la risposta del quartiere

L’Ortica cancella lo sfregio fascista

lunedì 04 dicembre 2017 ore 18:27

Qualche abitante del quartiere ha coperto parzialmente la scritta inneggiante a Mussolini comparsa nella notte sul cavalcavia Buccari in zona Ortica a Milano. “Duce a noi” aveva scritto qualcuno cancellando la scritta “Bella Ciao”, fatta nel 2015 dagli studenti del liceo artistico di via Venini durante il laboratorio artistico ORTICANOODLES”. Un lavoro realizzato da 120 persone tra studenti e abitanti del quartiere che ridipinsero tutto il cavalcavia con parole dedicate a libertà e integrazione. “Il murale rappresentava l’invito a entrare all’Ortica, quartiere storico del movimento operaio, dell’accoglienza e della libertà”, scrive Orme – Ortica Memoria sulla sua pagine Facebook.

Giovanni Lanzetti di Ortica Memoria era sul cavalcavia Buccari quando la scritta fascista è stata coperta. Ci ha raccontato com’è andata.

“Nella notte tra domenica e lunedì, presumibilmente dei fascisti, hanno cancellato la scritta ‘Bella Ciao’, sostituendola con ‘Duce a noi’, sul murale che era stato dipinto nel 2015, in occasione del 70° anniversario della Liberazione, dai ragazzi delle scuole del quartiere. Un murale enorme, lungo tutto il cavalcavia, di 300 metri circa”.

La scritta sbagliata è rimasta su per pochissimo tempo. Qualcuno l’ha cancellata dopo poche ore.

“Sì, non è durata neanche mezza giornata, anche perché l’Ortica è un quartiere molto attivo. Questa sera (lunedì) per esempio, tutte le associazioni del quartiere si riuniscono per decidere cosa fare. Pensiamo in primo luogo di proporre di partecipare alla manifestazione di Como del 9 dicembre contro le aggressioni fasciste, di partire da qui con un pullman e di portare lo striscione ‘Bella Ciao Ortica’, la scritta che ci hanno cancellato. E poi, per il 15 dicembre, giorno in cui qui nel quartiere era già prevista l’inaugurazione di un nuovo murale di OrMe, pensavamo di lanciare l’idea di una mobilitazione cittadina. E con gli stessi ragazzi che hanno realizzato il murale, vogliamo ripristinare la scritta originaria ‘Bella Ciao'”.

Quella di oggi è stata una prima rapida correzione. All’inizio la scritta è diventata ‘Duce a voi’ – una sola stanghetta può fare la differenza – e poi è stata coperta con spray nero la parola Duce. Una riparazione in attesa di riportare il murale al suo valore – storico, politico e artistico – originario. E di mobilitare tutto il quartiere per una risposta antifascista.

Radio Popolare ha deciso di dare il suo contributo. Martedì 5 dicembre, Luigi Ambrosio e Gianmarco Bachi condurranno il Demone del Tardi in diretta – dalle 07.45 alle 09.30 – dalla sede della Cooperativa edificatrice dell’Ortica, in via Sant’Agostino 5. Ospiti la vicesindaca di Milano Anna Scavuzzo e Giovanni Lanzetti di “Ortica Memoria”.

Aggiornato mercoledì 06 dicembre 2017 ore 16:35
TAG