Approfondimenti

La perfida furbizia politica di Meloni, lo stallo della Ocean Viking e le altre notizie della giornata

Ocean Viking ANSA

Il racconto della giornata di martedì 6 luglio 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Le guerra per la supremazia a destra tra Giorgia Meloni e Matteo Salvini prosegue a suon di colpi bassi. La trattativa tra i capigruppo sul Ddl Zan non ha dato esito e la discussione inizierà al Senato martedì prossimo. La nave umanitaria Ocean Viking, che ospita quasi 600 migranti soccorsi nei giorni scorsi, è ferma nel canale di Sicilia aspettando indicazioni che non arrivano da due giorni. Infine l’andamento dell’epidemia di COVID-19 in Italia e nel Mondo.

La perfida furbizia politica di Giorgia Meloni

(di Michele Migone)

Che Giorgia Meloni fosse più furba di Matteo Salvini si era capito da tempo. Un anno fa, per esempio, il leader leghista voleva manifestare contro le chiusure decise dal Governo Conte ma non lo fece perché la Meloni gli disse che sarebbe stato “politicamente pericoloso”. 24 ore dopo questo disinteressato consiglio, Fratelli d’Italia scese in piazza con bandiere e striscioni per protestare contro l’esecutivo. In prima fila, ovviamente, Giorgia Meloni. Che aveva fregato il posto e la visibilità mediatica a Salvini. Competition is competition. E i colpi bassi non mancano tra i due in questa guerra per la supremazia a destra. In questo senso, le candidature per le amministrative di Milano, sono un piccolo capolavoro di perfida furbizia politica della Meloni. Prima ha cassato tutti i candidati proposti da Salvini, facendogli fare la figura di quello che non sa che pesci pigliare. Poi, alla fine, ha dato il via libera all’ultima proposta del leader leghista: Luca Bernardo, poco conosciuto e con pochissime possibilità di vincere la sfida con Sala. Poche ore dopo aver dato il suo benestare a un candidato debole, targato Lega, la Meloni ha annunciato che Vittorio Feltri sarà il capolista di Fratelli d’Italia per il consiglio comunale. Feltri è un nome molto più forte di quello di Bernardo. Se dovesse trainare la lista come si prevede, il partito della Meloni potrebbe fare un exploit a Milano. Salvini subirebbe una doppia sconfitta: contro Sala e contro la leader di Fratelli d’Italia. Ma, come si diceva, Competition is competion. E la Meloni, lo sa bene.

Nessun accordo dei capigruppo sul Ddl Zan

Ddl Zan, la trattativa tra i capigruppo non ha dato esito. Il testo andrà dunque in aula, così com’è. L’aula del Senato ha votato questo pomeriggio il calendario, la discussione inizierà il prossimo martedì, 13 luglio. Il voto è arrivato dopo che il vertice dei capigruppo non ha trovato accordo: il centrodestra e Italia Viva volevano eliminare dal testo il riferimento all’identità di genere, il coinvolgimento obbligatorio delle scuole nei corsi antidiscriminazione e l’articolo 4, quello sulla libertà di opinione, che lo stesso centrodestra aveva ottenuto, alla camera, di inserire nella legge. Proposta respinta da Partito democratico e Movimento 5 stelle. Il perché lo ha ribadito lo stesso deputato e primo firmatario della legge Alessandro Zan ai microfoni di Michele Migone:


 

Ocean Viking in stallo nel canale di Sicilia con 600 migranti a bordo

Due giorni di attesa di un porto sicuro dove sbarcare e nessuna risposta da Malta e Italia. La nave umanitaria Ocean Viking, che ospita quasi 600 migranti soccorsi nei giorni scorsi, è ferma nel canale di Sicilia aspettando indicazioni che non arrivano. Le persone a bordo, sopravvissute al naufragio e alle torture nei centri libici, sono in una condizione sempre più precaria dal punto di vista fisico e psicologico. Tra loro 183 bambini, di cui due con gravi disabilità, e una donna agli ultimi mesi di gravidanza.

Fulvia, operatrice umanitaria di SOS Méditerranée che si trova sulla nave, ci ha aggiornato sulla situazione a bordo.

Intanto sembra siano stati riportati in Libia i 16 naufraghi per cui la ong Alarm Phone ha chiesto soccorso nel pomeriggio. È stato comunicato all’organizzazione che raccoglie gli sos in mare dalla cosiddetta guardia costiera libica, però la stessa alarm phone dice che la notizia non è attendibile e si aspetta la conferma dalle organizzazioni umanitarie. Quando sono stati chiesti i soccorsi, i 16 migranti erano da 12 ore alla deriva a pochi chilometri dalla costa libica, il loro gommone in avaria imbarcava acqua.

