Approfondimenti

Scenari del dopo voto

Se vincesse il Sì, Renzi potrebbe essere tentato di andare al voto anticipato per sfruttare l’onda lunga, ma Renzi stesso sa che i voti per il Sì non sono automaticamente voti per il Partito Democratico. Quindi lo scenario di un voto anticipato sarebbe più probabile se il margine fosse ampio.

Anche perché il Pd dovrà tenere il congresso e sarà un passaggio difficilissimo, dove Renzi proverà a regolare i conti con le minoranze che, in questo momento, non sono in grado di proporre una candidatura unitaria per la segreteria.

E poi c’è la modifica della legge elettorale. Per tenere fede agli accordi con la minoranza Pd e per tentare di fermare il Movimento 5 Stelle che potrebbe tentare di approfittare, alle politiche, dell’Italicum con la Costituzione riformata. Forse è per questo che fonti del mondo 5 Stelle descrivono un Movimento diviso sullo scenario post-voto se vincesse il No: collaborare col Pd per modificare la legge elettorale o non farlo?

Con la vittoria del No una riforma della legge sarebbe più urgente. Renzi, se il No non fosse nei numeri una disfatta, potrebbe dimettersi e accettare un reincarico, per gestire da Palazzo Chigi il resto della legislatura e la campagna elettorale per le politiche. Ma sarebbe esposto a un continuo logoramento e quindi potrebbe optare per affidare il timone a un fedelissimo come Padoan, ad esempio, per un Governo di transizione ma che abbia carattere politico.

L’altra incognita riguarda le forze di sinistra. Su quali basi e presupposti inizieranno a riorganizzarsi? Decideranno di tentare di aprire un non semplice dialogo con Renzi con l’obiettivo di arrivare a un nuovo accordo politico con il Pd -il “costruire ponti” auspicato dalla Presidente della Camera Laura Boldini, dall’ex sindaco di Milano Giuliano Pisapia e dall’area cuperliana del Pd- o prevarrà la scelta di costruire una alternativa antagonista al Partito Democratico?

In ogni caso la partita, da domani, si sposterà sulle elezioni politiche e si può immaginare che sarà da subito un clima da lunga campagna elettorale con due protagonisti principali: il Partito Democratico e il Movimento 5 Stelle.

  • Autore articolo
    Luigi Ambrosio
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di martedì 28/06/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 28/06/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di martedì 28/06/2022 delle 7:15

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 28/06/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Il demone del tardi di martedì 28/06/2022

    a cura di Gianmarco Bachi

    Il demone del tardi - 28/06/2022

  • PlayStop

    Seconda pagina di martedì 28/06/2022 delle 7:48

    Fascia informativa e di approfondimento che segue il Giornale Radio, tra attualità, cultura e società.

    Seconda pagina - 28/06/2022

  • PlayStop

    Caffè nero bollente di martedì 28/06/2022

    Ogni mattina dalle 6 alle 7 insieme a Florencia Di Stefano-Abichain sfogliamo i giornali, ascoltiamo bella musica e ci beviamo…

    Caffè Nero Bollente - 28/06/2022

  • PlayStop

    From Genesis To Revelation di martedì 28/06/2022

    From Genesis to Revelation è una trasmissione dedicata al rock-progressive: sebbene sporadicamente attiva già da molti anni, a partire dall’estate…

    From Genesis To Revelation - 28/06/2022

  • PlayStop

    News della notte di lunedì 27/06/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 28/06/2022

  • PlayStop

    Il Suggeritore Night Live di lunedì 27/06/2022

    Le Nina’s Drag Queen raccontano cos'è „Tutta mia la città“, Oliviero Ponte di Pino svela le sorprese del PNRR in…

    Il Suggeritore Night Live - 28/06/2022

  • PlayStop

    Esteri di lunedì 27/06/2022

    1--Attentati di Parigi. Dopo 9 mesi di udienze si è chiuso oggi il processo del secolo. Nella sua ultima dichiarazione,…

    Esteri - 28/06/2022

  • PlayStop

    The Game di lunedì 27/06/2022

    1) G7, colpire le entrate di Putin. E’ l’obiettivo di nuove sanzioni e dell’ipotesi del price cap. Il commento dell’economista…

    The Game - 28/06/2022

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di lunedì 27/06/2022

    Dove ci si interroga sulla suoneria del neo eletto sindaco di Verona Damiano Tommasi. E' Britney Spears o no? Poi…

    Muoviti muoviti - 28/06/2022

  • PlayStop

    Di tutto un Boh. Mal di mare e vermi del polistirolo

    Con Andrea Bellati e Gaia Grassi

    Di tutto un boh - 28/06/2022

  • PlayStop

    Di tutto un Boh. Mal di mare e vermi del polistirolo

    Con Andrea Bellati e Gaia Grassi

    Di tutto un boh - 27/06/2022

  • PlayStop

    Considera l’armadillo di lunedì 27/06/2022

    Si parla con Emanuele Biggi del suo ultimo libro Micromondi. Storie di animali, piante e forme di vita nascosti in…

    Considera l’armadillo - 28/06/2022

  • PlayStop

    Jack di lunedì 27/06/2022

    Lo spinotto musicale di Radio Popolare si prende cura del vostro primo pomeriggio e della vostra passione per la musica,…

    Jack - 28/06/2022

  • PlayStop

    Poveri ma belli di lunedì 27/06/2022

    Un percorso attraverso la stratificazione sociale italiana, un viaggio nell’ascensore sociale del Belpaese, spesso rotto da anni e in attesa…

    Poveri ma belli - 28/06/2022

  • PlayStop

    Seconda pagina di lunedì 27/06/2022 delle 12:48

    Fascia informativa e di approfondimento che segue il Giornale Radio, tra attualità, cultura e società.

    Seconda pagina - 28/06/2022

  • PlayStop

    Cult di lunedì 27/06/2022

    Oggi a Cult, il quotidiano culturale di Radio Popolare in onda alle 11.30: la nuova edizione di Suoni Mobili a…

    Cult - 28/06/2022

Adesso in diretta