Approfondimenti

Che cosa è successo oggi? – Martedì 26 gennaio 2021

uscire dalla crisi - Conte Nuovo DPCM - Rimpasto di governo

Il racconto della giornata di martedì 26 gennaio 2021 attraverso le notizie principali del giornale radio delle 19.30, dai dati dell’epidemia in Italia all’attesa per le consultazioni al Quirinale dopo le dimissioni presentate oggi a Mattarella da Giuseppe Conte, mentre dall’UE continuano a denunciare i ritardi sui vaccini senza tentare la strada di esigere la licenza dei farmaci per ragioni di salute pubblica. La doppia menzogna di Attilio Fontana sulla zona rossa in Lombardia e il caso delle mascherine U Mask su cui sta indagando la Procura di Milano. Negli Stati Uniti, intanto, Joe Biden firmerà a breve una serie di ordini esecutivi sul tema della giustizia razziale. Infine, i grafici del contagio nelle elaborazioni di Luca Gattuso.

I dati dell’epidemia diffusi oggi

Sono 10.593 i nuovi casi di covid registrati nelle ultime 24 ore. 257Mila i tamponi effettuati. Il tasso di positività scende al 4,1%, ieri era al 5,9.
Tornano a calare anche le terapie intensive, 49 in meno tra entrate e uscite rispetto a ieri, per un totale di 2.372 persone attualmente ricoverate in terapia intensiva. Prosegue anche il calo dei ricoverati nei reparti ordinari. Mentre resta alto il numero di vittime 541 quelle comunicate nelle ultime 24 ore, ieri erano state 420.

Al via domani le consultazioni al Quirinale

(di Anna Bredice)

Sarà domani forse la giornata in cui si sveleranno un po’ di più le intenzioni dei partiti. Per ora c’è un po’ di tattica e alcune dichiarazioni, che però non fanno ben sperare in un nuovo reincarico a Conte. Del resto era proprio quello che lui temeva: un minuto dopo le sue dimissioni sono cominciate le frasi di appoggio, ma commissionate da molte subordinate. “Prima parliamo di programmi e temi, poi vengono i nomi”, è ad esempio l’ultima dichiarazione del capogruppo del Pd Marcucci, che non sembra spellarsi le mani per il ritorno di Conte a Palazzo Chigi. L’attenzione naturalmente è verso Italia viva, che al momento vuole tenersi ancora un po’ coperta: “Nessun veto”, dicono, ma i renziani aspettano di capire come va a finire la costruzione di un nuovo gruppo al senato, se avrà i numeri necessari per convincere Mattarella a dare un nuovo incarico a Conte: a quel punto decideranno. L’assemblea di Italia viva è prevista domani sera: ancora del tempo quindi per valutare. L’operazione di Conte per un nuovo gruppo va avanti ma a rilento. De Falco sparge ottimismo e dice che sono già dieci, ma i nomi sembrano gli stessi di qualche giorno fa. Poi c’è il centrodestra che ha deciso di andare insieme alle consultazioni, mostrando un’unità che è solo apparente, perchè Forza Italia vorrebbe un governo di unità nazionale, invece Salvini e Meloni vorrebbero il voto al più tardi a giugno, ma andando insieme impediscono alle formazioni di centro che stanno a destra di esprimere un consenso verso il nome di Conte. Infine i 5 stelle, compatti intorno al presidente del consiglio, ma anche con qualche mugugno: e se Renzi per dividerli facesse i nomi di Di Maio e Fico, fino a che punto sosterrebbero Conte? L’impressione è che tutto sia solo iniziato, per ora, e che il Conte ter sia solo una delle tante ipotesi tutte sul tavolo.

Vaccini. Perché l’UE e i governi non esigono la licenza dei farmaci per ragioni di salute pubblica?

(di Massimo Alberti)

L’Unione ed i governi europei continuano a denunciare i ritardi delle cause farmaceutiche nelle consegne del vaccino, ma non fanno l’unica azione efficace: esigere la licenza del farmaco per ragioni di salute pubblica, come permesso anche dall’organizzazione mondiale del commercio. Oggi ad alzare la voce è stata la presidente della commissione Von Der Leyen, sottolineando che dopo i miliardi pubblici investiti per contribuire allo sviluppo dei vaccini, ora le compagnie devono mantenere gli impegni. Von Der Leyen ha confermato che l’UE creerà una commissione per capire se le compagnie abbiano venduto all’estero dosi invece destinate ai paesi europei. L’Agenzia svedese per la sanità pubblica invece ha sospeso il pagamento per i vaccini Covid-19 a Pfizer. L’Unione ed i governi europei continuano a denunciare i ritardi delle cause farmaceutiche nelle consegne del vaccino, ma non fanno l’unica azione efficace: esigere la licenza del farmaco per ragioni di salute pubblica, come permesso anche dall’organizzazione mondiale del commercio. Oggi ad alzare la voce è stata la presidente della commissione Von Der Leyen, sottolineando che dopo i miliardi pubblici investiti per contribuire allo sviluppo dei vaccini, ora le compagnie devono mantenere gli impegni. Von Der Leyen ha confermato che l’UE creerà una commissione per capire se le compagnie abbiano venduto all’estero dosi invece destinate ai paesi europei. Davanti al parlamento europeo invece c’è stata l’audizione di Emer Cooke, la direttrice dell’agenzia europea del farmaco, che ha dato due informazioni importanti: l’autorizzazione al vaccino Astra-Zeneca potrebbe avvenire solo su alcune fasce d’età, e che il vaccino russo potrebbe essere preso in considerazione per una valutazione scientifica.

