Approfondimenti

Lo tsunami Cannabis travolge e divide il Palazzo

marijuana cannabis ANSA

Una cosa è certa: nel Palazzo non si aspettavano che arrivasse lo Tsunami Cannabis. Nessuno aveva previsto che in pochi giorni il comitato promotore per il referendum per la legalizzazione raccogliesse tante firme. Dire che i politici siano rimasti spiazzati è poco. Di fronte a questa marea montante partiti e i singoli si riposizionano per evitare di essere travolti dall’onda.

Senza troppa fantasia, la Destra continua ad indossare la maschera repressiva. Per Matteo Salvini non solo un mojito del Papeete ma anche un goal di Ibraimovich è meglio di una canna. Il leader leghista ha usato l’immagine del numero nove del Milan, la sue predilezione per lui, per bocciare il referendum, ma forse anche questa volta, come spesso accade negli ultimi tempi, il suo fiuto ha fatto cilecca: non ha capito dove tira il vento.

Fratelli d’Italia e Forza Italia sono contro il quesito, ma se nel primo partito sembra esserci un muro di granito in quello di Berlusconi il No ha qualche crepa. Elio Vito, come ha fatto con il Ddl Zan, si è distinto e dicendo di appoggiare il referendum ha dato voce ad alcuni suoi più timidi colleghi di partito che non hanno ancora avuto il coraggio di uscire allo scoperto.

I problemi veri però sono nell’area Rosso Verde. Esempio: Beppe Grillo è favorevole, così come lo è la ministra Dadone, mentre Giuseppe Conte ha detto di essere d’accordo solo con l’uso terapeutico della cannabis. Equivale a un No. Cambierà idea? Vedremo.

Nel PD è ancora peggio. Enrico Letta si trova con un partito diviso e non sa bene cosa fare. Per Deborah Serracchiani un semplice quesito non risolve una questione su cui sta lavorando da tempo il Parlamento. Tradotto: non disturbate il manovratore. Il vicesegretario Beppe Provenzano, invece è entusiasta della partecipazione delle persone. Della serie: quando la società è più avanti del Palazzo. Commento simile lo ha fatto Matteo Orfini. Insomma, nel PD c’è chi si oppone con convinzione e chi invece cavalca un’onda che non ha provocato. I nodi verranno forse sciolti da Enrico Letta. E se non lo farà lui, i nodi dentro il suo partito, come negli altri, comunque verranno sciolti: dagli elettori il giorno del referendum.

  • Autore articolo
    Michele Migone
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di mer 20/10/21

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 20/10/2021

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di mer 20/10/21 delle 07:15

    Metroregione di mer 20/10/21 delle 07:15

    Rassegna Stampa - 20/10/2021

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Martina Corgnati, L'ermellino di Leonardo

    MARTINA CORGNATI - L'ERMELLINO DI LEONARDO – presentato da CECILIA DI LIETO

    Note dell’autore - 20/10/2021

  • PlayStop

    Seconda pagina di mer 20/10/21 delle 12:48

    Seconda pagina di mer 20/10/21 delle 12:48

    Seconda pagina - 20/10/2021

  • PlayStop

    Cult di mer 20/10/21

    ira rubini, cult, piazzaparola 21, lugano lac, yvonne pesenti, tiziana ricci, circuito musei lombardi, design e impresa, liv ferrachiati, sarà…

    Cult - 20/10/2021

  • PlayStop

    Tutto scorre di mer 20/10/21

    Tutto scorre di mer 20/10/21

    Tutto scorre - 20/10/2021

  • PlayStop

    Prisma di mer 20/10/21

    Analisi del voto nelle citta’ con Salvatore Vassallo dell'Istituto Cattaneo e Luca Alessandrini dell'Istituto Parri. Povertà alimentare dopo la pandemia,…

    Prisma - 20/10/2021

  • PlayStop

    Il demone del tardi - copertina di mer 20/10/21

    Il demone del tardi - copertina di mer 20/10/21

    Il demone del tardi - 20/10/2021

  • PlayStop

    Seconda pagina di mer 20/10/21 delle 07:48

    Seconda pagina di mer 20/10/21 delle 07:48

    Seconda pagina - 20/10/2021

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di mer 20/10/21

    Rassegna stampa internazionale di mer 20/10/21

    Rassegna stampa internazionale - 20/10/2021

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di mer 20/10/21

    Rassegna stampa internazionale di mer 20/10/21

    Esteri – La rassegna stampa dei giornali internazionali - 20/10/2021

  • PlayStop

    Caffe nero bollente di mer 20/10/21

    Il Caffè Nero Bollente del mercoledì con musica, sfoglio dei giornali e la serie tv della settimana consigliata da Paolo…

    Caffè Nero Bollente - 20/10/2021

  • PlayStop

    Hexagone di mer 20/10/21

    Santé! Amici, è uscito il nuovo singolo di Stromae ed è rassicurante e spiazznte al tempo stesso! Per festeggiare questo…

    Hexagone - 20/10/2021

  • PlayStop

    Jailhouse Rock di mar 19/10/21

    CAPAREZZA

    Jailhouse Rock - 20/10/2021

  • PlayStop

    The Game di mar 19/10/21

    //Morti sul lavoro, chi deve indagare: una procura nazionale del lavoro oppure magistrati specializzati nelle singole procure? Linda D’ancona, magistrata,…

    The Game - 20/10/2021

  • PlayStop

    Quel che resta del giorno di mar 19/10/21

    Quel che resta del giorno di mar 19/10/21

    Quel che resta del giorno - 20/10/2021

  • PlayStop

    questa è opera del demanio

    quando calcoliamo cosa potremmo comprare se vendessimo tutto il nostro patrimonio in blocco e poi andiamo a magnificare la spesa…

    Poveri ma belli - 20/10/2021

  • PlayStop

    News Della Notte di mar 19/10/21

    News Della Notte di mar 19/10/21

    News della notte - 20/10/2021

  • PlayStop

    Muoviti muoviti di mar 19/10/21

    Muoviti muoviti di mar 19/10/21

    Muoviti muoviti - 20/10/2021

  • PlayStop

    Jack di mar 19/10/21

    Iosonouncane, Ridammi la Mano - Graphic Novel su Fabrizio De Andre, Jack Box omaggio a Franco Cerri

    Jack - 20/10/2021

Adesso in diretta