Approfondimenti

“La crisi non ce la possiamo permettere”: il ministro Gualtieri a Radio Popolare

Roberto Gualtieri - Risarcimenti COVID

Il Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri a Radio Popolare sul Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza da 220 miliardi e il nuovo decreto Ristori che dovrebbe arrivare in Parlamento già giovedì, se Italia Viva non fa cadere il governo.

L’intervista di Claudio Jampaglia a Ora Di Punta.

Questo piano di rilancio rappresenta davvero un’opportunità unica e irripetibile per cambiare l’Italia. È un piano di 200 miliardi, ma in realtà di 300 miliardi se si considerano anche gli interventi previsti dalla legge di bilancio e che sono complementari, penso agli sgravi per le assunzioni di giovani e di donne, agli investimenti o alla fiscalità di vantaggio del Mezzogiorno. È un piano che richiede la partecipazione di tutti gli attori del Paese e da questo punto di vista è fondamentale un coinvolgimento delle parti sociali e della società civile, che noi vogliamo avviare immediatamente dopo il Consiglio dei Ministri per la finalizzazione del piano. Poi bisogna costruire una partnership con questi attori anche nella sua realizzazione.

Lo avete chiamato Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Parole che valgono anche per il governo, quindi. È un documento di discordia, di ritrovata unione o di tregua?

Io spero che questo lavoro e questo metodo contribuiscano a rilanciare l’azione di governo, anche perché francamente nel pieno di una pandemia una crisi sarebbe davvero incomprensibile e pericolosa. Noi non possiamo permetterci di limitare la capacità di azione del governo anche di prendere misure straordinarie. Penso ad esempio al prossimo scostamento di bilancio che dobbiamo decidere e realizzare. Noi siamo nel pieno di una pandemia e credo che i cittadini si aspettino un governo che governa e che fa le cose necessarie. Penso che il metodo del dialogo e dell’ascolto sia l’unico possibile.
Noi siamo ovviamente aperti, come abbiamo dimostrato anche in questo passaggio di revisione del piano, e penso e spero che tutti capiranno che creare una situazione di crisi e di confusione sia uno scenario negativo che l’Italia non può permettersi e che i cittadini non comprenderebbero.

Cosa significherebbe adesso una crisi di governo?

Una crisi di governo è uno scenario normalmente pericoloso e lo è maggiormente durante una pandemia. L’Italia non si può permettere una crisi di governo, soprattutto in questo momento. Io voglio essere fiducioso ed ottimista. Sono convinto che tutti avranno a cuore gli interessi del Paese e degli italiani. Non è il momento per litigare. È il momento per risolvere i problemi e anche per rilanciare una strategia comune di legislatura e penso che il metodo che è stato adottato, anche di ascolto e di condivisione, sia il metodo tutto anche per realizzare quel patto di legislatura a cui ha fatto riferimento Nicola Zingaretti. Altri scenari sono scenari i cittadini considererebbero incomprensibili e anche irresponsabili.

  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di mer 21/04/21

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 21/04/2021

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di mer 21/04/21 delle 07:14

    Metroregione di mer 21/04/21 delle 07:14

    Rassegna Stampa - 21/04/2021

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Prisma di mer 21/04/21

    Stati Uniti, commentiamo la sentenza per l'omicidio di George Floyd con Roberto Festa e Davide Mamone. Scuola, riaperture improbabili alle…

    Prisma - 21/04/2021

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di mer 21/04/21

    Rassegna stampa internazionale di mer 21/04/21

    Rassegna stampa internazionale - 21/04/2021

  • PlayStop

    Il demone del tardi - copertina di mer 21/04/21

    Il demone del tardi - copertina di mer 21/04/21

    Il demone del tardi - 21/04/2021

  • PlayStop

    Fino alle otto di mer 21/04/21

    Il risveglio di Popolare Network, l'edicola. La rubrica accadde oggi a cura di Elena Mordiglia: 21 aprile 2004, in Israele…

    Fino alle otto - 21/04/2021

  • PlayStop

    Il Gufo e L'allodola di mer 21/04/21

    Il Gufo e L'allodola di mer 21/04/21

    Il gufo e l’allodola - 21/04/2021

  • PlayStop

    Music Revolution di mar 20/04/21

    Music Revolution di mar 20/04/21

    Music Revolution - 21/04/2021

  • PlayStop

    News Della Notte di mar 20/04/21

    News Della Notte di mar 20/04/21

    News della notte - 21/04/2021

  • PlayStop

    A casa con voi di mar 20/04/21

    A casa con voi di mar 20/04/21

    A casa con voi - 21/04/2021

  • PlayStop

    Ora di punta di mar 20/04/21

    Ora di punta di mar 20/04/21

    Ora di punta – I fatti del giorno - 21/04/2021

  • PlayStop

    Esteri di mar 20/04/21

    Esteri di mar 20/04/21

    Esteri - 21/04/2021

  • PlayStop

    Sunday Blues di mar 20/04/21

    Sunday Blues di mar 20/04/21

    Sunday Blues - 21/04/2021

  • PlayStop

    Uno di Due di mar 20/04/21

    Uno di Due di mar 20/04/21

    1D2 - 21/04/2021

  • PlayStop

    Considera l'armadillo mar 20/04/21

    Considera l'armadillo mar 20/04/21

    Considera l’armadillo - 21/04/2021

  • PlayStop

    Jack di mar 20/04/21

    Ospite della puntata Davide Toffolo intervistato da Florencia Di Stefano Abichiain e Matteo Villaci

    Jack - 21/04/2021

  • PlayStop

    Stay Human di mar 20/04/21

    Stay Human di mar 20/04/21

    Stay human - 21/04/2021

Adesso in diretta