Approfondimenti

Le nuove misure al vaglio del governo, l’Europa sempre più blindata contro la variante Omicron e le altre notizie della giornata

COVID Roma ANSA

Il racconto della giornata di lunedì 20 dicembre 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. L’Europa è sempre più blindata contro la variante Omicron. L’Olanda è entrata in lockdown, mentre molti altri Paesi dell’UE si stanno muovendo in questi giorni per introdurre nuove restrizioni. Anche il governo italiano entro giovedì deciderà come muoversi per il periodo natalizio. L’Agenzia Europea del Farmaco, intanto, ha dato l’ok a un nuovo vaccino anti-COVID, messo a punto dall’azienda americana Novavax. Per la prima volta in Italia il Ministero dell’Istruzione è stato condannato per la morte di un’insegnante a causa dell’esposizione all’amianto in una scuola. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia.

Le nuove misure al vaglio del governo. La decisione entro Natale

(di Andrea Monti)

L’appuntamento è fissato per due giorni prima di Natale, quindi giovedì, quando Mario Draghi dirigerà una riunione della “cabina di regia” delle autorità dedicata al coronavirus. Il passo successivo dovrebbe essere un Consiglio dei Ministri, che sempre giovedì potrebbe approvare le nuove misure. Oggi Draghi ha toccato il tema durante una conferenza stampa col nuovo capo del governo tedesco, Olaf Scholz: “Non c’è nulla di deciso – ha detto il presidente del consiglio italiano. – Questa settimana passeremo in rassegna eventuali provvedimenti in vista delle vacanze di Natale, ma aspettiamo i dati di sequenziamento della variante Omicron”. Draghi poi ha aggiunto che le iniezioni delle terze dosi di vaccino devono andare avanti “con la massima velocità”.
Tra le ipotesi sui possibili provvedimenti del governo le più concrete riguardano l’obbligo di mascherina all’aperto in tutta Italia e la riduzione della validità del Green Pass da 9 a 6 mesi. Altre misure sono meno probabili ma non escluse: una è imporre il tampone anche alle persone vaccinate per luoghi come le discoteche o eventi come le feste di piazza di Capodanno, un’altra è rendere necessario il Super Green Pass per andare al lavoro a partire da gennaio.

L’Europa si blinda contro la variante Omicron

L’Europa si blinda contro la variante Omicron. Molti i Paesi dell’Unione che stanno introducendo nuove restrizioni. L’Austria ha disposto l’obbligo di tampone molecolare per l’ingresso nel Paese anche per i vaccinati, ad eccezioni di coloro che hanno ricevuto la terza dose. In Germania è stata introdotta la quarantena per gli ingressi da Francia e Danimarca, dove, a causa dell’aumento dei contagi, è stata annunciata per il periodo natalizio la chiusura di cinema, teatri e musei oltre che la chiusura dei ristoranti alle 23.
Anche in Gran Bretagna le autorità stanno lavorando ad una stretta. Il Consiglio dei Ministri di oggi si è concluso in un nulla di fatto e il premier Boris Johnson ha escluso restrizioni nei prossimi giorni, ma è altamente probabile che alcune misure verranno introdotte dopo Natale. Lo riferisce il Times, precisando che le restrizioni potrebbero essere simili a quelle applicate in primavera: massimo sei persone per le riunioni private, limiti a matrimoni e funerali e servizio esclusivamente esterno nei pub e nei ristoranti.
Ma la situazione più pesante è senza dubbio quella in Olanda. Da ieri il Paese è in lockdown, chiusi tutti i negozi non essenziali, cinema, teatri, musei, sale concerti, bar e ristoranti aperti solo per asporto e sono già in vigore anche le limitazioni agli incontri privati.

Come funziona il nuovo vaccino anti-COVID di Novavax

Oggi l’EMA, l’Agenzia Europea del Farmaco, ha dato l’ok a un nuovo vaccino anti-COVID, messo a punto dall’azienda americana Novavax. Nei prossimi giorni potrebbe arrivare l’approvazione dell’agenzia italiana Aifa, ma non è chiaro quando cominceranno le iniezioni: oggi la commissione europea ha fatto sapere che le prime dosi dovrebbero arrivare “nei primi mesi del 2022”. Secondo gli studi esaminati dall’Ema il nuovo vaccino ha un’efficacia intorno al 90% nell’evitare contagi sintomatici con le vecchie varianti, mentre sull’ultima – su Omicron – i dati sono ancora pochi per dire quale sia la copertura.
Il meccanismo con cui il prodotto di Novavax cerca di frenare il coronavirus è diverso da quello dei vaccini disponibili finora, come spiega Francesco Castelli, professore di malattie infettive all’università di Brescia:


 

Amianto a scuola. Il MIUR condannato per la morte di un’insegnante

Il Ministero dell’Istruzione è stato condannato per la morte di un’insegnante a causa dell’esposizione all’amianto in una scuola. È la prima volta in Italia.
All’insegnante Olga D’Emilio il 17 maggio del 2002 è stato diagnosticato il
mesotelioma per l’esposizione all’amianto durante l’insegnamento nelle strutture e nei laboratori di chimica e fisica della Scuola Media Farini di Bologna. È morta nel 2017. Nel corso della malattia la professoressa aveva ottenuto dall’Inail il riconoscimento di malattia professionale, e nel 2007 aveva avviato la procedura giudiziaria per ottenere il risarcimento dei danni. Dopo la sua morte, i figli si sono rivolti all’Osservatorio Nazionale Amianto, per ottenere la tutela dei loro diritti. Oggi la sentenza del tribunale del lavoro di Bologna, la prima in Italia.

