Approfondimenti

“La crisi non ce la possiamo permettere”: il ministro Gualtieri a Radio Popolare

Roberto Gualtieri - Risarcimenti COVID

Il Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri a Radio Popolare sul Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza da 220 miliardi e il nuovo decreto Ristori che dovrebbe arrivare in Parlamento già giovedì, se Italia Viva non fa cadere il governo.

L’intervista di Claudio Jampaglia a Ora Di Punta.

Questo piano di rilancio rappresenta davvero un’opportunità unica e irripetibile per cambiare l’Italia. È un piano di 200 miliardi, ma in realtà di 300 miliardi se si considerano anche gli interventi previsti dalla legge di bilancio e che sono complementari, penso agli sgravi per le assunzioni di giovani e di donne, agli investimenti o alla fiscalità di vantaggio del Mezzogiorno. È un piano che richiede la partecipazione di tutti gli attori del Paese e da questo punto di vista è fondamentale un coinvolgimento delle parti sociali e della società civile, che noi vogliamo avviare immediatamente dopo il Consiglio dei Ministri per la finalizzazione del piano. Poi bisogna costruire una partnership con questi attori anche nella sua realizzazione.

Lo avete chiamato Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Parole che valgono anche per il governo, quindi. È un documento di discordia, di ritrovata unione o di tregua?

Io spero che questo lavoro e questo metodo contribuiscano a rilanciare l’azione di governo, anche perché francamente nel pieno di una pandemia una crisi sarebbe davvero incomprensibile e pericolosa. Noi non possiamo permetterci di limitare la capacità di azione del governo anche di prendere misure straordinarie. Penso ad esempio al prossimo scostamento di bilancio che dobbiamo decidere e realizzare. Noi siamo nel pieno di una pandemia e credo che i cittadini si aspettino un governo che governa e che fa le cose necessarie. Penso che il metodo del dialogo e dell’ascolto sia l’unico possibile.
Noi siamo ovviamente aperti, come abbiamo dimostrato anche in questo passaggio di revisione del piano, e penso e spero che tutti capiranno che creare una situazione di crisi e di confusione sia uno scenario negativo che l’Italia non può permettersi e che i cittadini non comprenderebbero.

Cosa significherebbe adesso una crisi di governo?

Una crisi di governo è uno scenario normalmente pericoloso e lo è maggiormente durante una pandemia. L’Italia non si può permettere una crisi di governo, soprattutto in questo momento. Io voglio essere fiducioso ed ottimista. Sono convinto che tutti avranno a cuore gli interessi del Paese e degli italiani. Non è il momento per litigare. È il momento per risolvere i problemi e anche per rilanciare una strategia comune di legislatura e penso che il metodo che è stato adottato, anche di ascolto e di condivisione, sia il metodo tutto anche per realizzare quel patto di legislatura a cui ha fatto riferimento Nicola Zingaretti. Altri scenari sono scenari i cittadini considererebbero incomprensibili e anche irresponsabili.

  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di sabato 21/05/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 21/05/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di venerdì 20/05/2022 delle 19:51

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 21/05/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Pop Up Live di sabato 21/05/2022

    PopUp Live! Alberto Nigro e Andrea Frateff-Gianni – storici conduttori di PopUp – daranno vita a una trasmissione itinerante con…

    Pop Up Live - 21/05/2022

  • PlayStop

    I girasoli di sabato 21/05/2022

    La trasmissione è un appuntamento con l’arte e la fotografia e con le ascoltatrici e gli ascoltatori che vogliono avere…

    I girasoli - 21/05/2022

  • PlayStop

    Stay human di sabato 21/05/2022

    Ogni sabato dalle 16.30 alle 17.30, musica e parole che ci tirano su il morale in compagnia di Claudio Agostoni…

    Stay human - 21/05/2022

  • PlayStop

    Senti un po’ di sabato 21/05/2022

    Senti un po’ è un programma della redazione musicale di Radio Popolare, curata e condotta da Niccolò Vecchia, che da…

    Senti un po’ - 21/05/2022

  • PlayStop

    DOC – Tratti da una storia vera di sabato 21/05/2022

    I documentari e le docu-serie sono diventati argomento di discussione online e offline: sesso, yoga, guru, crimine, storie di ordinaria…

    DOC – Tratti da una storia vera - 21/05/2022

  • PlayStop

    Ollearo.con di sabato 21/05/2022

    Un faro nel weekend per orientare la community di RP. Il collante a tenuta super che tiene insieme gli elementi…

    Ollearo.con - 21/05/2022

  • PlayStop

    Good Times di sabato 21/05/2022

    Il Polo del Novecento di Torino ospita la mostra “Più moderno di ogni moderno. Le geografie di Pier Paolo Pasolini”;…

    Good Times - 21/05/2022

  • PlayStop

    Piovono radio di sabato 21/05/2022

    Il direttore di Radio Popolare Sandro Gilioli a confronto con ascoltatori e ascoltatrici.

    Piovono radio - 21/05/2022

  • PlayStop

    Itaca di sabato 21/05/2022

    Itaca, viaggio nel presente. I giornali, l’attualità, il colloquio con chi ci ascolta. Ogni sabato dalle 8.45 alle 10.30.

    Itaca - 21/05/2022

  • PlayStop

    Itaca di sabato 21/05/2022

    Itaca, viaggio nel presente. I giornali, l’attualità, il colloquio con chi ci ascolta. Ogni sabato dalle 8.45 alle 10.30.

    Itaca - 21/05/2022

  • PlayStop

    Mash-Up di sabato 21/05/2022

    A Lunenburg, in primavera, Ilona Staller e Immanuel Kant studiano insieme come muovere le dita nelle variazioni Goldberg, ascoltando Fela…

    Mash-Up - 21/05/2022

  • PlayStop

    News della notte di venerdì 20/05/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 21/05/2022

  • PlayStop

    Psicoradio di venerdì 20/05/2022

    Psicoradio, la radio della mente Nasce nel 2006, frutto della collaborazione tra il Dipartimento di Salute Mentale dell’Azienda Usl di…

    Psicoradio - 21/05/2022

  • PlayStop

    Gli speciali di venerdì 20/05/2022

    I reportage e le inchieste di Radio Popolare Il lavoro degli inviati, corrispondenti e redattori di Radio Popolare e Popolare…

    Gli speciali - 21/05/2022

  • PlayStop

    Gli speciali di venerdì 20/05/2022

    I reportage e le inchieste di Radio Popolare Il lavoro degli inviati, corrispondenti e redattori di Radio Popolare e Popolare…

    Gli speciali - 21/05/2022

  • PlayStop

    Esteri di venerdì 20/05/2022

    1-Braccio di ferro Stati Uniti – Russia sul grano ucraino. Per togliere il blocco navale Mosca chiede la revoca delle…

    Esteri - 21/05/2022

  • PlayStop

    Esteri di venerdì 20/05/2022

    Il giro del mondo in 24 ore. Ideato da Chawki Senouci Data di nascita: 6 ottobre 2003 (magazine domenicale di…

    Esteri - 21/05/2022

  • PlayStop

    Lezioni antimafia: Franco La Torre

    Quarto incontro di “Lezioni di antimafia”. “Giustizia Memoria Diritti” è il titolo del ciclo ideato dalla Scuola di Formazione “Antonino…

    Lezioni di antimafia - 21/05/2022

Adesso in diretta