Approfondimenti

I raid russi non solo su Aleppo

“Dite al mondo che siamo tornati all’inferno”. In queste ore molti cittadini di Aleppo scrivono queste parole sui social network. I quartieri orientali della città, sotto assedio da tempo, non ricevono aiuti dalla scorsa estate. La rete è il loro unico contatto con il mondo esterno.

Il regime aveva invitato ribelli e popolazione civile a lasciare la città. In modo da poter entrare senza problemi, come fatto in altri centri del paese. Ma quasi nessuno è andato via. Nessuno si fida di Assad. Finito questo periodo di stop, durato più di due settimane, la campagna per strappare Aleppo ai ribelli è quindi ripresa e sembra essere entrata nella fase finale. Lo confermerebbero anche le mosse russe.

Mosca ha usato per la prima volta le navi appena arrivate al largo della costa siriana nel Mediterraneo. Da lì sono partiti missili e caccia. I russi hanno detto di aver colpito postazioni dell’ISIS e di altre organizzazioni terroristiche. I raid si sono concentrati sulle province di Homs e Idlib, la roccaforte dell’opposizione armata.

Le operazioni militari sono cominciate dopo una telefonata tra Putin e Trump, nella quale si è parlato anche di Siria. Secondo il Cremlino i due avrebbero concordato una maggiore cooperazione contro il terrorismo.

La ripresa dei raid su Aleppo potrebbe anticipare la ripresa della campagna di terra dell’esercito siriano e dei suoi alleati sul campo. La campagna era stata interrotta diverse settimane fa. Adesso sembrerebbe che ci siano le condizioni per andare avanti.

Il fatto che la Russia stia colpendo anche in altre zone, dicevamo Homs e Idlib, vuol dire che quella che sta per cominciare sarà sicuramente una campagna massiccia, che non si concentrerà solo sull’ISIS. Nella città di Aleppo e nella provincia di Idlib non ci sono miliziani dello Stato Islamico. A Homs la loro presenza è decisamente minoritaria.

In Siria, nelle zone controllate dai ribelli, criticano da tempo l’immobilismo americano. Trump non si spenderà nemmeno a parole per l’opposizione siriana. Difficile che a questo punto il regime non riesca a riprendere il controllo di tutta la città di Aleppo, l’ultimo grande centro urbano ancora in mano, seppur parzialmente, all’opposizione.

  • Autore articolo
    Emanuele Valenti
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di mer 24/02/21 delle 19:47

    Metroregione di mer 24/02/21 delle 19:47

    Rassegna Stampa - 25/02/2021

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Jazz Ahead di mer 24/02/21

    Jazz Ahead di mer 24/02/21

    Jazz Ahead - 25/02/2021

  • PlayStop

    A casa con voi di mer 24/02/21

    A casa con voi di mer 24/02/21

    A casa con voi - 25/02/2021

  • PlayStop

    Ora di punta di mer 24/02/21

    Ora di punta di mer 24/02/21

    Ora di punta – I fatti del giorno - 25/02/2021

  • PlayStop

    Esteri di mer 24/02/21

    1-Birmania. La generazione Z in prima linea contro il colpo di stato...L’intervista di Martina Stefanoni a una giovane manifestante. ..2-”…

    Esteri - 25/02/2021

  • PlayStop

    Serve And Volley di ven 19/02/21

    Serve And Volley di ven 19/02/21

    Serve&Volley - 25/02/2021

  • PlayStop

    Sunday Blues di mer 24/02/21

    Sunday Blues di mer 24/02/21

    Sunday Blues - 25/02/2021

  • PlayStop

    Uno di Due di mer 24/02/21

    Uno di Due di mer 24/02/21

    1D2 - 25/02/2021

  • PlayStop

    Considera l'armadillo mer 24/02/21

    Considera l'armadillo mer 24/02/21

    Considera l’armadillo - 25/02/2021

  • PlayStop

    Jack di mer 24/02/21

    Ospiti i Selton per singolo nuovo e Federico Rasetti Managing Director di Keepon Live che presenta l'iniziativa L'Ultimo Concerto?

    Jack - 25/02/2021

  • PlayStop

    Stay Human di mer 24/02/21

    Stay Human di mer 24/02/21

    Stay human - 25/02/2021

  • PlayStop

    Memos di mer 24/02/21

    Draghi, Giavazzi e il fisco. Gli stralci sulle tasse del discorso di Draghi sulla fiducia al Senato sono identici ad…

    Memos - 25/02/2021

  • PlayStop

    Alberto Pellai, Mentre la tempesta colpiva forte

    ALBERTO PELLAI - MENTRE LA TEMPESTA COLPIVA FORTE - presentato da SARA MILANESE

    Note dell’autore - 25/02/2021

  • PlayStop

    Cult di mer 24/02/21

    ira rubini, cult, lawrence ferlinghetti, beat generation, a coney island of mind, city lights, risonanze, maurizio principato, tiziana ricci, crowdfunding…

    Cult - 25/02/2021

  • PlayStop

    Doppio Click di mer 24/02/21

    Tensioni tra Apple e Facebook, ma anche tra Apple e Google; Facebook: l’AI per cancellare i post di odio; nuova…

    Doppio Click - 25/02/2021

  • PlayStop

    psicoradio di mar 23/02/21

    ..Sleghiamoli subito (anche gli anziani)..Intervista a Giovanna Del Giudice, portavoce della campagna nazionale per l'abolizione della contenzione “... e tu…

    Psicoradio - 25/02/2021

  • PlayStop

    Prisma di mer 24/02/21

    Brescia zona arancione rafforzata, ma Bertolaso commenta: é la terza ondata. Ma allora perché non zona rossa? - L'ultimo pesante…

    Prisma - 25/02/2021

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di mer 24/02/21

    Rassegna stampa internazionale di mer 24/02/21

    Rassegna stampa internazionale - 25/02/2021

  • PlayStop

    Il demone del tardi - copertina di mer 24/02/21

    Il demone del tardi - copertina di mer 24/02/21

    Il demone del tardi - 25/02/2021

Adesso in diretta