Approfondimenti

Libero dopo 213 giorni di sciopero della fame l’avvocato turco Aytaç Unsal

Aytaç Unsal

Scarcerazione immediata per motivi di salute. La decisione della Corte di Cassazione turca sull’avvocato Aytaç Unsal, trentadue anni e una condanna a dieci di reclusione, giunge provvidenziale al giorno n. 213 di uno sciopero della fame, che solo poche ore prima sembrava destinato ad arrivare alle estreme conseguenze.

La collega Ebruk Timtik, che portava avanti la stessa protesta, era morta la settimana precedente. I medici dell’ospedale dove Unsal era in detenzione avevano lanciato l’allarme sul suo progressivo deperimento, mentre persino l’Europa si era mostrata  indifferente: la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo due giorni fa aveva respinto il ricorso alla precedente sentenza che stabiliva come l’avvocato dovesse rimanere in carcere. Nel frattempo, il Presidente della stessa Commissione raggiungeva Istanbul per parlare di giustizia con il Presidente Erdoğan come se niente fosse e ricevere un dottorato honoris causa.

Sono forse valsi a qualcosa invece l’indignazione montata nel Paese e all’estero e i richiami dell’Alto Commissariato per i Diritti Umani delle Nazioni Unite. I social turchi sono ora inondati delle prime immagini del giovane avvocato libero. Queste le sue  sue parole:  “E’ stato fatto da tutti voi, con il vostro amore e la vostra forza. Vi amo tutti. Vinceremo”.

Turchia, l’avvocato Aytaç Unsal in condizioni critiche dopo 222 giorni di digiuno

(2 settembre 2020)

La morte di Ebruk è un coltello piantato nel petto. Ci sei rimasto solo tu per alleviare questo dolore. Non ti direi mai cosa devi fare. Ma adesso devi vivere”. È l’appello accorato che un’amica e collega ha rivolto con una lettera all’avvocato Aytaç Unsal, che oltre duecento giorni fa ha dato inizio alla stessa protesta che ha condotto alla morte la compagna di lotte Ebru Timtik, e prima di lei i tre componenti della band musicale Grup Yorum.

Non sappiamo se è stato raggiunto da queste parole. Le sue condizioni, trapela dall’ospedale-prigione dove è stato trasferito contro la sua volontà due settimane fa, sono molto critiche. Aytaç Unsal ha 32 anni e una condanna a 10 anni: le accuse, uguali, il processo, la stessa farsa, come lo hanno definito i suoi difensori, privo delle più elementari basi del diritto anche secondo il presidente degli avvocati di Istanbul e molti analisti internazionali.

Nella rete di solidarietà che si è costruita attorno a questo caso monta l’angoscia, ma dal governo turco non arriva nessun segno nemmeno di clemenza.

Gli appelli alla scarcerazione di Aytaç Unsal cadono nel vuoto ed il Presidente Erdoğan, in occasione dell’apertura dell’anno giudiziario, non ha esitato a criticare le associazioni degli avvocati che hanno esposto dalle finestre la foto di Ebru: “Difendono terroristi” ha detto, “lo Stato ha fatto il suo dovere”.

  • Autore articolo
    Serena Tarabini
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di lun 25/01/21

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 25/01/2021

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di lun 25/01/21 delle 19:48

    Metroregione di lun 25/01/21 delle 19:48

    Rassegna Stampa - 25/01/2021

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Jailhouse Rock di lun 25/01/21

    Jailhouse Rock di lun 25/01/21

    Jailhouse Rock - 25/01/2021

  • PlayStop

    A casa con voi di lun 25/01/21

    A casa con voi di lun 25/01/21

    A casa con voi - 25/01/2021

  • PlayStop

    Ora di punta di lun 25/01/21

    Ora di punta di lun 25/01/21

    Ora di punta – I fatti del giorno - 25/01/2021

  • PlayStop

    Esteri di lun 25/01/21

    1-Stati Uniti. Al via la procedura di impeachment di Trump nel Senato. ( Roberto Festa) ..2-Prova di dialogo tra Turchia…

    Esteri - 25/01/2021

  • PlayStop

    Sunday Blues di lun 25/01/21

    Sunday Blues di lun 25/01/21

    Sunday Blues - 25/01/2021

  • PlayStop

    Considera l'armadillo lun 25/01/21

    Si parla con Sandro Mazzariol, professore dell'Università di Padova e Responsabile dell'unità d'intervento del Cetaceans strandings Emergency Response Team Cert…

    Considera l’armadillo - 25/01/2021

  • PlayStop

    Gimme Shelter di lun 25/01/21

    Puntata 23 - I viaggi come materiali da costruzione. La vita è un giardino di rose, pronto per una nuova…

    Gimme Shelter - 25/01/2021

  • PlayStop

    Jack di lun 25/01/21

    Yo Yo Mundi. A cura di Andrea Cegna

    Jack - 25/01/2021

  • PlayStop

    Record Store di lun 25/01/21

    Il grammelot nella popular music

    Record Store - 25/01/2021

  • PlayStop

    Senti un po' di lun 25/01/21

    Senti un po' di lun 25/01/21

    Senti un po’ - 25/01/2021

  • PlayStop

    DOC di lun 25/01/21

    DOC di lun 25/01/21

    DOC – Tratti da una storia vera - 25/01/2021

  • PlayStop

    Alberto Schiavone, Alfabeto Simenon

    ALFABETO SIMENON - ALBERTO SCHIAVONE - presentato da CHAWKI SENOUCI

    Note dell’autore - 25/01/2021

  • PlayStop

    Cult di lun 25/01/21

    scuola per librai mauri, libreria IlTrittico, pietro linzalone, tiziana ricci, collezione adler, biblioteca braidense, tiziana ricci, performing italy 2021, carla…

    Cult - 25/01/2021

  • PlayStop

    Sui Generis di lun 25/01/21

    Gianfranco Goretti, presidente di Famiglie arcobaleno, presenta la campagna "Non esistono genitori fantasma: dichiariamolo per legge"; è morta Cecilia Mangini,…

    Sui Generis - 25/01/2021

  • PlayStop

    Prisma di lun 25/01/21

    Prima parte: la crisi di governo. Con il sotto segretario ai rapporti con il parlamento Gianluca Castaldi, il politologo Carlo…

    Prisma - 25/01/2021

  • PlayStop

    Fino alle otto di lun 25/01/21

    Fino alle otto di lun 25/01/21

    Fino alle otto - 25/01/2021

  • PlayStop

    Di Lunedi di lun 25/01/21

    Di Lunedi di lun 25/01/21

    DiLunedì - 25/01/2021

Adesso in diretta