Approfondimenti

Il Ciad alle urne, tra molte incognite

Tra le tante tornate elettorali di questi mesi in Africa una delle più attese e piena di incognite è quella del Ciad che va alle urne domenica 10 aprile.

La ricandidatura del presidente uscente, Idriss Déby, per un quinto mandato alla guida del paese ha scatenato un’ondata di scioperi e manifestazioni su tutto il territorio nazionale, sfociati in una serie di arresti di esponenti della società civile. Questa volta, però, a differenza delle ultime elezioni segnate dal boicottaggio dell’opposizione, Deby dovrà fare i conti con un’opposizione divisa ma decisa a partecipare al processo elettorale. A sfidare il capo dello stato uscente saranno altri 13 candidati, gran parte dei quali già noti all’interno del panorama politico nazionale.

Quello che sembra avere più chances è il leader dell’Unione nazionale per la democrazia e il rinnovamento Saleh Kebzabo. Candidato per la terza volta alle elezioni presidenziali, ha ottenuto il sostegno di diverse personalità appartenenti all’etnia del presidente, i Zaghawa.

Saleh-Kebzabo-592x296
Saleh Kebzabo

La ricandidatura del presidente uscente ha provocato numerose manifestazioni da parte della società civile. Ad accendere la scintilla delle proteste, tuttavia, è stato un episodio che sembra slegato dalla politica ma che ha profondamente indignato l’opinione pubblica: si tratta della violenza sessuale subita dalla figlia dell’oppositore politico Mahamat Yesko Brahim, Zouhoura. L’episodio sarebbe avvenuto a inizio febbraio e ne sarebbero responsabili cinque uomini tra cui tre figli di generali dell’esercito nazionale.

Tra gli arrestati anche il figlio del ministro degli Esteri Moussa Faki Mahamat. L’episodio ha scatenato un’ondata di proteste guidata da giovani liceali. Iniziate nella capitale, le manifestazioni si sono estese ad altre città del paese, tra cui Moundou, capitale economica del Ciad. La polizia ha risposto con la violenza uccidendo due giovani manifestanti. Le proteste sono poi arrivate fino a chiedere il ritiro della candidatura del presidente uscente.

photo-de-soutien-a-zouhoura
Una foto pubblicata sulla pagina Facebook di Tchad Today, giovani a sostegno di Zouhoura, vittima di uno stupro di gruppo

Sullo sfondo di questa consultazione una crisi economica tra le più gravi degli ultimi anni, causata dal crollo dei prezzi del petrolio sui mercati internazionali che ha messo in ginocchio un paese il cui Pil è formato per ben il 75% dalle entrate petrolifere.

Sul piano politico poi il Ciad è il principale attore della lotta al terrorismo che in questa regione di chiama Boko Haram. Non a caso il paese ospita la base principale dell’operazione a guida francese Barkhane. La missione è composta da 3550 militari dispiegati in cinque paesi africani. Tra questi, oltre al Ciad, Mali, Mauritania, Niger e Burkina Faso.

  • Autore articolo
    Raffaele Masto
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di mercoledì 18/05/2022 delle 19:49

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 19/05/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    News della notte di mercoledì 18/05/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 19/05/2022

  • PlayStop

    Gimme Shelter di mercoledì 18/05/2022

    I suoni dell’architettura. A cura di Roberto Centimeri e Riccardo Salvi.

