Approfondimenti

La miniserie doc McMillion$ su Sky Documentaries

McMillion$

Negli ultimi anni il genere true crime, ovvero la narrazione di fatti di cronaca realmente accaduti, sta vivendo un periodo di grandissimo successo: che si tratti di film o serie documentarie, di podcast, più raramente anche di rimesse in scena con attori, sembra di essere di fronte a un pozzo di storie inesauribile che autori, network e piattaforme cercano di sfruttare il più possibile. E accanto all’ormai sterminata categoria di prodotti che ripercorrono biografie di serial killer o cercano di sciogliere delitti irrisolti, si accumulano anche documentari su vicende magari meno sanguinolente o tragiche, ma comunque “più incredibili della realtà”. È il caso per esempio di McMillion$, una miniserie di produzione HBO che negli Stati Uniti ha catturato l’attenzione del pubblico e che dal 21 febbraio arriva in prima tv su Sky Documentaries e su Now.

Gli spettatori statunitensi di McMillion$ sono rimasti a bocca aperta soprattutto perché svela un assurdo dietro le quinte di qualcosa che per anni ha fatto parte della loro quotidianità: il McDonald’s Monopoly, ovvero una campagna di premi messa in atto dal colosso dei fast food e ispirata al famoso gioco da tavolo. Su ogni confezione di cibo acquistata da McDonald’s o su alcuni giornali e riviste, i clienti potevano trovare degli adesivi che ricalcavano le celebri caselline del Monopoly: nella maggior parte dei casi servivano per partecipare a un gioco (un po’ come una raccolta punti), ma in altri, rarissimi, garantivano al fortunato una vincita immediata.

In casi ancora più rari i premi erano davvero stratosferici: un’auto di lusso, una barca, o – il più ambito di tutti – un milione di dollari. I vertici di McDonald’s hanno ideato questa campagna promozionale sul finire degli anni 80 e per tutti i 90 l’hanno utilizzata con successo per rimpinguare le proprie tasche: ogni volta che partiva un giro di McDonald’s Monopoly il pubblico si precipitava a comprare hamburger e patatine. Ma nel 2001 viene a galla una verità incredibile: dal 1989 in poi nessuno dei grossi premi era stato vinto regolarmente, ognuno era andato a persone che, malgrado il cognome diverso, erano imparentate tra loro, oppure avevano qualche relazione in comune. Com’è stato possibile?

I documentaristi di McMillion$, James Lee Hernandez e Brian Lazarte, si tuffano nella tana del Bianconiglio e scoprono, uno dopo l’altro, una galleria di personaggi surreali, da un lato e dall’altro della legge. A dirigere il timone della truffa ci sono un ex poliziotto riciclatosi agente di sicurezza che tutti chiamano “zio Jerry” e un piccolo mafioso della potente famiglia Colombo, che non avrebbe sfigurato in una puntata di I Soprano.

L’agente FBI che si getta anima e corpo nell’indagine è un tipo chiacchierone e ridanciano, che confessa candidamente di essersi dedicato a quest’investigazione perché mortalmente annoiato dal suo lavoro d’ufficio e che quando racconta alle telecamere le operazioni sotto copertura lo fa come fosse un bambino sovreccitato.

La confezione di McMillion$ non è molto elegante, utilizza tutti gli espedienti del genere true crime – tante interviste, tantissimi re-enactment, un continuo rilanciare la narrazione – ma certo mostra agli spettatori un’America che raramente compare su un piccolo schermo televisivo, un sottobosco dell’assurdo degno di una commedia grottesca. Ed è, naturalmente, una storia d’ingordigia: quella di una multinazionale che spreme all’infinito una fruttuosa tecnica di marketing, quella di persone comuni, più o meno in difficoltà, che pensano di aver trovato un modo d’arricchirsi facilmente, e quella di chi guarda la serie alla tv, e che almeno una volta nella vita ha sognato di trovare un biglietto d’oro con sopra scritto “hai vinto un milione di dollari”.

È lo sberleffo definitivo alle origini del Monopoly, che oggi è a sua volta un piccolo impero (è il gioco da tavolo coperto da copyright più diffuso al mondo), ma che in origine, nel 1903, venne inventato da Elizabeth Magie, una seguace dell’economista Henry George, per insegnare i danni dell’accumulazione di ricchezze e per illustrare il funzionamento di uno spietato gioco capitalista in cui, alla fine, il banco vince sempre.

