Approfondimenti

Bloccata la protesta contro le esercitazioni

I manifestanti sono riusciti ad entrare nella base nonostante la polizia. Qui gli ultimi aggiornamenti dalla manifestazione organizzata questa mattina a Capo Teulada nel Sulcis dalla Rete No Basi, un coordinamento che chiede lo smantellamento delle zone militari nella regione. Oggetto della protesta la Trident Juncture 2015, una missione di addestramento – in sedici luoghi diversi – cominciata il 3 ottobre (in chiusura il 6 novembre), con 28 Paesi partecipanti.

Manifestante No Basi: il racconto delle 17.30

La Questura aveva fatto sapere di non voler consentire la manifestazione. Nei giorni scorsi erano anche arrivati 12 fogli di via validi tre anni per i militanti che si erano avvicinati alle aree oggetto della missione NATO. Questa mattina sono stati consegnati altri tre fogli di via. I manifestanti sono partiti lo stesso, diretti a Capo Teulada, ma la polizia ha bloccato il pullman su cui viaggiavano.

Ascolta il racconto di un attivista della Rete No Basi.

Questa mattina il pullman che portava i manifestanti verso Capo Teulada è stato fermato dalla polizia.

Il racconto dell’attivista

Lo scopo dichiarato della missione NATO è organizzare gli eserciti partecipanti in modo da poter “pacificare” in modo rapido le aree in conflitto. La Rete No Basi, antimilitarista per vocazione, si oppone a chi vuole fare della Sardegna un set per azioni militari. Soprattutto perché la regione già paga e ha pagato in passato un prezzo altissimo per le esercitazioni militari: il 61% del territorio è coperto da servitù militari. Il poligono di Quirra è il simbolo di questo dramma: altissima incidenza di tumori, malformazioni, indelebili tracce di inquinamento.

Questa manifestazione è stata comunicata alla Questura il 29 ottobre, scrivono gli organizzatori in un comunicato. I media sardi però riportano la notizia del ritiro dei permessi, che in via ufficiale, però, non c’è stato. E gli organizzatori vanno avanti, qualunque cosa accada.

La Trident Juncture è la più grande esercitazione realizzata dalla Nato dai tempi della guerra fredda. Si svolge in Italia, Spagna e Portogallo dal 3 ottobre al 6 novembre, e significativamente coinvolge anche militari dell’Ucraina, nonostante quel paese non sia membro dell’Alleanza Atlantica.

Una prova di forza legata al rinnovato attivismo della Nato in chiave anti Putin, come ci ha spiegato Manlio Dinucci, analista geopolitico e autore del recente saggio “L’Arte della Guerra, Annali della Strategia USA-NATO (1990-2015) “.

L’intervista è di Lorenza Ghidini e Gianmarco Bachi

Manlio Dinucci – Trident Juncture 2015

 

  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di venerdì 30/09/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 30/09/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di venerdì 30/09/2022 delle 7:15

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 30/09/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    37e2 di venerdì 30/09/2022

    Se non è febbre, quasi. 37 e 2 è la trasmissione dedicata ai temi dell’invalidità e della non autosufficienza. Dalle…

    37 e 2 - 30/09/2022

  • PlayStop

    Alessandro Baricco, La via della narrazione

    ALESSANDRO BARICCO – LA VIA DELLA NARRAZIONE – presentato da IRA RUBINI

    Note dell’autore - 30/09/2022

  • PlayStop

    Il giorno delle locuste di venerdì 30/09/2022

    Le locuste arrivano come orde, mangiano tutto quello che trovano sul loro cammino e lasciano solo desertificazione e povertà. Gianmarco…

    Il giorno delle locuste - 30/09/2022

  • PlayStop

    Il giorno delle locuste di venerdì 30/09/2022

    Le locuste arrivano come orde, mangiano tutto quello che trovano sul loro cammino e lasciano solo desertificazione e povertà. Gianmarco…

    Il giorno delle locuste - 30/09/2022

  • PlayStop

    Il demone del tardi di venerdì 30/09/2022

    a cura di Gianmarco Bachi

    Il demone del tardi - 30/09/2022

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di venerdì 30/09/2022

    Notizie, opinioni, punti di vista tratti da un'ampia gamma di fonti - stampa cartacea, social media, Rete, radio e televisioni…

    Esteri – La rassegna stampa internazionale - 30/09/2022

  • PlayStop

    Caffè nero bollente di venerdì 30/09/2022

    Ogni mattina dalle 6 alle 7 insieme a Florencia Di Stefano-Abichain sfogliamo i giornali, ascoltiamo bella musica e ci beviamo…

    Caffè Nero Bollente - 30/09/2022

  • PlayStop

    Serve & Volley di giovedì 29/09/2022

    Musica e parole per chiudere in bellezza il palinsesto dei giovedì! Con Marco Sambinello e Niccolò Guffanti.

    Serve&Volley - 30/09/2022

  • PlayStop

    News della notte di giovedì 29/09/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 30/09/2022

  • PlayStop

    Live Pop di giovedì 29/09/2022

    Dal 15 settembre, ogni giovedì alle 21, l’auditorium Demetrio Stratos di Radio Popolare torna ad ospitare concerti, presentazioni di libri,…

    Live Pop - 30/09/2022

  • PlayStop

    Camere Oscure di giovedì 29/09/2022

    Camere Oscure è la trasmissione che Radio Popolare dedica alla campagna elettorale. Da lunedì 12 a venerdi' 24 settembre, tutti…

    Camere Oscure - 30/09/2022

  • PlayStop

    Esteri di giovedì 29/09/2022

    1-Domani Putin certificherà l’annessione del Donbass. L’ Onu ribadisce che non ha valore legale e merita di essere condannata. 2-Francia.…

    Esteri - 30/09/2022

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di giovedì 29/09/2022

    (13 - 204) Dove si commenta con Luca Paladini, dei Sentinelli, la sentenza del Tribunale di Trieste che ha condannato…

    Muoviti muoviti - 30/09/2022

  • PlayStop

    Di tutto un boh di giovedì 29/09/2022

    l’Italia è una repubblica fondata sul sentito dire. Tra cliché e cose spiegate male, è un attimo perdersi un pezzo…

    Di tutto un boh - 30/09/2022

  • PlayStop

    Madeleines di giovedì 29/09/2022

    Un ricordo può arrivare inaspettato, portandosi dietro la nostalgia di un mondo. Basta un accordo, una canzone, un suono. In…

    Madeleines - 30/09/2022

Adesso in diretta