17 e 18 giugno

From Genesis to Revelation ritorna on stage

mercoledì 14 giugno 2017 ore 16:11

Cascina Caremma, Radio Popolare e From Genesis to Revelation presentano Prog and Frogs Music Festival, due giorni di musica ed eventi nella splendida cornice della Cascina Caremma, a Besate vicino all’abbazia di Morimondo nel Parco del Ticino.

Da sabato 17 a domenica 18 giugno il palco della Cascina (un bellissimo fienile con vista sul parco) vedrà vecchie e nuove band della scena italiana selezionate dalla redazione di From genesis to revelation, concerti ed eventi gratuiti e la possibilità di accedere alla spa della Cascina, pranzare nel ristorante, degustare birre e vini bio e visitare il mercatino dischi e new age .

 

°°°°°PROGRAMMA DI PROG AND FROGS°°°°°

| Sabato 17 giugno |

Musica sul fienile dalle ore 18

Acustic TRI-ON

Cella Noise

Maxophone

 

| Domenica 18 giugno |

Durante la giornata: yoga kundalini e bagno di suono con campane di cristallo

Musica sul fienile dalle ore 18

Floating Frequencies

Maurizio di Tollo

Unreal City

Garybaldi

CFC

 

| Entrambi i giorni |

Ristorante

Spa

Degustazione di birra e vino

Mercatino di dischi

 

°°°°°INFO°°°°°

L’evento è gratuito o meglio: free for freaks! Nella Cascina è possibile sia pernottare che campeggiare. I concerti iniziano alle 18.00 ma è possibile arrivare all’orario preferito per scoprire la Cascina Caremma i suoi dintorni.

 

°°°°°LINE UP°°°°°

| Maxophone |

Quello dei Maxophone è un nome importantissimo nel vasto panorama del progressivo italiano. Come molti altri colleghi, si sciolsero dopo un solo omonimo LP pubblicato nel 1975; ma quell’unico, bellissimo album, è più che sufficiente a proiettarli nell’olimpo dei Grandi del prog italiano. Al recente ritorno sulle scene mancava un solo tassello: un nuovo album di brani inediti, che vede finalmente la luce in questo “La fabbrica delle nuvole”, orgogliosamente pubblicato in esclusiva da AMS Records.

| Cellar Noise |

I Cellar Noise sono un giovanissimo gruppo milanese di rock progressivo cantanto in inglese la cui proposta, costituita di composizioni completamente originali, omaggia i classici degli anni ’70 e al tempo stesso volge lo sguardo verso il futuro. “Alight”, debutto sulla lunga distanza, considerata la giovane età dei musicisti coinvolti, impressiona quanto a maturità compositiva, sia dal punto di vista musicale, sia da quello lirico.

| Mau di Tollo |

Mau di Tollo ha suonato con Finisterre, la Maschera Di Cera, Hostsonaten, Moongarden, The Watch, Rohmer, Fufluns, sia in studio di registrazione (collezionando 13 album in dieci anni) sia dal vivo (attraverso tour europei ed oltreoceano). Un paio di album da solista segnano un persorso artistico intenso e importante , un cantautore di rara intelligenza artistica che getta una luce nel panorama musica italiano.

| Unreal City |

Unreal City, rock band progressivo italiano, è stata fondata nel 2008 dal pianista / tastierista Emanuele Tarasconi e dalla chitarrista Francesca Zanetta. 2 cd all’attivo la band suona un aggressivo e spettacolare prog-rock. Una intensa attivtità live porta la band a suonare al Terra Incognita Progressif Festival in Québec City (Canada), al MetaRock festival con il Banco Del Mutuo Socorso e in moltissime date italiane tra cui a Pisa, al the Cre.Sta Festival, al FIM Festival in Genoa e al Il Giardino Club in Verona. Completano la band Dario Pessina al basso e Marco Garbin alle batterie .

| Garybaldi |

Garybaldi riprendo strada e musica da una reunion che nel 2010 li vide sul palco del Blom in una storica reunion nel nome di Bambi Fossati. Una band che ha scritto pagine importanti della musica dei 70, hard rock, rock blues e psichedelia sono i tratti i tratti principali di una musica che raggiunge il suo apice nel bellissimo disco Nuda con la famosa copertina di Guido Crepax. I garybaldi ci sono ancora e da quella reunion del 2010 hanno continuato con la loro musica e con i concerti nel segno e in nome di Bambi Fossati . Tanti disco all’attivo e un’ottima attività live sono a garanzia della qualità sonora che il gruppo offre.

| CFC |

Nell’aprile del 1974 (quando il più vecchio componente del gruppo aveva 16 anni e il più giovane 14) , dopo 6 mesi di prove, eseguono dal vivo “The Musical Box” tratto dall’album dei Genesis “Nursery Crime” del 1971. Nella primavera del 1975 presentano le cover di 6 brani tratti dall’album “The Lamb lies down on Broadway” uscito alcuni mesi prima. Da allora si confermano una delle cover band dei Genesis e della musica prog nazionale ed internazionale più prolifiche dell’ovest milanese. Naturalmente provano una propria carriera come autori ma quando portano la cassetta demo ad alcuni componenti degli Stormy Six e dell’etichetta Cooperativa L’Orchestra, viene risposto loro: “ Mi spiace ragazzi …troppo Genesis” e i ragazzi del CFC non hanno la prontezza di rispondere agli Stormy : “Mi spiace per voi…troppo Gentle Giant”, si abbattono e da quel momento le strade di Lorenzo, Giancarlo, Sergio, Gabriele e Mira si dividono inesorabilmente. C’è chi appende la tastiera, la voce e la chitarra al chiodo e chi prosegue proficuamente gli studi musicali accademici diplomandosi in percussioni e violoncello o diventando insegnante di musica. Ma il richiamo della Musica Prog è irresistibile e , pur essendo una band essenzialmente ludica, nelle esibizioni dei CFC traspare sempre la passione e un coinvolgimento totale verso la “Revelation”.

18199145_10211478667495095_3083852673585533754_n

Aggiornato lunedì 19 giugno 2017 ore 15:48
TAG