Approfondimenti

Voto in Spagna: l’Europa respira

pedro sanchez

La vittoria dei socialisti e i numeri di queste elezioni spagnole ci dicono alcune cose importanti. A prescindere dalla composizione della futura maggioranza di governo.

La prima. Il fronte progressista – seppur molto diverso e variegato al suo interno – è maggioritario nel paese. Nonostante l’ingresso di Vox nel Congresso di Madrid – con meno forza rispetto alle previsioni – la destra, e le posizioni più reazionarie, sono state bocciate dagli elettori. Ieri sera il leader dei socialisti, Pedro Sanchez, ha detto giustamente “il Paese guarda avanti e non indietro”.

La seconda cosa. I partiti nazionalisti su base regionale – baschi e catalani – hanno consolidato la loro posizione. Schiacciante l’affermazione in Catalogna di Esquerra Republicana, da sempre indipendentista. Ma è utile anche un altro piccolo esempio. Nei Paesi Baschi ha fatto molto bene Bildu, dall’area di riferimento della vecchia Batasuna, quindi indipendentisti.

Questo per dire che le regioni periferiche, soprattutto quelle più importanti – Paesi Baschi e Catalogna – riaffermano la loro identità, la loro differenza, senza timori. Lo sapevamo, non c’era bisogno di queste elezioni, ma il voto di ieri ce lo ricorda: la Spagna è un paese plurinazionale, una cosa che fa imbestialire la destra.

Un’ulteriore precisazione sulla Catalogna. Esquerra Republicana ha vinto la competizione con la formazione di Puigdemont. E pur avendo una posizione rigida è allo stesso più pragmatica e dialogante nei confronti dello stato centrale. Questo sarà importante per il futuro della crisi catalana.

La terza e ultima cosa. In un periodo di grande confusione e disorientamento per le società occidentali la social-democrazia spagnola è l’esempio del fatto che ci sia ancora la possibilità di fare politiche progressiste, di dar voce all’anima più progressista dell’elettorato, e contenere l’avanzata di forze reazionarie, che siano sovraniste e populiste come la Lega, oppure esclusivamente nazionaliste come Vox. Non a caso Pedro Sanchez nel suo discorso di ieri sera ha parlato anche di Europa. Le elezioni europee sono tra meno di un mese, il 26 maggio. È probabile che Vox per esempio cresca ulteriormente, ma è anche possibile che il centro-sinistra, con tutte le sue differenze a livello europeo, da paese a paese, riaffermi il suo peso e la sua storia.

foto | Flickr

  • Autore articolo
    Emanuele Valenti
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di gio 03/12/20 delle 19:47

    Metroregione di gio 03/12/20 delle 19:47

    Rassegna Stampa - 12/03/2020

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Rotoclassica di gio 03/12/20

    Rotoclassica di gio 03/12/20

    Rotoclassica - 12/04/2020

  • PlayStop

    A casa con voi di gio 03/12/20

    A casa con voi di gio 03/12/20

    A casa con voi - 12/03/2020

  • PlayStop

    Esteri di gio 03/12/20

    Esteri di gio 03/12/20

    Esteri - 12/03/2020

  • PlayStop

    Ora di punta di gio 03/12/20

    Ora di punta di gio 03/12/20

    Ora di punta – I fatti del giorno - 12/03/2020

  • PlayStop

    Sunday Blues di gio 03/12/20

    Sunday Blues di gio 03/12/20

    Sunday Blues - 12/03/2020

  • PlayStop

    Uno di Due di gio 03/12/20

    Uno di Due di gio 03/12/20

    1D2 - 12/03/2020

  • PlayStop

    Jack di gio 03/12/20

    Jack di gio 03/12/20

    Jack - 12/03/2020

  • PlayStop

    Considera l'armadillo gio 03/12/20

    Considera l'armadillo gio 03/12/20

    Considera l’armadillo - 12/03/2020

  • PlayStop

    Stay Human di gio 03/12/20

    Stay Human di gio 03/12/20

    Stay human - 12/03/2020

  • PlayStop

    Memos di gio 03/12/20

    Recovery Fund e transizione ecologica. Il governo procede lentamente. I progetti che dovrà discutere con la Commissione europea, per ottenere…

    Memos - 12/03/2020

  • PlayStop

    Enrico De Angelis, Coltivo una rosa bianca

    ENRICO DE ANGELIS - COLTIVO UNA ROSA BIANCA - presentato da CLAUDIO AGOSTONI

    Note dell’autore - 12/03/2020

  • PlayStop

    Cult di gio 03/12/20

    ira rubini, cult, francesco micciché, io una giudice al maxi processo, barbara sorrentini, monica passoni, sigmund freud museum vienna, stefano…

    Cult - 12/03/2020

  • PlayStop

    Prospettive Musicali di dom 29/11/20

    A cura di Gigi Longo. Brani di Fairuz, Miles Davis and Marcus Miller. Jim Hall, Cecil Taylor and Tony Oxley,…

    Prospettive Musicali - 12/03/2020

  • PlayStop

    37 e 2 di gio 03/12/20

    Diamo le risposte alle vostre domande; la scorsa settimana abbiamo ascoltato la testimonianza di come alcuni medici che si erano…

    37 e 2 - 12/03/2020

  • PlayStop

    Prisma di gio 03/12/20

    La maggioranza litiga sulle nuove restrizioni del Dpcm che entrerà in vigore dal 4 dicembre, intervista alla senatrice di leu…

    Prisma - 12/03/2020

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di gio 03/12/20

    Rassegna stampa internazionale di gio 03/12/20

    Rassegna stampa internazionale - 12/03/2020

  • PlayStop

    Il demone del tardi - copertina di gio 03/12/20

    Il demone del tardi - copertina di gio 03/12/20

    Il demone del tardi - 12/03/2020

  • PlayStop

    Fino alle otto di gio 03/12/20

    Fino alle otto di gio 03/12/20

    Fino alle otto - 12/03/2020

Adesso in diretta