Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

  • PlayStop

    GR di dom 19/01 delle ore 08:30

    GR di dom 19/01 delle ore 08:30

    Giornale Radio - 19/01/2020

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di sab 18/01

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 19/01/2020

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di ven 17/01 delle 19:47

    Metroregione di ven 17/01 delle 19:47

    Rassegna Stampa - 19/01/2020

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Chassis di dom 19/01 (seconda parte)

    Chassis di dom 19/01 (seconda parte)

    Chassis - 19/01/2020

  • PlayStop

    Chassis di dom 19/01 (prima parte)

    Chassis di dom 19/01 (prima parte)

    Chassis - 19/01/2020

  • PlayStop

    Chassis di dom 19/01

    Chassis di dom 19/01

    Chassis - 19/01/2020

  • PlayStop

    Favole al microfono di dom 19/01

    Favole al microfono di dom 19/01

    Favole al microfono - 19/01/2020

  • PlayStop

    Snippet di sab 18/01

    Snippet di sab 18/01

    Snippet - 19/01/2020

  • PlayStop

    The Box di sab 18/01

    The Box di sab 18/01

    The Box - 19/01/2020

  • PlayStop

    Il Sabato del Villaggio di sab 18/01 (prima parte)

    Il Sabato del Villaggio di sab 18/01 (prima parte)

    Il sabato del villaggio - 19/01/2020

  • PlayStop

    Il Sabato del Villaggio di sab 18/01 (seconda parte)

    Il Sabato del Villaggio di sab 18/01 (seconda parte)

    Il sabato del villaggio - 19/01/2020

  • PlayStop

    Il Sabato del Villaggio di sab 18/01

    Il Sabato del Villaggio di sab 18/01

    Il sabato del villaggio - 19/01/2020

  • PlayStop

    Pop Up di sab 18/01 (terza parte)

    Pop Up di sab 18/01 (terza parte)

    Pop Up Live - 19/01/2020

  • PlayStop

    Pop Up di sab 18/01 (seconda parte)

    Pop Up di sab 18/01 (seconda parte)

    Pop Up Live - 19/01/2020

  • PlayStop

    Pop Up di sab 18/01 (prima parte)

    Pop Up di sab 18/01 (prima parte)

    Pop Up Live - 19/01/2020

  • PlayStop

    Pop Up di sab 18/01

    Pop Up di sab 18/01

    Pop Up Live - 19/01/2020

  • PlayStop

    Il Suggeritore di sab 18/01

    Il Suggeritore di sab 18/01

    Il suggeritore - 19/01/2020

  • PlayStop

    Ten ten Chart di sab 18/01

    Ten ten Chart di sab 18/01

    Ten ten chart - 19/01/2020

  • PlayStop

    Mind the Gap di sab 18/01

    Mind the Gap di sab 18/01

    Mind the gap - 19/01/2020

  • PlayStop

    Passatel di sab 18/01

    Passatel di sab 18/01

    Passatel - 19/01/2020

  • PlayStop

    Sidecar di sab 18/01

    Sidecar di sab 18/01

    Sidecar - 19/01/2020

  • PlayStop

    I Girasoli di sab 18/01 (prima parte)

    I Girasoli di sab 18/01 (prima parte)

    I girasoli - 19/01/2020

  • PlayStop

    I Girasoli di sab 18/01 (seconda parte)

    I Girasoli di sab 18/01 (seconda parte)

    I girasoli - 19/01/2020

Adesso in diretta

Approfondimenti

PD, adesso devi passare dalle parole ai fatti!

Nicola Zingaretti PD

Zingaretti aveva già fatto promesse a Bologna, due mesi fa, promesse poi non mantenute.
O meglio: cose di cui non si è più saputo nulla, come lo Ius Soli. Inghiottite nella quotidiana difficile convivenza di governo e nella quotidiana paura di Salvini e delle elezioni.

Ora dall’abbazia spunta un’agenda, la parità di salario, la rivoluzione verde, l’educazione la sanità, la lotta alla burocrazia. E la promessa di Graziano Delrio, fatta in una intervista, di mettere mano ai cosiddetti decreti sicurezza.

Belle parole. Belle cose. Da fare, però. Il tempo delle bandierine agitate e non tradotte in legge, per il governo e soprattutto per il Pd, è finito. Certo non sarà facile perché il Movimento 5 Stelle e il Pd sono alleati e sono al tempo stesso concorrenti. Per non parlare di Renzi che va per la sua strada. Basti vedere come la maggioranza sta procedendo sul cuneo fiscale.

La partita che gioca Zingaretti è molto complicata ma fino a oggi al PD è mancato il coraggio.

Cambiare il nome al partito, dire che lo si vuole aprire, di per sé non significa niente. La paura e la minaccia che “altrimenti torna Salvini”, nemmeno. La sola cosa che serve, per recuperare consenso, sono le cose concrete. Molto più utili del dibattito su quanto si debba stare vicini ai 5 Stelle o di quello su Craxi, dibattito che tanto piace alla minoranza che si raduna attorno a Giorgio Gori.

Le abbazie vanno benissimo. Passarci qualche giorno può essere fonte di ispirazione. Ora però il Pd deve dimostrare di esserne uscito con il coraggio necessario per fare di tutto per imporla, la propria agenda.

Foto dalla pagina ufficiale di Nicola Zingaretti su Facebook

  • Autore articolo
    Luigi Ambrosio
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni