Approfondimenti

L’avanzata dell’esercito di Kiev a Izyum e Kharkiv, il caos nell’area di Mariupol e le altre notizie della giornata

bombardamenti ucraina

Il racconto della giornata di giovedì 5 maggio 2022 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. Nella decima settimana di guerra in Ucraina i negoziati sono ancora fermi e gli scontri tra i due eserciti nemici non rallentano. Zelensky ha chiesto oggi altre armi a lungo raggio per colpire le città nemiche e supportare l’Ucraina sono arrivate anche le forze speciali di intelligence occidentali con informazioni significative, come confermato anche dalla Casa Bianca. In Italia, dopo la proclamazione dello stato di agitazione, i sindacati della scuola Snals, Gilda e quelli di categoria di Cgil, Cisl e Uil hanno annunciato di essere stati convocati dal governo per lunedì. Infine, l’andamento della pandemia di COVID-19 in Italia.

L’esercito di Kiev avanza a Izyum e Kharkiv

Decima settimana di guerra in Ucraina. Con i negoziati pressoché fermi, proseguono gli scontri tra i due eserciti nemici. Oggi Zelensky ha registrato un discorso alla Danimarca nell’anniversario della Liberazione del paese dai nazisti e ha avuto un colloquio con il premier britannico Johnson. Il presidente ucraino ha detto di contare “fuori ogni dubbio” nella vittoria e ha chiesto nuove armi a lungo raggio per colpire le città nemiche.
Dal campo oggi è arrivata la notizia di un contrattacco ucraino nel nord est del Paese. Le forze di Kiev starebbero avanzando nelle zone di Izyum e Kharkiv. L’ufficio di Zelensky ha però precisato: non si tratta di una controffensiva su larga scala, l’operazione non potrà scattare prima di giugno, quando arriveranno le armi adeguate dall’Occidente.
Per interrompere i rifornimenti militari è cambiata la strategia dell’esercito russo. Nel corso della notte Mosca ha condotto diversi attacchi, indirizzati a colpire magazzini, infrastrutture militari e ferroviarie. Quale l’obiettivo? Francesco Randazzo, professore di relazioni internazionali all’università di Perugia, esperto di esercito russo:


 

Le forze speciali di intelligence occidentali danno supporto all’Ucraina

A fianco dell’Ucraina ci sono le forze speciali di intelligence occidentali. Il New York Times ha scritto oggi che gli Stati Uniti hanno fornito informazioni significative a Kiev per uccidere i generali russi. La Casa Bianca ha confermato di aver dato agli ucraini servizi di intelligence, ma solo in ottica difensiva, accusando il quotidiano di essere “irresponsabile”. In cosa consistono le informazioni di intelligence americane? Guido Olimpio, giornalista del Corriere della Sera:


 

Cosa sta succedendo a Mariupol?

C’è poi la situazione di Mariupol. Sono ore decisive per l’evacuazione degli ultimi 200 civili intrappolati nell’acciaieria Azovstal. Un convoglio umanitario dell’Onu e è in viaggio verso la città. Dovrebbe arrivare domani.
Su quanto accade nell’area della fabbrica si hanno versione discordanti. I russi avrebbero violato l’impegno di un cessate il fuoco. Gli ucraini parlano di sanguinosi combattimenti in corso e confermano che i russo-ceceni sono entrati nell’impianto. 
”I feriti stanno morendo con terribili agonie”, ha detto in un video un ufficiale del reggimento Azov.
 Mosca invece accusa i militari ucraini di usare i civili come ostaggi, chiedendo cibo e medicine in cambio della loro liberazione. Putin, che oggi ha chiesto scusa a Israele per le frasi del ministro Lavrov su Hitler e gli ebrei, ha garantito i corridoi umanitari ma solo a patto che i militari ucraini si arrendano. Quale è dunque dunque la situazione a Mariupol?
Il nostro Emanuele Valenti si trova a Zaporizia, dove sono arrivati alcuni degli sfollati evacuati da Mariupol:


 

Il governo convoca i sindacati della scuola

Oggi i sindacati della scuola Snals, Gilda e quelli di categoria di Cgil, Cisl e Uil hanno annunciato di essere stati convocati dal governo per lunedì, dopo la proclamazione dello stato di agitazione annunciata ieri. Le organizzazioni però credono che dall’incontro non usciranno risposte soddisfacenti e dicono che probabilmente si arriverà a uno sciopero. Al centro della protesta c’è un decreto approvato a fine aprile, e lo stesso provvedimento viene contestato da altri sindacati che invitano a scioperare già domani. Tra questi, oltre a Cobas, Cub e Usb c’è l’Anief: abbiamo intervistato il suo presidente Marcello Pacifico.


 

Più di una persona su 10 in Italia ha rinunciato a curarsi nel 2021 per problemi economici o di accesso ai servizi

Nel 2021, più di un cittadino su dieci su ha rinunciato a curarsi per problemi economici o di accesso ai servizi. Il dato emerge dal rapporto civico sulla salute, presentato oggi da Cittadinanzattiva. Le liste di attesa infinite (due anni per una mammografia, un anno per una eco, una tac, o un intervento ortopedico) sono stati l’ostacolo principale riscontrato da chi ha rinunciato a curarsi. La pandemia, spiega ancora Cittadinanzattiva, ha acuito questo problema preesistente: “Abbiamo la necessità di recuperare milioni di prestazioni, i cittadini devono essere messi nella condizione di tornare a curarsi“.

Gli Stati Uniti contro Billie Holiday il film con Andra Day

(di Barbara Sorrentini)

All’origine di tutto c’è un a canzone. Si intitola “Strange fruits” e si riferisce ai neri appesi agli alberi e linciati: sono loro gli strani frutti spuntati sui rami, vittime di una pratica molto comune nell’America degli anni ’50. E’ l’epoca in cui Billie Holiday diventò un’icona della musica, ma nello stesso tempo anche il capro espiatorio della battaglia contro la droga intrapresa dal Governo Federale. In quegli anni, la droga diventava il primo espediente per una discriminazione razzista, l’alibi perfetto per arrestare quei neri che avevano raggiunto una certa popolarità. [CONTINUA A LEGGERE SUL SITO]

L’andamento dell’epidemia di COVID-19 in Italia

La pandemia di COVID-19 ha provocato la morte di un numero compreso tra i 13,3 e i 16,6 milioni di persone tra il 1° gennaio 2020 e il 31 dicembre 2021. L’ultima stima dell’Organizzazione mondiale della Sanità, pubblicata oggi, triplica di fatto i decessi attribuiti alla malattia sommando semplicemente i dati ufficiali dei paesi. La sovramortalità è stata calcolata facendo la differenza fra i morti constatati e le statistiche pluriennali del periodo antecedente la pandemia.

È arrivato intanto il via libera dal Parlamento Europeo all’estensione della validità del certificato digitale COVID UE per un altro anno, fino a giugno 2023. I negoziati prenderanno il via nell’immediato per far sì che le regole entrino in vigore prima della scadenza dell’attuale regime prevista per il 30 giugno.

https://twitter.com/RegLombardia/status/1522239863512313856

  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di lunedì 23/05/2022 delle 19:48

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 23/05/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Gli speciali di lunedì 23/05/2022

    I reportage e le inchieste di Radio Popolare Il lavoro degli inviati, corrispondenti e redattori di Radio Popolare e Popolare…

    Gli speciali - 23/05/2022

  • PlayStop

    Gli speciali di lunedì 23/05/2022

    I reportage e le inchieste di Radio Popolare Il lavoro degli inviati, corrispondenti e redattori di Radio Popolare e Popolare…

    Gli speciali - 23/05/2022

  • PlayStop

    Esteri di lunedì 23/05/2022

    1-Guerra in Ucraina. Mosca aumenta la pressione militare nel Donbass e non si escludono nuove operazioni nelle zone dalle quali…

    Esteri - 23/05/2022

  • PlayStop

    Esteri di lunedì 23/05/2022

    Il giro del mondo in 24 ore. Ideato da Chawki Senouci Data di nascita: 6 ottobre 2003 (magazine domenicale di…

    Esteri - 23/05/2022

  • PlayStop

    The Game di lunedì 23/05/2022

    Soldi, lavoro, avidità, disoccupazioni: il grande gioco dell’economia smontato ogni giorno da Raffaele Liguori.