La doppia menzogna di Fontana sulla zona rossa

(di Alessandro Braga)

Ricapitoliamo, perché il pensiero di chi governa Regione Lombardia è ingarbugliato come una matassa. Il tema è quello dei dati sbagliati, che hanno costretto la Lombardia a una settimana di zona rossa, quando invece sarebbe dovuta essere arancione. Bene, per Fontana e company, prima è stata colpa del governo, poi di nessuno, ora, di nuovo del governo, in particolare del ministro Speranza.
Una posizione, quest’ultima, ribadita in consiglio regionale. In una sede istituzionale quindi, dove non si dovrebbero dire falsità. [CONTINUA A LEGGERE]

TikTok e la disinformazione sulla challenge letale

(di Diana Santini)

Oggi a Palermo ci sono stati i funerali della bambina di dieci anni morta per asfissia dopo essersi legata una cintura al collo. Nei giorni scorsi quasi tutti i media hanno attribuito senza alcun dubbio la responsabilità di questa morte a una “challenge” su Tiktok, a una sfida di coraggio tra bambini. Ma forse questa attribuzione è stata troppo frettolosa. Sentiamo Arianna Ciccone, del gruppo di fact checking Valigia Blu:


 

A Palermo smantellato il welfare dei boss di mafia

(di Alessandro Principe)

Una specie di welfare della mafia. E’ quello smantellato a Palermo nel quartiere Zen, uno dei più poveri della città: 16 gli arresti tra i mafiosi nel potente e storico mandamento di San Lorenzo e Tommaso Natale, che cercava di riorganizzarsi attraverso la costituzione della cupola mafiosa nella provincia di Palermo. “Le indagini ci hanno consentito di scoprire – dicono gli inquirenti – come la mafia tentasse allo Zen di Palermo di dare una sorta di welfare mafioso alla gente che aveva bisogno di avere assistenza durante la prima fase del lockdown con sussidi di tipo alimentare”.
Cinque gli imprenditori che si sono ribellati alla mafia e hanno denunciato. Ne parliamo con Salvatore Caradonna, uno dei fondatori dell’Associazione antiracket e antimafia Addiopizzo. [LEGGI L’INTERVISTA]

Grave incidente sul lavoro in provincia di Brindisi

Grave incidente sul lavoro in provincia di Brindisi. Il solaio di un capannone in costruzione è crollato, lasciando un gruppo di operai sotto le macerie. Franco Mastrovito, di 49 anni, titolare dell’impresa edile, è morto. Per tutto il pomeriggio i soccorritori hanno continuato a scavare tirando fuori 4 operai, tutti ricoverati in codice rosso. Sono in corso le indagini per stabilire l’esatta dinamica del crollo.

Il caso delle mascherine U Mask. Indaga la Procura di Milano

(di Diana Santini)

Le U Mask, le onnipresenti mascherine supertecnologiche vendute, a caro prezzo, come efficaci al 99% contro il coronavirus potrebbero funzionare meno di una banale mascherina chirurgica. La procura di Milano, su esposto di una ditta concorrente, ha disposto il sequestro di 15 U Mask con relativi filtri per verificarne l’effettiva capacità filtrante: l’azienda dichiara un’efficacia del 98-99% per una durata di 200 ore e le vende, sul suo sito, a 32 euro l’una. Nell’esposto si parla invece di un’efficacia del 70/80%, ben al di sotto di quanto richiesto dalla legge per i dispositivi fp1. L’azienda replica che tutto è in regola, la procura dovrà ora fare le analisi di laboratorio. Già in passato erano emersi dubbi sulle U Mask e sull’azienda che le produce, a occuparsene per il Salvagente era stata Valentina Corvino:


 

Biden firmerà degli ordini esecutivi sulla giustizia razziale

Stati Uniti. Joe Biden firmerà a breve una serie di ordini esecutivi sul tema della giustizia razziale. Tra questi, una commissione sulla polizia – anche come risposta all’omicidio di George Floyd -, un decreto per promuovere politiche eque nell’edilizia popolare, uno per migliorare le condizioni dei detenuti e lo stop ai nuovi contratti federali con le carceri private. “L’America non è mai stata all’altezza della sua promessa di uguaglianza per tutti”, ha detto il neo presidente che sembra voler dar seguito all’agenda riformista annunciata in campagna elettorale. Da Biden ci si può aspettare una svolta sul tema delle discriminazioni razziali? Lo abbiamo chiesto a Fabrizio Tonello, americanista dell’università di Padova:


 