    Gimme Shelter - 19/05/2022

  • PlayStop

    Il giusto clima di mercoledì 18/05/2022

    Con Fabio Ciconte parliamo della grande industria agricola e alimentare mondiale, con Samantha Pilati, meteorologa dell'Osservatorio Milano Duomo, dell’ondata di…

    Il giusto clima - 19/05/2022

  • PlayStop

    Gli speciali di mercoledì 18/05/2022

    I reportage e le inchieste di Radio Popolare Il lavoro degli inviati, corrispondenti e redattori di Radio Popolare e Popolare…

    Gli speciali - 19/05/2022

  • PlayStop

    Gli speciali di mercoledì 18/05/2022

    I reportage e le inchieste di Radio Popolare Il lavoro degli inviati, corrispondenti e redattori di Radio Popolare e Popolare…

    Gli speciali - 19/05/2022

  • PlayStop

    Esteri di mercoledì 18/05/2022

    1-Guerra in Ucraina. La commissione Europea svela il suo progetto per riarmare il continente. Bruxelles vuole spendere di più nel…

    Esteri - 19/05/2022

  • PlayStop

    Esteri di mercoledì 18/05/2022

    Il giro del mondo in 24 ore. Ideato da Chawki Senouci Data di nascita: 6 ottobre 2003 (magazine domenicale di…

    Esteri - 19/05/2022

  • PlayStop

    The Game di mercoledì 18/05/2022

    1) Indipendenti da Mosca, ma non ancora dal nucleare e dal carbone. Il piano europeo Re-PowerEu punta a ridurre la…

    The Game - 19/05/2022

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di mercoledì 18/05/2022

    Dove si parla della lettera dell'assessore al turismo della regione Liguria Gianni Berrino a Google perché le recensioni dei ristoranti…

    Muoviti muoviti - 19/05/2022

  • PlayStop

    Di tutto un boh di mercoledì 18/05/2022

    l’Italia è una repubblica fondata sul sentito dire. Tra cliché e cose spiegate male, è un attimo perdersi un pezzo…

    Di tutto un boh - 19/05/2022

  • PlayStop

    Considera l’armadillo di mercoledì 18/05/2022

    Noi e altri animali È la trasmissione che da settembre del 2014 si interroga su i mille intrecci di una…

    Considera l’armadillo - 19/05/2022

  • PlayStop

    Jack di mercoledì 18/05/2022

    Live di Bandabardò e Cisco, Live di Galeffi

    Jack - 19/05/2022

  • PlayStop

    Gianumberto Accinelli, Dagli animali si impara. Le invenzioni tecnologiche che abbiamo copiato dal regno animale

    GIANUMBERTO ACCINELLI - DAGLI ANIMALI SI IMPARA. LE INVENZIONI TECNOLOGICHE CHE ABBIAMO COPIATO DAL REGNO ANIMALE - presentato da CECILIA…

    Note dell’autore - 18/05/2022

  • PlayStop

    Puntata di mercoledì 18/05/2022

    Un percorso attraverso la stratificazione sociale italiana, un viaggio nell’ascensore sociale del Belpaese, spesso rotto da anni e in attesa…

    Poveri ma belli - 19/05/2022

  • PlayStop

    Seconda pagina di mercoledì 18/05/2022 delle 12:49

    Fascia informativa e di approfondimento che segue il Giornale Radio, tra attualità, cultura e società.

    Seconda pagina - 19/05/2022

  • PlayStop

    Seconda pagina di mercoledì 18/05/2022 delle 12:49

    Fascia informativa e di approfondimento che segue il Giornale Radio, tra attualità, cultura e società.

    Seconda pagina - 19/05/2022

  • PlayStop

    Cult di mercoledì 18/05/2022

    il Festival di Cannes, l'intervista ad Arianna Bacheroni protagonista della serie “Bang Bang Baby“, il libro “Il custode del bosco”…

    Cult - 19/05/2022

  • PlayStop

    Tutto scorre di mercoledì 18/05/2022

    Sguardi, opinioni, vite, dialoghi ai microfoni di Radio Popolare.

    Tutto scorre - 19/05/2022

  • PlayStop

    Prisma di mercoledì 18/05/2022

    GUERRA IN UCRAINA, AGGIORNAMENTI E ANALISI Con Nico Piro, inviato speciale Rai, in Afghanistan, ora di ritorno dalla Russia, che…

    Prisma - 19/05/2022

Adesso in diretta