Approfondimenti

Addio Conte due, ma ora gli scenari non sono migliori

conte

Non era certamente il migliore dei governi possibili e nasceva da un peccato originale: il premier, cioè Conte, era lo stesso che fino al giorno prima governava non solo con Salvini, ma proprio sotto Salvini, Salvini con le sue politiche razziste e i suoi ammiccamenti alle peggiori destre mondiali.

Poi si sa però come è andata: dopo il Papeete Salvini si è suicidato e Renzi – lo stesso Renzi che oggi fa crollare tutto – si è inventato la mossa del governo giallorosso.

Da quel momento Conte, il Conte Zelig, il trasformista Conte, si è davvero trasformato:

Non solo nelle alleanze politiche ma anche nella sicurezza in se stesso: non più pulcino bagnato nelle mani dei vicepremier ma capo di governo vero, decisionista, protagonista in Europa e presenzialista sui media, perfino un po’ troppo, tanto da irritare i comprimari, compreso il Pd, compreso Di Maio, figuriamoci Renzi che vuole i riflettori tutti per sé.

Non era il migliore dei governi possibili ma è stato il governo che ha invertito, dopo 40 anni di tagli, la rotta sul welfare, sulla sanità, sugli aiuti alla base della piramide sociale,

Complice il Covid, certo, e niente di rivoluzionario, ma comunque cose che andavano nella direzione opposta rispetto ai decenni di egemonia economica liberista, privatista, individualista.

Non era il migliore dei governi possibili ma ha affrontato con coraggio e tutto sommato pochi errori la prima fase della pandemia, quella di 10 mesi fa, per scivolare invece sulla gestione della seconda ondata, quella iniziata a ottobre.

Il Conte due non era il migliore dei governi possibili ma onestamente è difficile dire che almeno negli ultimi dieci anni in Italia si sia visto qualcosa di meglio – Berlusconi, Monti, Letta, Renzi, il Conte uno – e allora ci si chiede se davvero a questo punto qualcosa di meglio potremo vedere.

Perché a occhio gli scenari sono uno più brutto dell’altro.

Un instabile e debole Conte ter tenuto in piedi da una banda di cosiddetti responsabili, insomma diciamocelo, gli Scilipoti di sinistra.

Oppure un altro governo con la stessa maggioranza di adesso ma un altro premier e con un potere di ricatto di Renzi, il liberista Renzi, molto maggiore nelle scelte economiche.

O ancora un governo tecnico centrista a maggioranza nuova e tutta da costruire, con Berlusconi e Renzi come epicentri e poi chi ci sta ci sta, probabilmente il Pd, magari pezzi di Lega vicini a Giorgetti e Zaia, e poi le solite truppe sparse in Parlamento.

Fino all’ipotesi più spaventevole, la situazione che sfugge di mano a tutti e quindi le elezioni a maggio.

Vale a dire l’Italia senza un governo per mesi nel mezzo della pandemia, poi gli elettori chiamati a votare nelle scuole con il virus ancora in circolazione, e infine una probabile maggioranza Salvini Meloni, con il successore di Mattarella scelto dalla destra, anzi dalla destra estrema quale ancora è quella italiana.

Ecco, il Conte due non era il migliore dei governi possibili ma ora ci si chiede se questa crisi non rischia di portarci verso il peggiore degli scenari possibili .

  • Autore articolo
    Alessandro Gilioli
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di mar 26/01/21

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 26/01/2021

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di mar 26/01/21 delle 07:15

    Metroregione di mar 26/01/21 delle 07:15

    Rassegna Stampa - 26/01/2021

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Cult di mar 26/01/21

    Cult di mar 26/01/21

    Cult - 26/01/2021

  • PlayStop

    A come America del mar 26/01/21

    A come America del mar 26/01/21

    A come America - 26/01/2021

  • PlayStop

    Prisma di mar 26/01/21

    Prisma di mar 26/01/21

    Prisma - 26/01/2021

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di mar 26/01/21

    Rassegna stampa internazionale di mar 26/01/21

    Rassegna stampa internazionale - 26/01/2021

  • PlayStop

    Il demone del tardi - copertina di mar 26/01/21

    Il demone del tardi - copertina di mar 26/01/21

    Il demone del tardi - 26/01/2021

  • PlayStop

    Fino alle otto di mar 26/01/21

    Fino alle otto di mar 26/01/21

    Fino alle otto - 26/01/2021

  • PlayStop

    Indie-Re di mar 26/01/21

    ..In questa puntata di Indie Re, Cecilia Paesante ha intervistato due artisti indipendenti italiani da far conoscere agli ascoltatori delle…

    Radio Muse Indie-re - 26/01/2021

  • PlayStop

    Jazz Anthology di lun 25/01/21

    Jazz Anthology di lun 25/01/21

    Jazz Anthology - 26/01/2021

  • PlayStop

    Jailhouse Rock di lun 25/01/21

    Bobi Wine

    Jailhouse Rock - 26/01/2021

  • PlayStop

    A casa con voi di lun 25/01/21

    con Matteo Villaci. - punto quotidiano metro..- volontaria italiana in Croazia..- Servizio civile-cittadinanza attiva con arci..- studenti al primo giorno…

    A casa con voi - 26/01/2021

  • PlayStop

    Ora di punta di lun 25/01/21

    Ora di punta di lun 25/01/21

    Ora di punta – I fatti del giorno - 26/01/2021

  • PlayStop

    Esteri di lun 25/01/21

    1-Stati Uniti. Al via la procedura di impeachment di Trump nel Senato. ( Roberto Festa) ..2-Prova di dialogo tra Turchia…

    Esteri - 26/01/2021

  • PlayStop

    Sunday Blues di lun 25/01/21

    Sunday Blues di lun 25/01/21

    Sunday Blues - 26/01/2021

  • PlayStop

    Considera l'armadillo lun 25/01/21

    Si parla con Sandro Mazzariol, professore dell'Università di Padova e Responsabile dell'unità d'intervento del Cetaceans strandings Emergency Response Team Cert…

    Considera l’armadillo - 26/01/2021

  • PlayStop

    Gimme Shelter di lun 25/01/21

    Puntata 23 - I viaggi come materiali da costruzione. La vita è un giardino di rose, pronto per una nuova…

    Gimme Shelter - 26/01/2021

  • PlayStop

    Jack di lun 25/01/21

    Yo Yo Mundi. A cura di Andrea Cegna

    Jack - 26/01/2021

  • PlayStop

    Record Store di lun 25/01/21

    Il grammelot nella popular music

    Record Store - 26/01/2021

Adesso in diretta