“Il caso della professoressa D’Emilio non è isolato, l’amianto nelle scuole sta provocando una vera e propria epidemia tra docenti e non docenti” dice Ezio Bonanni, Presidente Ona:


 

Il Cile chiude il capitolo Pinochet

(di Chawki Senouci)

La vittoria di Gabriel Boric è soprattutto la vittoria dei giovani che il 18 ottobre 2019 si erano ribellati contro l’aumento del biglietto della metropolitana a Santiago del Cile.
Avevano sfidato la violenza dei carabineros pagando un prezzo altissimo: 36 morti, 11.560 feriti, 500 di loro hanno perso un occhio, 28mila arrestati e decine di donne umiliate e violentate nelle caserme.
Giovani che non avevano vissuto gli orrori della dittatura, ma che conosco la storia, e che soprattutto subiscono ogni giorno le conseguenze di quella dittatura.
Il caro biglietto infatti era la goccia di troppo, perché l’Estallido Social contestava 30 anni di liberismo e disuguaglianza sanciti dalla costituzione di Pinochet.
Nei primi giorni della protesta molti osservatori avevano intravisto le potenzialità di questo movimento spontaneo, fresco, gioioso e creativo ma deciso e coraggioso.
Un movimento che ha guadagnato il rispetto e la stima della vecchia guardia, quella che ha resistito 48 anni fa alle atrocità compiute del regime di Pinochet. E avevano ragione perché in meno di due anni questi giovani hanno portato a casa tre vittorie storiche: il sì schiacciante nel referendum per una nuova costituzione, un’assemblea costituente decisamente a sinistra. E infine la vittoria ieri di uno di loro, Gabriel Boric.

L’andamento dell’epidemia di COVID-19 in Italia

Oggi in Italia sono stati comunicati circa 16mila casi di coronavirus con 137 morti, il dato più alto dal 27 maggio. Le persone positive sono il 4,8% di quelle che hanno fatto il tampone, in aumento rispetto al 4,3% di ieri. I pazienti ricoverati continuano ad aumentare e ora quelli in terapia intensiva sono quasi mille. In questo contesto il governo sta valutando la possibilità di nuove misure anti-COVID.

  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

  • PlayStop

    GR venerdì 19/07 19:30

    Le notizie. I protagonisti. Le opinioni. Le analisi. Tutto questo nelle 16 edizioni quotidiane del Gr. Un appuntamento con la redazione che vi accompagna per tutta la giornata. Annunciati dalla “storica” sigla, i nostri conduttori vi racconteranno tutto quello che fa notizia, insieme alla redazione, ai corrispondenti, agli ospiti. La finestra di Radio Popolare che si apre sul mondo, a cominciare dalle 6.30 del mattino. Da non perdere per essere sempre informati.

    Giornale Radio - 19-07-2024

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di venerdì 19/07/2024

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra in profondità, scova notizie curiose, evidenzia punti di vista differenti e scopre strane analogie tra giornali che dovrebbero pensarla diversamente.

    Rassegna stampa - 19-07-2024

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di venerdì 19/07/2024 delle 19:49

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione ai fatti che riguardano la politica locale, le lotte sindacali e le questioni che riguardano i nuovi cittadini. Da Milano agli altri capoluoghi di provincia lombardi, senza dimenticare i comuni più piccoli, da dove possono arrivare storie esemplificative dei cambiamenti della nostra società.

    Metroregione - 19-07-2024

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Jukebox & Slot Machine di sabato 20/07/2024

    Come molte altre cose, un luogo è definito dalle funzioni che dentro di esso si possono svolgere. Un po' come l'ambiente che ci circonda può essere più o meno ostile. Ne consegue che la presenza ormai capillare in Italia delle macchinette da gioco d'azzardo nei bar, qualcosa deve aver cambiato rispetto a quando la possibile macchina-mangia-monetine che si rischiava di incontrare sotto casa, invece che vacue promesse di un'antidoto alla disperazione della povertà, spacciava il lato di un 45 giri o al massimo anni dopo qualche giocosa avventura con le fattezze del cartone animato. In quell'epoca invece che un semplice schermo e dei bottoni, le slot-machine confinate ai casinò avevano una manopola e dei rulli che scorrevano prima di dare un responso in forma di immagini miste o uguali, spesso non casualmente in tema di frutta, poiché la natura costruisce sopra l'esistente invece che sostituirlo ed il cervello sapiens non fa eccezione. una banana, delle ciliegie, una mela? ciliegie, ciliegie e un'ananas? tre pere? sono tutte combinazioni possibili. parafrasando un celebre umanista e compositore, si potrebbe dire che "these are tunes that go together well", o almeno così ci auguriamo che sarà. anche perché dalle retrovie pare si dica che "vincere sempre è come non vincere mai".

