Approfondimenti

Debora Kayembe, la prima donna africana a dirigere l’Università di Edimburgo

Kayembe

“Non rassegnatevi davanti ad una porta chiusa, prendete tutte le possibilità che vi vengono offerte. Se dovrete correre per ottenere quello che volete, correte, se dovrete saltare, saltate”. A parlare è Debora Kayembe, avvocata e attivista per i diritti umani che dal primo marzo sarà la nuova rettrice dell’Università di Edimburgo. Solo quindici anni fa, è stata costretta a lasciare il suo paese natale, il Congo, e cercare rifugio politico nel Regno Unito.Debora Kayembe è nata a Kinshasa, in una famiglia benestante. A 19 anni decide che non può e non vuole stare a guardare le ingiustizie, la povertà e le disuguaglianze di cui le persone accanto a lei sono vittime ogni giorno e si iscrive a giurisprudenza, specializzandosi in diritto internazionale. Nel suo paese conduce un’indagine su un massacro avvenuto a Bunia, capoluogo della provincia dell’Ituri, e smaschera un gruppo di milizie armate. La sua vita è in pericolo, le milizie la vogliono uccidere, ed è costretta a lasciare il proprio paese per il Regno Unito. È il 2005, Debora Kayembe ha 30 anni.

“Quando sono arrivata nel Regno Unito, sono finita a Heathrow. Non sono arrivata direttamente aGlasgow. La Scozia ha rappresentato il viaggio per stare meglio e per sopravvivere. Perché a Londra è stata dura sopravvivere: ero affamata. Sono stata senza cibo né acqua per tre giorni al centro d’immigrazione. Ero incinta di 7 mesi. La settimana dopo ho preso un bus che mi ha portata da Londra al nord dell’Inghilterra. Il viaggio è durato 10 ore, dopo altre 10 ore di interrogatorio, come una criminale. Solo perché ero arrivata in questo Paese. Poi ho realizzato: questo persone mi hanno trattata così forse perché ero nera, o forse perché non era il mio Paese. Ma quello che ho capito giorno dopo giorno negli anni in cui sono stata in questo Paese è che ognuno di noi ha i suoi problemi, il suo modo di sopravvivere”.In Inghilterra le sue qualifiche da avvocato non valgono niente, gli studi fatti in Congo non le sono riconosciuti. Per questo si trasferisce in Scozia, dove, invece, viene riconosciuta come avvocato. Qui, Debora rinasce. Nel 2012 entra a far parte del consiglio di amministrazione dello Scottish Refugee Council e nel 2016, viene chiamata a far parte della Royal Society of Edinburgh nella Commissione Africa. Si batte per l’uguaglianza e i diritti umani, contro il razzismo e le discriminazioni, che nel corso degli anni si è trovata ad affrontare sulla sua pelle. Fino ad arrivare ad oggi, quando una delle Università più prestigiose del Regno Unito, al quinto posto in Europa, la nomina rettrice. Debora Kayembe sarà la terza donna a ricoprire questo ruolo in 400 anni, ma la prima donna di colore. Kayembe ha definito la nomina come una “montagna russa” emotiva, e ha commentato: “E’ qualcosa che non avrei mai immaginato potesse succedere a me”.

Foto | Debora Kayembe

  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di lun 01/03/21

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 03/01/2021

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di lun 01/03/21 delle 07:15

    Metroregione di lun 01/03/21 delle 07:15

    Rassegna Stampa - 03/01/2021

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    DOC di lun 01/03/21

    DOC 29 - AFRAID OF FAILING - Il primo documentario italiano sull’Hikikomori, termine giapponese che significa "stare in disparte", fenomeno…

    DOC – Tratti da una storia vera - 01/03/2021

  • PlayStop

    Note dell'autore di lun 01/03/21

    Note dell'autore di lun 01/03/21

    Note dell’autore - 03/01/2021

  • PlayStop

    Cult di lun 01/03/21

    Cult di lun 01/03/21

    Cult - 03/01/2021

  • PlayStop

    Sui Generis di lun 01/03/21

    Il 2 marzo del 2016 Berta Cáceres, ambientalista e attivista honduregna, veniva assassinata. La casa editrice Capovolte ha pubblicato il…

    Sui Generis - 03/01/2021

  • PlayStop

    Prisma di lun 01/03/21

    Covid, terza ondata in arrivo? Con il virologo Fabrizio Pregliasco. Microfono aperto: come avete imparato a convivere col virus e…

    Prisma - 03/01/2021

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di lun 01/03/21

    Rassegna stampa internazionale di lun 01/03/21

    Rassegna stampa internazionale - 03/01/2021

  • PlayStop

    Di Lunedi di lun 01/03/21

    Di Lunedi di lun 01/03/21

    DiLunedì - 03/01/2021

  • PlayStop

    Fino alle otto di lun 01/03/21

    Il risveglio di Popolare Network, l'edicola. La rubrica accadde oggi a cura di Elena Mordiglia: 1 marzo 1969 – Durante…

    Fino alle otto - 03/01/2021

  • PlayStop

    Reggae Radio Station di dom 28/02/21

    Reggae Radio Station di dom 28/02/21

    Reggae Radio Station - 03/01/2021

  • PlayStop

    Prospettive Musicali di dom 28/02/21

    ..A cura di Fabio Barbieri. Terje Rypdal, Danilo Rea, Shinya Fukumori Trio, Sven Helbig, Murray Perhaia, Tomasz Stanko Quartet, Keith…

    Prospettive Musicali - 01/03/2021

  • PlayStop

    Sacca del Diavolo di dom 28/02/21

    Sacca del Diavolo di dom 28/02/21

    La sacca del diavolo - 01/03/2021

  • PlayStop

    Sunday Blues di dom 28/02/21

    Sunday Blues di dom 28/02/21

    Sunday Blues - 01/03/2021

  • PlayStop

    Bollicine di dom 28/02/21

    Bollicine di dom 28/02/21

    Bollicine - 01/03/2021

  • PlayStop

    Domenica Aut di dom 28/02/21

    Domenica Aut di dom 28/02/21

    DomenicAut - 01/03/2021

  • PlayStop

    Italian Girl di dom 28/02/21

    Italian Girl di dom 28/02/21

    Italian Girl - 01/03/2021

  • PlayStop

    L'artista della settimana di dom 28/02/21

    Gianmaria Testa - a cura di Niccolò Vecchia

    L’Artista della settimana - 01/03/2021

Adesso in diretta