Almeno 11mila tifosi italiani a Wembley per Italia-Spagna

Si gioca stasera allo stadio di Wembley Italia-Spagna, la prima delle due semifinali degli Europei di Calcio. Ad assistere alla partita saranno ammessi 45mila spettatori, il 75% della capienza dello stadio. La UEFA stima che tra questi ci saranno almeno 11mila tifosi italiani:


 

Al via il Festival di Cannes 2021

(di Barbara Sorrentini)

Lo hanno già soprannominato ‘Cannes delle donne’, ma a guardare bene la squadra femminile è composta prevalentemente da attrici francesi, presenti come protagoniste in molti film o a presiedere giurie come, per esempio, Melanie Laurent. Diva della cerimonia d’apertura di Cannes 74 è stata Marion Cotillard, nei panni di Ann, accanto all’attore Adam Driver nel primo film in concorso: Annette, diretto da Leos Carax, già Prix de la Jeunesse nel 2012 con il divisivo Holy Motors. Il regista di Les amants du Pont Neuf, spesso considerato scomodo per stile e contenuti, ritorna al festival con un musical, girato in inglese e ambientato a Los Angeles, intorno a una coppia dalla vita perfetta e musicata dal gruppo in stile pop rock psichedelico degli Sparks. L’Italia sarà in gara solo con Tre piani di Nanni Moretti, ma avrà un po’ di film in altre sezioni, oltre alla Palma d’Oro alla Carriera a Marco Bellocchio.

L’andamento dell’epidemia di COVID-19 in Italia

Nelle ultime 24 ore in Italia sono 907 i nuovi casi, 24 i morti. I tamponi sono 192mila, con un tasso di positività dello 0,47%. Diminuisce il numero dei pazienti in terapia intensiva.

Nelle scorse ore il presidente dell’Istituto superiore di Sanità Silvio Brusaferro ha parlato di un nuovo rallentamento nella discesa dei contagi. “È importante che il nostro sistema di monitoraggio continui, e che anzi si intensifichi”. Secondo il matematico Giovanni Sebastiani la strategia deve essere duplice: trattare i contatti dei positivi e farne anche di singoli a campione sui più giovani, e poi sequenziare i dati alla ricerca della nuova variante Delta.

In vista dell’autunno e delle riaperture si torna a parlare anche di scuola, argomento che rimane divisivo. Negli scorsi giorni si era discusso di didattica a distanza per gli studenti non vaccinati. Un’opzione che però non piace a tutti: per Antonello Giannelli, presidente dell’Associazione nazionale Presidi, “al momento non c’è nessun obbligo vaccinale, bisogna creare un clima di fiducia verso il vaccino”:


 
https://twitter.com/RegLombardia/status/1412440800345137153

  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

  • PlayStop

    GR martedì 23/04 15:30

    Le notizie. I protagonisti. Le opinioni. Le analisi. Tutto questo nelle 16 edizioni quotidiane del Gr. Un appuntamento con la redazione che vi accompagna per tutta la giornata. Annunciati dalla “storica” sigla, i nostri conduttori vi racconteranno tutto quello che fa notizia, insieme alla redazione, ai corrispondenti, agli ospiti. La finestra di Radio Popolare che si apre sul mondo, a cominciare dalle 6.30 del mattino. Da non perdere per essere sempre informati.

    Giornale Radio - 23-04-2024

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di martedì 23/04/2024

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra in profondità, scova notizie curiose, evidenzia punti di vista differenti e scopre strane analogie tra giornali che dovrebbero pensarla diversamente.

    Rassegna stampa - 23-04-2024

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di martedì 23/04/2024 delle 7:15

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione ai fatti che riguardano la politica locale, le lotte sindacali e le questioni che riguardano i nuovi cittadini. Da Milano agli altri capoluoghi di provincia lombardi, senza dimenticare i comuni più piccoli, da dove possono arrivare storie esemplificative dei cambiamenti della nostra società.

    Metroregione - 23-04-2024

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Il genocidio in Rwanda visto con gli occhi di una bambina: la storia di Mimì

    Nel 1994, Mimì aveva 5 anni. Viveva con la sua famiglia a Kigali, la capitale del Rwanda. Il 6 aprile, quando l'aereo che trasportava il presidente ruandese, Juvénal Habyarimana, e quello del Burundi, Cyprien Ntaryamira, venne abbattuto in fase di atterraggio proprio a Kigali, era in vacanza a casa dei nonni. Da quel momento i suoi ricordi sono segnati dal dolore, la confusione e la paura. Il suo è un racconto speciale, perché ci permette di guardare uno degli eventi più sanguinosi della storia dell'uomo, il genocidio del Rwanda, con gli occhi di una bambina. La sua intervista è andata in onda in due puntate nella trasmissione Terzo Tempo, tutti i sabato mattina dalle 11.00 alle 11.30 su Radio Popolare La storia di Mimì - il cui nome completo è Muhimpundu Armella - è anche una delle nove raccolte dal libro "La Famiglia" di Pietro Veronese.

    Clip - 23-04-2024

  • PlayStop

    Jack di martedì 23/04/2024

    Nella prima parte Chawki ci presenta Back to Black, Biopic su Amy Winehouse. Nella seconda parte Jack The Smoker ci presenta il suo disco "Sedicinoni" con una lunga intervista

    Jack - 23-04-2024

  • PlayStop

    Considera l’armadillo di martedì 23/04/2024

    Per riascoltare Considera l'armadillo noi e altri animali in onda alle 14.00 che ha ospitato Stefania Rivetti, volontaria di @Animals Asia Italia per parlare di Orsi della Luna e fattorie della bile, ma anche il Gr Animali di Bianca Nogara Notarianni e scopriamo che Stefania voleva essere cavallo.