  • Autore articolo
    Alice Cucchetti
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di sabato 21/05/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 21/05/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di venerdì 20/05/2022 delle 19:51

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 21/05/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    News della notte di sabato 21/05/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 21/05/2022

  • PlayStop

    Avenida Brasil di sabato 21/05/2022

    La trasmissione di musica brasiliana di Radio Popolare in onda dal 1995! Da nord a sud, da est ad ovest;…

    Avenida Brasil - 21/05/2022

  • PlayStop

    Speciale Musica di Chris Cornell

    a cura di Niccolò Vecchia

    Gli speciali - 21/05/2022

  • PlayStop

    Speciale Musica di Chris Cornell

    a cura di Niccolò Vecchia

    Gli speciali - 21/05/2022

  • PlayStop

    Gli speciali di sabato 21/05/2022

    I reportage e le inchieste di Radio Popolare Il lavoro degli inviati, corrispondenti e redattori di Radio Popolare e Popolare…

    Gli speciali - 21/05/2022

  • PlayStop

    Pop Up Live di sabato 21/05/2022

    PopUp Live! Alberto Nigro e Andrea Frateff-Gianni – storici conduttori di PopUp – daranno vita a una trasmissione itinerante con…

    Pop Up Live - 21/05/2022

  • PlayStop

    I girasoli di sabato 21/05/2022

    - GALLERIE D'ITALIA si espande. Oggi si apre un nuovo museo a Napoli e una ha aperto a Torino con…

    I girasoli - 21/05/2022

  • PlayStop

    Stay human di sabato 21/05/2022

    Daniele Sanzone degli A67 ci racconta come è nato #Jastemmma, il loro nuovo lavoro (una decina di canzoni che hanno…

    Stay human - 21/05/2022

  • PlayStop

    Senti un po’ di sabato 21/05/2022

    Senti un po’ è un programma della redazione musicale di Radio Popolare, curata e condotta da Niccolò Vecchia, che da…

    Senti un po’ - 21/05/2022

  • PlayStop

    DOC – Tratti da una storia vera di sabato 21/05/2022

    DOC 73 - I CRIMINI DI JIMMY SAVILE - Uno dei più famosi dj e presentatori britannici, idolo di famiglie…

    DOC – Tratti da una storia vera - 21/05/2022

  • PlayStop

    Ollearo.con di sabato 21/05/2022

    Un faro nel weekend per orientare la community di RP. Il collante a tenuta super che tiene insieme gli elementi…

    Ollearo.con - 21/05/2022

  • PlayStop

    Good Times di sabato 21/05/2022

    Il Polo del Novecento di Torino ospita la mostra “Più moderno di ogni moderno. Le geografie di Pier Paolo Pasolini”;…

    Good Times - 21/05/2022

  • PlayStop

    Piovono radio di sabato 21/05/2022

    Il direttore di Radio Popolare Sandro Gilioli a confronto con ascoltatori e ascoltatrici.

    Piovono radio - 21/05/2022

  • PlayStop

    Itaca di sabato 21/05/2022

    Itaca, viaggio nel presente. I giornali, l’attualità, il colloquio con chi ci ascolta. Ogni sabato dalle 8.45 alle 10.30.

    Itaca - 21/05/2022

  • PlayStop

    Mash-Up di sabato 21/05/2022

    battiato_mistic_adventure

    Mash-Up - 21/05/2022

  • PlayStop

    News della notte di venerdì 20/05/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 21/05/2022

  • PlayStop

    Psicoradio di venerdì 20/05/2022

    Psicoradio, la radio della mente Nasce nel 2006, frutto della collaborazione tra il Dipartimento di Salute Mentale dell’Azienda Usl di…

    Psicoradio - 21/05/2022

  • PlayStop

    Gli speciali di venerdì 20/05/2022

    I reportage e le inchieste di Radio Popolare Il lavoro degli inviati, corrispondenti e redattori di Radio Popolare e Popolare…

    Gli speciali - 21/05/2022

Adesso in diretta