Approfondimenti

Vivere in auto da cinque mesi, a Milano

senzatetto milano

di Luca Parena

I sedili posteriori dell’auto sono pieni di borse e sacchetti. Se si dà uno sguardo attraverso i finestrini, spuntano oggetti per l’igiene personale, medicinali, cuscini e coperte. C’è anche una sdraio chiusa: “D’estate io mi mettevo fuori sulla sdraio, così lei aveva più spazio per stendersi dentro – dice Giovanni, indicando sua moglie – ora però fa già freddo. Non si può più dormire fuori”.
Giovanni e sua moglie Simona non sono in partenza per un luogo di villeggiatura. Sono a Milano e da cinque mesi quell’automobile è la loro casa. Giovanni e Simona non sono i loro nomi veri. Più dei nomi, conta la storia di queste persone: lei ha perso il lavoro nel marzo 2020. Appena sono scattate le restrizioni per la pandemia, il titolare dell’attività dov’era impiegata l’ha licenziata. Lui ha quasi 80 anni, percepisce una pensione di 500 euro.
Per mesi, in qualche modo, hanno conservato l’alloggio in cui vivevano in affitto da oltre sette anni. Lo scorso aprile, l’ufficiale giudiziario li ha però sfrattati. Simona e Giovanni raccontano di aver poi fatto domanda per la casa popolare, ma il loro punteggio in graduatoria è finito quasi dimezzato. Dicono che nessuno dei servizi sociali, con cui pure sono in contatto, è mai venuto a verificare la loro condizione di bisogno: niente documentazione, niente alloggio. Da allora, vivono un incubo fatto di spostamenti continui, pasti consumati alla veloce e fatica, anche nel riposo. Ogni sera, stazionano in un parcheggio diverso o nel piazzale di un’area di servizio, tra la periferia e l’hinterland di Milano.
Simona, da un po’ di tempo, ha trovato un impiego stabile, ma anche con mille euro al mese in più, i prezzi delle case private in città restano irraggiungibili. Lei e suo marito, finora, un supporto lo hanno avuto dall’associazione degli inquilini Aida, che ha sede a Bologna. A distanza, li hanno aiutati a restare in contatto con i servizi sociali del Comune. Tra richieste di documenti, fotocopie di verbali e marche da bollo, Giovanni e Simona hanno ottenuto un appuntamento per i “servizi abitativi transitori” (alloggi pubblici d’emergenza) per il prossimo 29 novembre. Tra due mesi. Per ora, Milano la vedono continuare a correre, fuori dai finestrini di un’automobile. Ascoltiamoli.

  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di mercoledì 30/11/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 01/12/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di mercoledì 30/11/2022 delle 19:49

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 01/12/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Mono di giovedì 01/12/2022

    Tutti i mercoledì, da mezzanotte all'una, un'ora di musica scelta di volta in volta seguendo un tema, un percorso, un'idea...un…

    Mono - 12/01/2022

  • PlayStop

    Jazz Ahead di mercoledì 30/11/2022

    Dischi nuovi, progetti attivi, concerti imminenti, ospiti appassionati, connessi al più che ampio e molto vivo mondo del Jazz e…

    Jazz Ahead - 01/12/2022

  • PlayStop

    News della notte di mercoledì 30/11/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 01/12/2022

  • PlayStop

    Gimme Shelter di mercoledì 30/11/2022

    I suoni dell’architettura. A cura di Roberto Centimeri e Riccardo Salvi.

    Gimme Shelter - 01/12/2022

  • PlayStop

    Il giusto clima di mercoledì 30/11/2022

    Ambiente, energia, clima, uso razionale delle risorse, mobilità sostenibile, transizione energetica. Il giusto clima è la trasmissione di Radio Popolare…

    Il giusto clima - 01/12/2022

  • PlayStop

    Quel che resta del giorno di mercoledì 30/11/2022

    I fatti più importanti della giornata sottoposti al dibattito degli ascoltatori e delle ascoltatrici.

    Quel che resta del giorno - 01/12/2022

  • PlayStop

    Esteri di mercoledì 30/11/2022

    1-La guerra in Ucraina al centro dell’incontro Biden - Macron. Nonostante l’irritazione della casa bianca, Il presidente francese insiste sul…

    Esteri - 01/12/2022

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di mercoledì 30/11/2022

    Quando le prime luci della sera… no, non è l’incipit di un romanzo. E’ l’orario in cui va in onda…

    Muoviti muoviti - 01/12/2022

  • PlayStop

    Di tutto un boh di mercoledì 30/11/2022

    l’Italia è una repubblica fondata sul sentito dire. Tra cliché e cose spiegate male, è un attimo perdersi un pezzo…

    Di tutto un boh - 01/12/2022

  • PlayStop

    Sounds and the City 11 - 30/11/2022

    Una collaborazione tra Kate Tempest e Fontains DC, restiamo nel Regno Unito con New Order e Dry Cleaning. Beck e…

    Sounds and the City - 01/12/2022

  • PlayStop

    Jack di mercoledì 30/11/2022

    Il magazine musicale di Radio Popolare si prende cura del vostro primo pomeriggio e della vostra passione per la musica,…

    Jack - 01/12/2022

  • PlayStop

    Considera l’armadillo di mercoledì 30/11/2022

    Noi e altri animali È la trasmissione che da settembre del 2014 si interroga su i mille intrecci di una…

    Considera l’armadillo - 01/12/2022

  • PlayStop

    Poveri ma belli di mercoledì 30/11/2022

    Un percorso attraverso la stratificazione sociale italiana, un viaggio nell’ascensore sociale del Belpaese, spesso rotto da anni e in attesa…

    Poveri ma belli - 01/12/2022

  • PlayStop

    Cult di mercoledì 30/11/2022

    Oggi a Cult: il Walk the (Red) Line Festival da San Siro a via Padova con l'Alleanza dei Corpi, a…

    Cult - 01/12/2022

  • PlayStop

    Pubblica di mercoledì 30/11/2022

    La favola della meritocrazia e il governo delle disuguaglianze. Che cosa rappresentano le idee del ministro Valditara sulla “umiliazione” formativa…

    Pubblica - 01/12/2022

  • PlayStop

    Tutto scorre di mercoledì 30/11/2022

    Sguardi, opinioni, vite, dialoghi ai microfoni di Radio Popolare.

    Tutto scorre - 01/12/2022

  • PlayStop

    Note dell’autore di mercoledì 30/11/2022

    Un appuntamento quasi quotidiano, sintetico e significativo con un autore, al microfono delle voci di Radio Popolare. Note dell’autore è…

    Note dell’autore - 01/12/2022

  • PlayStop

    Il demone del tardi di mercoledì 30/11/2022

    a cura di Gianmarco Bachi

    Il demone del tardi - 01/12/2022

Adesso in diretta