    Considera l’armadillo - 23-04-2024

  • PlayStop

    Poveri ma belli di martedì 23/04/2024

    Un percorso attraverso la stratificazione sociale italiana, un viaggio nell’ascensore sociale del Belpaese, spesso rotto da anni e in attesa di manutenzione, che parte dal sottoscala con l’ambizione di arrivare al roof top con l’obiettivo dichiarato di trovare scorciatoie per entrare nelle stanze del lusso più sfrenato e dell’abbienza. Ma anche uno spazio per arricchirsi culturalmente e sfondare le porte dei salotti buoni, per sdraiarci sui loro divani e mettere i piedi sul tavolo. A cura di Alessandro Diegoli e Disma Pestalozza

    Poveri ma belli - 23-04-2024

  • PlayStop

    EUROPAMENTE - Al voto con l'Europa in testa - E3

    Che fine ha fatto il Green Deal? La lobby del fossile all'assalto della transizione verde, mentre l'Europa subisce già i disastri dei cambiamenti climatici - con Monica Frassoni, presidente European Alliance to Save Energy

    Clip - 23-04-2024

  • PlayStop

    Un 25 aprile Popolare - E14

    Milano capitale della Resistenza ospiterà un museo nazionale della Resistenza per capire cosa sarà e soprattutto come vuole raccontare il movimento di Liberazione, la lotta, la storia c'è un sito già al lavoro, ricco di proposte: www.museodellaresistenza.it. Un 25 aprile Popolare oggi vi racconta Posta San Paolo a Roma e uno dei suoi protagonisti

    Clip - 23-04-2024

  • PlayStop

    Cult di martedì 23/04/2024

    Oggi a Cult: le compagnie ATIR e Generazione Disagio e le loro iniziative per il 25 aprile; la regista Martina De Polo sul film "Flora", dedicato a una partigiana bambina; l'edizione 2024 di Milano Musica comincia con "Tierkreis" di K. Stockhausen al Teatro Menotti, da un'dea di Luciano Gottardi; il libro di Gianluca Peciola "La linea del silenzio" (Solferino ed.)...

    Cult - 23-04-2024

  • PlayStop

    Pubblica di martedì 23/04/2024

    La fiamma e il nemico antifascista. Il legame ideologico del partito di Giorgia Meloni col passato neofascista: dai simboli ai contatti pericolosi con il mondo dell’estrema destra eversiva (Pino Rauti, il generale Gianadelio Maletti). E poi l’idea guida sull’antifascismo di Fratelli d’Italia: l’antifascismo è quello militante e con le spranghe in mano (le dichiarazioni di Meloni e Lollobrigida sono lì a dimostrarlo). A Pubblica la storica Simona Colarizi (autrice di “La resistenza lunga. Storia dell’antifascismo 1919-1945”, Laterza 2023) risponde a diversi interrogativi, a partire dal caso Scurati e dalla censura in Rai. Che cosa racconta il legame di FdI con i vecchi simboli della destra? Qual è il segno delle politiche del governo Meloni? Conservatore, reazionario o liberista? E l’antifascismo?

    Pubblica - 23-04-2024

  • PlayStop

    Tutto scorre di martedì 23/04/2024

    "La fine degli anticorpi" nella convivenza civile. L'Italia democratica è rimasta per troppo tempo distratta? A cura di Massimo Bacchetta

    Tutto scorre - 23-04-2024

  • PlayStop

    Giorni migliori di martedì 23/04/2024

    Con Don Gino Rigoldi (per trent'anni cappellano del Beccaria) ragioniamo su quanto emerso nell'inchiesta della procura di Milano sulle violenze degli agenti penitenziari nel carcere minorile e con Luigi Mastrodonato analizziamo le inchieste sui maltrattamenti e le torture in carcere e l'inazione della politica. Il 25 aprile popolare ci porta a Roma a Porta San Paolo con la storia del partigiano Persichetti. I bambini di Gaza sono lo specchio della nostra fatica a vedere l'orrore della guerra ci racconta Cecilia gentile autrice di “Bambini all’inferno”. La terza puntata di EuropaMente a cura di Alessandro Principe oggi vi racconta il Green Deal con Monica Frassoni. La lotta delle scuole civiche di Milano contro i tagli del Comune spiegata dal portavoce dell'assemblea degli studenti Michelangelo Canzi. UN 25 APRILE POPOLARE oggi vi racconta Posta San Paolo a Roma e uno dei suoi protagonisti

    Giorni Migliori – Intro - 23-04-2024

  • PlayStop

    VALERIO VARESI - ESTELLA. LA VITA STRAORDINARIA E DIMENTICATA DI TERESA NOCE

    VALERIO VARESI - ESTELLA. LA VITA STRAORDINARIA E DIMENTICATA DI TERESA NOCE - presentato da Anna Bredice

    Note dell’autore - 23-04-2024

Adesso in diretta