L’andamento dell’epidemia di COVID-19 in Italia

  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di lunedì 15/08/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 15/08/2022

Ultimo Metroregione

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    La Portiera di lunedì 15/08/2022

    Dopo aver rivoltato la redazione della radio come un calzino durante le vacanze invernali, Cinzia Poli ritorna in portineria per…

    La Portiera - 15/08/2022

  • PlayStop

    Incontro con Studio Azzurro, gli artisti che hanno coniugato poesia e tecnologia

    Incontriamo Fabio Cirifino, Leonardo Sangiorgi e Laura Marcolini – ovvero Studio Azzurro – con i loro giovani collaboratori. Ci illustreranno…

    All you need is pop 2022 - 15/08/2022

  • PlayStop

    Conduzione musicale di lunedì 15/08/2022 delle 15:35

    Un viaggio musicale sempre diverso insieme ai nostri tanti bravissimi deejay: nei giorni festivi, qua e là, ogni volta che…

    Conduzione musicale - 15/08/2022

  • PlayStop

    American Life di lunedì 15/08/2022

    Le poesie di Raymond Carver e le canzoni di Bruce Springsteen ci faranno da guida in un emozionante viaggio verso…

    American Life - 15/08/2022

  • PlayStop

    Poveri ma belli di lunedì 15/08/2022

    Un percorso attraverso la stratificazione sociale italiana, un viaggio nell’ascensore sociale del Belpaese, spesso rotto da anni e in attesa…

    Poveri ma belli - 15/08/2022

  • PlayStop

    Not an ordinary Joe di lunedì 15/08/2022

    Il 21 agosto di quest’anno Joe Strummer avrebbe compiuto 70 anni. Ma se n’è andato di colpo il dicembre di…

    Not an ordinary Joe - 15/08/2022

  • PlayStop

    La Scatola Magica di lunedì 15/08/2022

    La scatola magica? una radio? una testa? un cuore? un baule? questo e altro, un'ora di raccolta di pensieri, parole,…

    La Scatola Magica - 15/08/2022

  • PlayStop

    Reggae Radio Station di domenica 14/08/2022

    A ritmo di Reggae Reggae Radio Station accompagna discretamente l’ascoltatore in un viaggio attraverso le svariate sonorità della Reggae Music…

    Reggae Radio Station - 15/08/2022

  • PlayStop

    Prospettive Musicali di domenica 14/08/2022

    Prospettive musicali dà risalto a una serie di espressioni musicali che trovano generalmente poco spazio nelle programmazioni radiofoniche mainstream. Non…

    Prospettive Musicali - 15/08/2022

  • PlayStop

    News della notte di domenica 14/08/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 15/08/2022

  • PlayStop

    La sacca del diavolo di domenica 14/08/2022

    “La sacca del diavolo. Settimanale radiodiffuso di musica, musica acustica, musica etnica, musica tradizionale popolare, di cultura popolare, dai paesi…

    La sacca del diavolo - 15/08/2022

  • PlayStop

    Cosmic di domenica 14/08/2022

    Un titolo che richiama i primi lanci spaziali, vecchi film di fantascienza in bianco e nero, e ingenui giocattoli di…

    Cosmic - 15/08/2022

  • PlayStop

    Bollicine di domenica 14/08/2022

    Che cos’hanno in comune gli Area e i cartoni giapponesi? Quali sono i vinili più rari al mondo? Giunta alla…

    Bollicine - 15/08/2022

  • PlayStop

    Soulshine di domenica 14/08/2022

    Soulshine è un mix eclettico di ultime uscite e classici immortali fra soul, world music, jazz, funk, hip hop, afro…

    Soulshine - 15/08/2022

  • PlayStop

    Sister di domenica 14/08/2022

    SISTER - in cerca di alleatǝ - è una trasmissione musicale che tratta temi legati al femminismo attraverso la voce…

    Sister - 15/08/2022

  • PlayStop

    Mixtape di domenica 14/08/2022

    A compilation of favorite pieces of music, typically by different artists, recorded onto a cassette tape or other medium by…

    Mixtape - 15/08/2022

  • PlayStop

    Percorsi perVersi di domenica 14 agosto

    Ospite: Andrea De Alberti

    Percorsi PerVersi - 15/08/2022

  • PlayStop

    Walkman di domenica 14/08/2022

    Il decennio della Milano da bere raccontato in dieci puntate, attraverso le classifiche di vendita dei singoli e le storie…

    Walkman – Gli anni 80 su una C-60 - 15/08/2022

  • PlayStop

    Colazione a Pechino

    Siegmund Ginzberg corrispondente dalla Cina dal 1980 al 1987. Dopo averla ripensata e rimuginata a lungo, ha deciso di raccontarla…

    All you need is pop 2022 - 15/08/2022

  • PlayStop

    Onde Road di domenica 14/08/2022

    Autostrade e mulattiere. Autostoppisti e trakker. Dogane e confini in via di dissoluzione. Ponti e cimiteri. Periferie urbane e downtown…

    Onde Road - 15/08/2022

Adesso in diretta