    The Game - 23/05/2022

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di lunedì 23/05/2022

    Dove si ricorda il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo…

    Muoviti muoviti - 23/05/2022

  • PlayStop

    Coralli e crocchette

    Con Zeina Ayache e Andrea Bellati

    Di tutto un boh - 23/05/2022

  • PlayStop

    Nando Dalla Chiesa, Ostinati e contrari. La sfida alla mafia nelle parole di due grandi protagonisti

    NANDO DALLA CHIESA - OSTINATI E CONTRARI. LA SFIDA ALLA MAFIA NELLE PAROLE DI DUE GRANDI PROTAGONISTI – presentato da…

    Note dell’autore - 23/05/2022

  • PlayStop

    Considera l’armadillo di lunedì 23/05/2022

    Si parla con Andrea Mustoni del suo libro Un uomo tra gli orsi, il racconto di un'avventura sulle Alpi, ediciclo…

    Considera l’armadillo - 23/05/2022

  • PlayStop

    Jack di lunedì 23/05/2022

    Intervista a Louise Bartle dei Bloc Party

    Jack - 23/05/2022

  • PlayStop

    Trentanni fa l'assasinio del Giudice Falcone

    Questa mattina a Prisma abbiamo ascoltato le voci di allora, l'intervista di Lele Liguori a Giuseppe Costanza, l'autista di Falcone…

    Clip - 23/05/2022

  • PlayStop

    Puntata di lunedì 23/05/2022

    Un percorso attraverso la stratificazione sociale italiana, un viaggio nell’ascensore sociale del Belpaese, spesso rotto da anni e in attesa…

    Poveri ma belli - 23/05/2022

  • PlayStop

    Cult di lunedì 23/05/2022

    Oggi a Cult, il quotidiano culturale di Radio Popolare in onda alle 11.30: il festival del cinema di Cannes, Emilio…

    Cult - 23/05/2022

  • PlayStop

    Cult di lunedì 23/05/2022

    Oggi a Cult, il quotidiano culturale di Radio Popolare in onda alle 11.30: il festival del cinema di Cannes, Emilio…

    Cult - 23/05/2022

  • PlayStop

    Il veleno di Punta Catalina

    Non è solo l'ennesimo progetto killer del clima. La centrale a carbone di Punta Catalina, nel paradiso naturale della Repubblica…

    Omissis - 23/05/2022

  • PlayStop

    Reggae Radio Station di domenica 22/05/2022

    http://vitowar.blogspot.it/ A ritmo di Reggae Reggae Radio Station accompagna discretamente l’ascoltatore in un viaggio attraverso le svariate sonorità della Reggae…

    Reggae Radio Station - 23/05/2022

  • PlayStop

    Tutto scorre di lunedì 23/05/2022

    Sguardi, opinioni, vite, dialoghi ai microfoni di Radio Popolare.

    Tutto scorre - 23/05/2022

  • PlayStop

    Tutto scorre di lunedì 23/05/2022

    Sguardi, opinioni, vite, dialoghi ai microfoni di Radio Popolare.

    Tutto scorre - 23/05/2022

  • PlayStop

    Prisma di lunedì 23/05/2022

    GUERRA, ULTIMI SVILUPPI, ANALISI E COMMENTI con Emanuele Valenti, Mara Morini docente di Politiche dell'Europa Orientale all'Università di Genova e…

    Prisma - 23/05/2022

Adesso in diretta