immigrati ma è la diseguaglianza, è la povertà, è il lavoro che non c’è e che se c’è è precario.

Le persone che vogliono vivere nella realtà e sono disposte a combattere una battaglia per la realtà. Contro l’inganno quotidiano, le fake news, l’aggressività crescente che circola in rete e sui social network e che è la stessa di chi ha costruito il proprio successo politico evocando lo scontro tra ‘noi’ e lo straniero che ci invade.

Gli italiani sono diventati razzisti? I casi di discriminazione e quelli di violenza fisica si susseguono, nelle ultime settimane. Ma il razzismo e la violenza sono fatti politici. Non generano dal nulla, sono il risultato dell’azione politica di chi sposta il limite sempre un po’ più in là, giorno per giorno, per testare la tenuta, la reazione della collettività alle provocazioni. Ecco perché rispondere con un post, con un articolo di giornale, con un comunicato non è sufficiente.

Basterà una manifestazione? No, se sarà solo una presenza in piazza una tantum, per sventolare ciascuno la propria bandiera, strappare qualche servizio, postare molte fotografie sui social. Ma potrà essere un fatto importante se saprà essere un punto di partenza, contro la propaganda tossica centrata sull’odio, sulle bugie, sul capro espiatorio dello straniero, sul mettere sistematicamente i poveri contro i poveri.

Se sarà il momento in cui si condenserà per la prima volta una presa di coscienza che sta maturando a fatica, in ritardo, ma che comincia a intravedersi. Non sono gli immigrati che minacciano il nostro futuro, che rubano il lavoro, che portano violenza, criminalità e degrado. La risposta alle paure dei tempi che stiamo vivendo sta in più diritti per tutti, e non meno diritti per qualcuno.

Manifestazione

  • Autore articolo
    Luigi Ambrosio
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di domenica 04/12/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 12/04/2022

Ultimo Metroregione

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Reggae Radio Station di domenica 04/12/2022

    A ritmo di Reggae Reggae Radio Station accompagna discretamente l’ascoltatore in un viaggio attraverso le svariate sonorità della Reggae Music…

    Reggae Radio Station - 12/04/2022

  • PlayStop

    Prospettive Musicali di domenica 04/12/2022

    Prospettive musicali dà risalto a una serie di espressioni musicali che trovano generalmente poco spazio nelle programmazioni radiofoniche mainstream. Non…

    Prospettive Musicali - 12/04/2022

  • PlayStop

    News della notte di domenica 04/12/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 12/04/2022

  • PlayStop

    La sacca del diavolo di domenica 04/12/2022

    “La sacca del diavolo. Settimanale radiodiffuso di musica, musica acustica, musica etnica, musica tradizionale popolare, di cultura popolare, dai paesi…

    La sacca del diavolo - 12/04/2022

  • PlayStop

    Sunday Blues di domenica 04/12/2022

    Bill Watterson, il fumettista statunitense creatore della striscia Calvin & Hobbes, amava dire: “Non potrò mai divertirmi di domenica, perché…

    Sunday Blues - 12/04/2022

  • PlayStop

    L'artista della settimana di domenica 04/12/2022

    Ogni settimana Radio Popolare sceglierà un o una musicista, un gruppo, un progetto musicale, a cui dare particolare spazio nelle…

    L’Artista della settimana - 12/04/2022

  • PlayStop

    Bollicine di domenica 04/12/2022

    Che cos’hanno in comune gli Area e i cartoni giapponesi? Quali sono i vinili più rari al mondo? Giunta alla…

    Bollicine - 12/04/2022

  • PlayStop

    Archivio Ricordi di domenica 04/12/2022

    Era da tempo che pensavo ad un nuovo programma, e non mi accorgevo che era già lì…ma dove? Semplice, nei…

    Archivio Ricordi - 12/04/2022

  • PlayStop

    Soulshine di domenica 04/12/2022

    Soulshine è un mix eclettico di ultime uscite e classici immortali fra soul, world music, jazz, funk, hip hop, afro…

    Soulshine - 12/04/2022

  • PlayStop

    Giocare col fuoco di domenica 04/12/2022

    Giocare col fuoco: storie, canzoni, poesie di e con Fabrizio Coppola Un contenitore di musica e letteratura senza alcuna preclusione…

    Giocare col fuoco - 12/04/2022

  • PlayStop

    Canta che ti passa di domenica 04/12/2022

    I concerti della settimana e una breve monografia su degli artisti in tour

    Canta che ti passa - 12/04/2022

  • PlayStop

    Comizi d’amore di domenica 04/12/2022

    Quaranta minuti di musica e dialoghi cinematografici trasposti, isolati, destrutturati per creare nuove forme emotive di ascolto. Ogni domenica dalle…

    Comizi d’amore - 12/04/2022

  • PlayStop

    C'è di buono di domenica 04/12/2022

    La cucina, la gastronomia, quello che mangiamo…hanno un ruolo fondamentale nella vita di tutti noi. Il cibo che scegliamo ci…

    C’è di buono - 12/04/2022

  • PlayStop

    Onde Road di domenica 04/12/2022

    Autostrade e mulattiere. Autostoppisti e trakker. Dogane e confini in via di dissoluzione. Ponti e cimiteri. Periferie urbane e downtown…

    Onde Road - 12/04/2022

  • PlayStop

    La domenica dei libri di domenica 04/12/2022

    La domenica dei libri è la trasmissione di libri e cultura di Radio Popolare. Ogni settimana, interviste agli autori, approfondimenti,…

    La domenica dei libri - 12/04/2022

  • PlayStop

    Va pensiero di domenica 04/12/2022

    Viaggio a bocce ferme nel tema politico della settimana.

    Va Pensiero - 12/04/2022

  • PlayStop

    Apertura musicale classica di domenica 04/12/2022

    La musica classica e le sue riverberazioni con Carlo Lanfossi per augurare un buon risveglio a “tutte le mattine del…

    Apertura musicale classica - 12/04/2022

  • PlayStop

    Slide Pistons – Jam Session di sabato 03/12/2022

    La nuova frizzante trasmissione di Luciano Macchia e Raffaele Kohler. Tutti i sabati su Radio Popolare dalle 23.45. In onda…

    Slide Pistons – Jam Session - 12/03/2022

  • PlayStop

    Guida nella Jungla di sabato 03/12/2022

    GnJ Guida nella Jungla è nata da un’idea di Paolo Minella e Luca Boselli nella seconda metà dei ’90. Da…

    Guida nella Jungla - 12/03/2022

  • PlayStop

    News della notte di sabato 03/12/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 12/03/2022

  • PlayStop

    AfroRaffa di sabato 03/12/2022

    Il settimanale di musiche dal continente africano. Presentazione di Skepticafro twitter: @SkepticAfro

    AfroRaffa - 12/03/2022

  • PlayStop

    Il sabato del villaggio di sabato 03/12/2022

    Il sabato del villaggio... una trasmissione totalmente improvvisata ed emozionale. Musica a 360°, viva, legata e slegata dagli accadimenti. Come…

    Il sabato del villaggio - 12/03/2022

Adesso in diretta