    Jukebox & Slot Machine - 19-07-2024

  • PlayStop

    Doppia Acca di venerdì 19/07/2024

    Dal 2011 è la trasmissione dedicata all’hip-hop di Radio Popolare.

    Doppia_Acca - 19-07-2024

  • PlayStop

    News della notte di venerdì 19/07/2024

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 19-07-2024

  • PlayStop

    Conduzione musicale di venerdì 19/07/2024 delle 21:30

    Un viaggio musicale sempre diverso insieme ai nostri tanti bravissimi deejay: nei giorni festivi, qua e là, ogni volta che serve!

    Conduzione musicale - 19-07-2024

  • PlayStop

    Popsera di venerdì 19/07/2024

    Popsera è lo spazio che dedicheremo all’informazione dalla prima serata per tutta l’estate e nel periodo festivo di fine anno. Si comincia alle 18.00 con le notizie nazionali e internazionali, per poi dare la linea alle 19.30 al giornale radio. Popsera riprende con il Microfono aperto, per concludersi alle 20.30. Ogni settimana in onda un giornalista della nostra redazione.

    Popsera - 19-07-2024

  • PlayStop

    Poveri ma in ferie di venerdì 19/07/2024

    Quando arriva finalmente il weekend e possiamo fare mille pisolini ma anche mille balli in Balera. Puntata ricca di ospiti con i fondi di coesione europei che oggi ci portano all’interno delle scuole, la missione Manda un clown a quel paese e la super rubrica Cegna, Cegna edition.

    Poveri ma belli - 19-07-2024

  • PlayStop

    Parla con lei di venerdì 19/07/2024

    Ospite della puntata di oggi Elena Liverani , professoressa di lingua e cultura spagnola nonché traduttrice ufficiale di Isabelle Allende. Con lei abbiamo parlato del mestiere del traduttore e del rapporto con libri e autori.

    Parla con lei - 19-07-2024

  • PlayStop

    Conduzione musicale di venerdì 19/07/2024 delle 14:30

    Un viaggio musicale sempre diverso insieme ai nostri tanti bravissimi deejay: nei giorni festivi, qua e là, ogni volta che serve!

    Conduzione musicale - 19-07-2024

  • PlayStop

    La rotta atlantica: la traversata mortale verso l'Europa

    La rotta delle Canarie è tornata a essere una delle più mortali al mondo, con un aumento del 167% di migranti quest'anno, arrivando a circa 19.000 persone. Partendo dal Senegal o dalla Mauritania, questi migranti cercano di raggiungere le isole spagnole e successivamente l'Europa continentale. Secondo un report della ONG Caminando Fronteras, oltre 4.000 persone hanno perso la vita tentando questa traversata. La scelta di questa rotta pericolosa è dovuta alla crescente militarizzazione del Mediterraneo. Sara Dell’Acqua ha intervistato Edurne Gautxori, traduttrice della Croce Rossa a El Hierro, l'isola dell'arcipelago delle Canarie più lontana dalle coste africane.

    Clip - 19-07-2024

  • PlayStop

    Il Filo della Storia - Attivismo & bigodini

    Attivismo & bigodini: come le parrucchiere afroamericane trasformarono i loro saloni in un luogo di potere e lotte civili. A cura di Alba Solaro

    Il Filo della Storia - 19-07-2024

  • PlayStop

    Cult di venerdì 19/07/2024

    Cult è condotto da Ira Rubini e realizzato dalla redazione culturale di Radio Popolare. Cult è cinema, arti visive, musica, teatro, letteratura, filosofia, sociologia, comunicazione, danza, fumetti e graphic-novels… e molto altro! Cult è in onda dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 11.30. La sigla di Cult è “Two Dots” di Lusine. CHIAMA IN DIRETTA: 02.33.001.001

    Cult - 19-07-2024

  • PlayStop

    Giorni migliori di venerdì 19/07/2024

    Oggi abbiamo parlato del discorso di Trump alla convention repubblicana e del possibile ritiro di Biden dalla corsa presidenziale con Roberto Festa. Dell’elezione di Ursula Von der Leyen grazie al voto determinante dei Vardi con Monica Frassoni. Un ricordo del G8 di Genova 23 anni dopo con Lorenzo Guadagnucci e della situazione migratoria nelle Canarie con un’intervista a una traduttrice della Croce Rossa che lavora lì

    Giorni Migliori – Intro - 19-07-2024

Adesso in diretta