Approfondimenti

Piccola storia a margine

“Io non sono razzista, ma”

La frase che non ci si aspetterebbe mai venisse pronunciata da uno che è appena scampato a un incidente ferroviario con tre morti e 5 feriti gravi, un treno spezzato in tre tronconi, carrozze accartocciate attorno ai pali dell’alta tensione, persone incastrate tra le lamiere contorte, intrappolate al buio in attesa di soccorsi per minuti interminabili.

Alto, sulla cinquantina, forte accento bergamasco. Un po’ trasandato. Si ferma volentieri a raccontare il botto e la paura all’esterno della palestra comunale di Segrate, dove sono stati portati i feriti lievi per i primi controlli da parte dei medici. Sono quasi tutti cittadini stranieri. Originari dell’Africa e dell’Europa dell’Est. Vanno a Milano a lavorare nell’edilizia, nei servizi, nelle pulizie.

“Io non sono razzista ma pensi che uno di loro ha un biglietto?”.

“No, e poi il controllore ha paura”, ribatte un volontario della Protezione Civile. 

“Fammi vedere il telefono”, mi dice il passeggero scampato al deragliamento. “Ecco io non sono razzista, ma loro hanno tutti telefoni più grossi del tuo”.

“Beh, lavorano, se decidono di comprarselo che problema c’è”.

“Sì, certo lavorano. Vanno a Lambrate, lì c’è il loro capo, li manda in giro tutto il giorno col cappellino a chiedere i soldi, poi la sera se li prende”.

Esce dalla palestra un altro italiano: “Fa caldo lì dentro, ci saranno 50 gradi, sarà per tutti quei negretti”

Il treno partito da Cremona sarebbe dovuto arrivare alle 7,24 alla stazione di Milano Garibaldi. E’ il treno dei pendolari. E’ deragliato poco prima delle 7 a Pioltello. I campi da una parte, i capannoni della logistica dell’Esselunga dall’altra, lo scalo merci di Segrate con la distesa di container.

“Ho visto una persona morta davanti a me”, dice un ragazzo che arriva dal Nord Africa. “Un’altra con un piede incastrato tra i sedili”.

Cosa avete fatto?

“Abbiamo provato a liberarla”.

Cyril arriva dalla Romania. Era salito a Caravaggio, andava a Milano per lavorare in una impresa di pulizie: “I soccorsi sono arrivati dopo mezz’ora”.

Voi cosa avete fatto?

“Ci siamo organizzati per aiutare i feriti, era buio, non c’era nessuno”.

 

  • Autore articolo
    Luigi Ambrosio
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di gio 21/01/21

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 22/01/2021

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di gio 21/01/21 delle 19:48

    Metroregione di gio 21/01/21 delle 19:48

    Rassegna Stampa - 22/01/2021

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Serve And Volley di ven 22/01/21

    Serve And Volley di ven 22/01/21

    Serve&Volley - 22/01/2021

  • PlayStop

    Rotoclassica di gio 21/01/21

    Rotoclassica di gio 21/01/21

    Rotoclassica - 22/01/2021

  • PlayStop

    A casa con voi di gio 21/01/21

    A casa con voi di gio 21/01/21

    A casa con voi - 22/01/2021

  • PlayStop

    Esteri di gio 21/01/21

    1- Strage in un mercato di Baghad. In Iraq torna l’incubo degli attentati kamikaze. ( Laura Silvia Battaglia) ..2-Stati uniti.…

    Esteri - 22/01/2021

  • PlayStop

    Sunday Blues di gio 21/01/21

    Sunday Blues di gio 21/01/21

    Sunday Blues - 22/01/2021

  • PlayStop

    Uno di Due di gio 21/01/21

    Uno di Due di gio 21/01/21

    1D2 - 22/01/2021

  • PlayStop

    Considera l'armadillo gio 21/01/21

    Considera l'armadillo gio 21/01/21

    Considera l’armadillo - 22/01/2021

  • PlayStop

    Jack di gio 21/01/21

    PFM, Massive Attack, Stormzy, Katy Perry, Intervista a Leo Pari a cura di Margherita De Valle

    Jack - 22/01/2021

  • PlayStop

    Stay Human di gio 21/01/21

    Stay Human di gio 21/01/21

    Stay human - 22/01/2021

  • PlayStop

    Memos di gio 21/01/21

    Conversazione sul Pci. Cent’anni fa nasceva il Partito Comunista d’Italia e trent’anni fa il Pci decideva di sciogliersi. Una storia…

    Memos - 22/01/2021

  • PlayStop

    Armando Massarenti, La pandemia dei dati. Ecco il vaccino

    ARMANDO MASSARENTI - LA PANDEMIA DEI DATI. ECCO IL VACCINO - presentato da IRA RUBINI

    Note dell’autore - 22/01/2021

  • PlayStop

    Cult di gio 21/01/21

    Cult di gio 21/01/21

    Cult - 22/01/2021

  • PlayStop

    37 e 2 di gio 21/01/21

    Calmierizzazione dei prezzi dei tamponi e dei test sierologici; tamponi esportati nella scorsa primavera negli USA; le vostre domande; la…

    37 e 2 - 22/01/2021

  • PlayStop

    Prisma di gio 21/01/21

    La crisi di governo: reggerà questa maggioranza? Con il vicedirettore del Foglio Salvatore Merlo e Daniela Preziosi del Domani. Renziani…

    Prisma - 22/01/2021

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di gio 21/01/21

    Rassegna stampa internazionale di gio 21/01/21

    Rassegna stampa internazionale - 22/01/2021

  • PlayStop

    Il demone del tardi - copertina di gio 21/01/21

    Il demone del tardi - copertina di gio 21/01/21

    Il demone del tardi - 22/01/2021

  • PlayStop

    Fino alle otto di gio 21/01/21

    Fino alle otto di gio 21/01/21

    Fino alle otto - 22/01/2021

Adesso in diretta