Approfondimenti

“Sala e Parisi due dipendenti dei partiti”

Contro la sinistra che ha governato Milano in questi ultimi cinque anni, contro la destra incarnazione della vecchia politica: Corrado Passera si presenta come il candidato dell’alternativa, dalla parte della gente che chiede lavoro e sicurezza. Propone di fare di Milano una “città-regione” con ampia autonomia politica e finanziaria, bolla Giuseppe Sala e Stefano Parisi come “dipendenti” dei partiti. L’ex ministro allo Sviluppo economico del governo Monti, ex amministratore delegato di Poste Italiane e di Banca Intesa, si descrive come l’unico candidato libero e indipendente dai partiti.

Sala e Parisi sono due facce della stessa moneta”, dice Passera. “Entrambi sono dipendenti dei partiti, tutti e due quando erano in city manager non hanno portato a termine i loro compiti e hanno fallito nella riforma della macchina burocratica”. Per Passera le due coalizioni, centrodestra e centrosinistra, sono composte da partiti che non vanno d’accordo su niente.

Il giudizio su Sala diventa ancora più severo quando si parla di Expo 2015. “Se mi chiede se l’esposizione universale è stata un evento positivo le rispondo sì, lo è stata. Anche se avrebbe dovuto portare effetti strutturali maggiori”. Il problema è l’opacità del Sala politico. “Non sta dicendo quanto ci è costato Expo, quanti sono i costi ancora da sostenere, quanto costerà lo smantellamento e cosa succederà ora. È una colpa grave”. Ma ha mentito Sala nella campagna per le primarie? “Ha dato alla cittadinanza informazioni fuorvianti e continua a non dare informazioni che conosce benissimo essendo stato amministratore delegato e commissario di Expo Spa. Non può non sapere quanto costerà smantellare Expo, per esempio”. Ora per il post Expo si parla di una ipotesi di fusione tra le due società, Expo Spa e Arexpo. Per Corrado Passerà fondere le due società e i loro bilanci è un modo per “nascondere la verità”.

E Milano? Una città insicura e senza lavoro, almeno secondo i manifesti elettorali di Passera. “Milano deve cambiare marcia su lavoro, sicurezza e autonomia”. Come finanziare questo cambiamento? “Dismissione del patrimonio pubblico e privatizzazione delle partecipate come Sea e A2A”. La giunta Pisapia, dice ancora Passera, ha lasciato una “Milano senza progetti”.

Ascolta qui l’intervista completa a Corrado Passera

CORRADO PASSERA

 

  • Autore articolo
    Roberto Maggioni
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di gio 22/10/20 delle 19:48

    Metroregione di gio 22/10/20 delle 19:48

    Rassegna Stampa - 23/10/2020

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Serve And Volley di ven 23/10/20

    Serve And Volley di ven 23/10/20

    Serve&Volley - 23/10/2020

  • PlayStop

    Rotoclassica di gio 22/10/20

    Rotoclassica di gio 22/10/20

    Rotoclassica - 23/10/2020

  • PlayStop

    A casa con voi di gio 22/10/20

    A casa con voi di gio 22/10/20

    A casa con voi - 23/10/2020

  • PlayStop

    Ora di punta di gio 22/10/20

    Ora di punta di gio 22/10/20

    Ora di punta – I fatti del giorno - 23/10/2020

  • PlayStop

    Esteri di gio 22/10/20

    ..1- Stati Uniti. Questa notte l’ultima sfida prima del voto tra Joe Biden e Donald Trump...( Roberto Festa) ..2-Coronavirus, primo…

    Esteri - 23/10/2020

  • PlayStop

    Malos di gio 22/10/20

    Malos di gio 22/10/20

    MALOS - 23/10/2020

  • PlayStop

    Uno di Due di gio 22/10/20

    Uno di Due di gio 22/10/20

    1D2 - 23/10/2020

  • PlayStop

    Jack di gio 22/10/20

    Ospite della puntata di oggi, Laura Pescatori

    Jack - 23/10/2020

  • PlayStop

    Considera l'armadillo gio 22/10/20

    Considera l'armadillo gio 22/10/20

    Considera l’armadillo - 23/10/2020

  • PlayStop

    Stay Human di gio 22/10/20

    Shaggy, Coldplay, Canzoni fotocopia, Nirvana, Offspring, Sum 41, Evanescence, 21 Savage, George Michael, Keith Jarrett, Morgan

    Stay human - 23/10/2020

  • PlayStop

    Memos di gio 22/10/20

    Il futuro della pandemia da Covid-19, tra speranze generiche e aspettative più o meno solide. Quanto durerà? Ci accorgeremo di…

    Memos - 23/10/2020

  • PlayStop

    Note dell'autore di gio 22/10/20

    Note dell'autore di gio 22/10/20

    Note dell’autore - 23/10/2020

  • PlayStop

    Cult di gio 22/10/20

    ira rubini, cult, bookpride 2020, giorgio vasta, tiziana ricci, lo sposalizio della vergine, raffaello, brera, bruno munmari, the red lion,…

    Cult - 23/10/2020

  • PlayStop

    Jazz Ahead di mer 21/10/20

    Jazz Ahead 96 - Playlist: 1. Altalena, Franco D'Andrea new Things, New Things, Parco della Musica Records, 2020..2. YSC, Don…

    Jazz Ahead - 23/10/2020

  • PlayStop

    37 e 2 di gio 22/10/20

    Rispondiamo alle domande che sono arrivate; cerchiamo di capire che fine ha fatto la cura con il plasma; vi parliamo…

    37 e 2 - 23/10/2020

  • PlayStop

    Prisma di gio 22/10/20

    La Lombardia tra coprifuoco e ritorno della didattica a distanza. Intervista alla vicesindaca di Milano Anna Scavuzzo e al direttore…

    Prisma - 23/10/2020

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di gio 22/10/20

    Rassegna stampa internazionale di gio 22/10/20

    Rassegna stampa internazionale - 23/10/2020

  • PlayStop

    Il demone del tardi - copertina di gio 22/10/20

    Il demone del tardi - copertina di gio 22/10/20

    Il demone del tardi - 23/10/2020

  • PlayStop

    Fino alle otto di gio 22/10/20

    Fino alle otto di gio 22/10/20

    Fino alle otto - 23/10/2020

Adesso in diretta