Approfondimenti

Pd e 5 stelle litigano, la Destra ride

Il gruppo parlamentare del Movimento 5 stelle si è affrettato a condannare l’aggressione dei manifestanti no vax nei confronti di tre deputati Pd, rei di aver votato a favore del decreto.
Chi paga politicamente di più le aggressione di oggi davanti a Montecitorio sono proprio loro, i 5 stelle, che sono rimasti sempre in bilico tra la scienza e il sospetto, scegliendo volutamente un’ambiguità funzionale al loro modo di vedere il rapporto tra la politica e opinione pubblica, e cioè che non bisogna fidarsi mai, trasmettendo l’idea quindi che i medici non dicano il vero, nascondono che i vaccini fanno male per favorire le case farmaceutiche. Non hanno mai detto una parola definitiva su questo, al di là del voto contrario in Parlamento, al pari della Lega.
La china verso la violenza, quella rabbia malcelata che si vede oggi anche nelle foto, e diretta verso tutto, verso il decreto e verso la politica intesa come casta fa male per primo al Movimento 5 stelle perché sembra incapace di gestirla: e’ una fase di grande stanchezza, sembra quasi in affanno, come se questa lunga corsa verso le elezioni non finisse mai, e li veda già demotivati e incapaci di spiegare e aggiustare tutte le toppe che si aprono sulla strada.
Non sono solo le gaffe dei candidati premier o ministri, questi sono piccoli inciampi che li rendono quasi simpatici, perché smorzano quell’ambizione mista ad arroganza di chi pensa di avere sempre la verità in tasca.
C’è anche altro: la disfatta di Roma, sempre più vasta e irrecuperabile: il direttore generale di Atac, Bruno Rota ha dato le dimissioni, dopo aver rilasciato due interviste per denunciare lo stato dell’azienda, un debito ormai insostenibile, l’assenteismo conclamato e lo stato delle vetture che non consente di svolgere un servizio adeguato di trasporto pubblico. Alle accuse  dei 5 stelle lui risponde svelando che il presidente dei 5 stelle di una commissione in Campidoglio gli avrebbe più volte raccomandato persone a lui vicine.
Oltre a questo c’è il tema siccità: con un comunicato che le deve essere costato qualche imbarazzo la sindaca Raggi chiede al governo di attuare le misure di emergenza per affrontare la crisi idrica nella Capitale, ammettendo di non avere la possibilità insieme all’Acea di affrontare la situazione, se non con la minaccia di chiudere i rubinetti.
Questa situazione certamente non avvantaggia la sinistra, che sembra  non accorgersi nemmeno del momento così basso che sta vivendo il loro maggiore competitore di questi anni, così occupata a cercare soluzioni rompicapo per nuove aggregazioni o scissioni a sinistra del Pd.
No, chi si avvantaggia di tutto questo sarà la destra, già data per prima nei sondaggi, che è riuscita a catalizzare l’intero dibattito politico sulla questione immigrazione, con ricette facili facili per l’opinione pubblica: rimandarli a casa e lasciare senza diritti chi è nato qui.
Il  governo cerca risposte e aver detto no allo ius soli vuol dire ammettere che le risposte si cercano più a destra che a sinistra, oggi ha pensato ad una nuova operazione nei mari libici, delicata e, senza regole di ingaggio precise, anche rischiosa, sperando che non provochi ancora più vittime di quelle che ci sono già, compreso lo stesso governo e il Pd.
  • Autore articolo
    Anna Bredice
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di lun 25/01/21

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 26/01/2021

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di lun 25/01/21 delle 19:48

    Metroregione di lun 25/01/21 delle 19:48

    Rassegna Stampa - 26/01/2021

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Indie-Re di mar 26/01/21

    Indie-Re di mar 26/01/21

    Radio Muse Indie-re - 26/01/2021

  • PlayStop

    Jazz Anthology di lun 25/01/21

    Jazz Anthology di lun 25/01/21

    Jazz Anthology - 26/01/2021

  • PlayStop

    Jailhouse Rock di lun 25/01/21

    Bobi Wine

    Jailhouse Rock - 26/01/2021

  • PlayStop

    A casa con voi di lun 25/01/21

    con Matteo Villaci. - punto quotidiano metro..- volontaria italiana in Croazia..- Servizio civile-cittadinanza attiva con arci..- studenti al primo giorno…

    A casa con voi - 26/01/2021

  • PlayStop

    Ora di punta di lun 25/01/21

    Ora di punta di lun 25/01/21

    Ora di punta – I fatti del giorno - 26/01/2021

  • PlayStop

    Esteri di lun 25/01/21

    1-Stati Uniti. Al via la procedura di impeachment di Trump nel Senato. ( Roberto Festa) ..2-Prova di dialogo tra Turchia…

    Esteri - 26/01/2021

  • PlayStop

    Sunday Blues di lun 25/01/21

    Sunday Blues di lun 25/01/21

    Sunday Blues - 26/01/2021

  • PlayStop

    Considera l'armadillo lun 25/01/21

    Si parla con Sandro Mazzariol, professore dell'Università di Padova e Responsabile dell'unità d'intervento del Cetaceans strandings Emergency Response Team Cert…

    Considera l’armadillo - 26/01/2021

  • PlayStop

    Gimme Shelter di lun 25/01/21

    Puntata 23 - I viaggi come materiali da costruzione. La vita è un giardino di rose, pronto per una nuova…

    Gimme Shelter - 26/01/2021

  • PlayStop

    Jack di lun 25/01/21

    Yo Yo Mundi. A cura di Andrea Cegna

    Jack - 26/01/2021

  • PlayStop

    Record Store di lun 25/01/21

    Il grammelot nella popular music

    Record Store - 26/01/2021

  • PlayStop

    Senti un po' di lun 25/01/21

    Senti un po' di lun 25/01/21

    Senti un po’ - 26/01/2021

  • PlayStop

    DOC di lun 25/01/21

    DOC di lun 25/01/21

    DOC – Tratti da una storia vera - 25/01/2021

  • PlayStop

    Alberto Schiavone, Alfabeto Simenon

    ALFABETO SIMENON - ALBERTO SCHIAVONE - presentato da CHAWKI SENOUCI

    Note dell’autore - 26/01/2021

  • PlayStop

    Cult di lun 25/01/21

    scuola per librai mauri, libreria IlTrittico, pietro linzalone, tiziana ricci, collezione adler, biblioteca braidense, tiziana ricci, performing italy 2021, carla…

    Cult - 26/01/2021

  • PlayStop

    Sui Generis di lun 25/01/21

    Gianfranco Goretti, presidente di Famiglie arcobaleno, presenta la campagna "Non esistono genitori fantasma: dichiariamolo per legge"; è morta Cecilia Mangini,…

    Sui Generis - 26/01/2021

  • PlayStop

    Prisma di lun 25/01/21

    Prima parte: la crisi di governo. Con il sotto segretario ai rapporti con il parlamento Gianluca Castaldi, il politologo Carlo…

    Prisma - 26/01/2021

  • PlayStop

    Fino alle otto di lun 25/01/21

    Fino alle otto di lun 25/01/21

    Fino alle otto - 26/01/2021

Adesso in diretta