Approfondimenti

Migliaia di chilometri di nuovi oleodotti, alla faccia del cambiamento climatico

Adrin Tugume ha 53 anni, dieci figli, e abita in Uganda. Per sostenere la sua famiglia, ha sempre coltivato nel campo vicino a casa alberi da frutto e piante medicinali, da vendere anche ad altre persone del suo territorio. Da alcuni mesi, però, Adrin non può più utilizzare il suo campo: lì, deve sorgere un nuovo oleodotto.

Uganda e Tanzania infatti hanno in atto alcuni accordi con la francese Total e con la National Offshore Oil Corporation cinese per la costruzione di 1.500 chilometri di nuovi oleodotti. Nel 2006 in Uganda sono stati scoperti nuovi giacimenti petroliferi e l’esportazione del petrolio è diventata un’opportunità per il governo ugandese, che però non ha sbocco sul mare: così, il nuovo oleodotto attraverserà anche la Tanzania.

La popolazione locale si sta opponendo da mesi alla sua costruzione: gli attivisti spiegano che decine di migliaia di persone dovrebbero spostarsi dai loro terreni. In più, l’oleodotto attraverserebbe alcuni parchi naturali dove vivono specie animali a rischio di estinzione. Per questo motivo, ovviamente, è forte l’opposizione degli attivisti per il clima di tutto il mondo. Secondo le stime dei promotori, invece, il progetto potrà portare 10.000 posti di lavoro in Uganda e ingenti introiti economici.

I 1500 nuovi chilometri di oleodotto sono solo una piccolissima parte di tutti quelli in costruzione nel mondo. Un nuovo report del Global Energy Monitor ha verificato che quelli in costruzione o in via di sviluppo sono 24.000. Stati Uniti, India, Cina, Russia sono i Paesi maggiormente coinvolti. La Russia, ad esempio, ha previsto la costruzione di nuovi oleodotti per aumentare gli scambi con India e Cina, soprattutto dopo il blocco delle esportazioni verso l’Europa. Progetti che portano in direzione totalmente opposta rispetto agli impegni che i Paesi stanno prendendo per combattere la crisi climatica. Sentiamo il commento di Luca Iacoboni, responsabile programmi nazionali di Ecco, un think tank che si occupa di clima ed energia in Italia.

In alcuni casi, come quello dell’Uganda, il governo si oppone ad ogni considerazione sulla crisi climatica: il Paese, dicono i suoi rappresentanti, ha tutto il diritto di puntare a uno sviluppo economico, e sino ad ora la sua responsabilità nella crisi climatica è stata minima. È la risposta che il Paese ha dato anche al Parlamento europeo a metà settembre, quando è stata approvata a livello europeo una risoluzione per chiedere di mettere fine alle attività estrattive nel Paese…

24mila chilometri di nuovi oleodotti equivalgono a due volte il diametro della Terra. Sarà importante continuare a monitorare lo stato di avanzamento di ogni singolo progetto.

Chiara Vitali

  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di sabato 26/11/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 27/11/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di venerdì 25/11/2022 delle 19:51

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 27/11/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Snippet di sabato 26/11/2022

    Un viaggio musicale, a cura di missinred, attraverso remix, campioni, sample, cover, edit, mash up. Sabato dalle 22:45 alle 23.45…

    Snippet - 27/11/2022

  • PlayStop

    News della notte di sabato 26/11/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 27/11/2022

  • PlayStop

    Il sabato del villaggio di sabato 26/11/2022

    Il sabato del villaggio... una trasmissione totalmente improvvisata ed emozionale. Musica a 360°, viva, legata e slegata dagli accadimenti. Come…

    Il sabato del villaggio - 27/11/2022

  • PlayStop

    Senti un po’ di sabato 26/11/2022

    Senti un po’ è un programma della redazione musicale di Radio Popolare, curata e condotta da Niccolò Vecchia, che da…

    Senti un po’ - 27/11/2022

  • PlayStop

    Jailhouse Rock di sabato 26/11/2022

    Suoni, suonatori e suonati dal mondo delle prigioni Jailhouse Rock è una trasmissione radiofonica in onda su Radio Popolare e…

    Jailhouse Rock - 27/11/2022

  • PlayStop

    Ollearo.con di sabato 26/11/2022

    Un faro nel weekend per orientare la community di RP. Il collante a tenuta super che tiene insieme gli elementi…

    Ollearo.con - 27/11/2022

  • PlayStop

    DOC – Tratti da una storia vera di sabato 26/11/2022

    I documentari e le docu-serie sono diventati argomento di discussione online e offline: sesso, yoga, guru, crimine, storie di ordinaria…

    DOC – Tratti da una storia vera - 27/11/2022

  • PlayStop

    Chassis di sabato 26/11/2022

    Dal 2002 va in onda Chassis-Il contenitore di pellicole di Radio Popolare. Un programma pensato per informare ed evocare con…

    Chassis - 27/11/2022

  • PlayStop

    I girasoli di sabato 26/11/2022

    La trasmissione è un appuntamento con l’arte e la fotografia e con le ascoltatrici e gli ascoltatori che vogliono avere…

    I girasoli - 27/11/2022

  • PlayStop

    Good Times di sabato 26/11/2022

    Good Times è il trampolino per tuffarsi in bello stile nel weekend. Visioni, letture, palchi, percorsi, incontri, esperienze, attività. Gli…

    Good Times - 27/11/2022

  • PlayStop

    Piovono radio di sabato 26/11/2022

    Il direttore di Radio Popolare Sandro Gilioli a confronto con ascoltatori e ascoltatrici.

    Piovono radio - 27/11/2022

  • PlayStop

    Itaca di sabato 26/11/2022

    Itaca, viaggio nel presente. I giornali, l’attualità, il colloquio con chi ci ascolta. Ogni sabato dalle 8.45 alle 10.30.

    Itaca - 27/11/2022

  • PlayStop

    Let's spend the night together di sabato 26/11/2022

    Let's Spend The Night Together è il salottino rock'n'roll di Radio Popolare. Si parla di attualità, si passano le novità…

    Let’s spend the night together - 27/11/2022

  • PlayStop

    Doppia Acca di venerdì 25/11/2022

    Dal 2011 è la trasmissione dedicata all’hip-hop di Radio Popolare.

    Doppia_Acca - 27/11/2022

  • PlayStop

    News della notte di venerdì 25/11/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 27/11/2022

  • PlayStop

    Psicoradio di venerdì 25/11/2022

    Psicoradio, la radio della mente Nasce nel 2006, frutto della collaborazione tra il Dipartimento di Salute Mentale dell’Azienda Usl di…

    Psicoradio - 27/11/2022

  • PlayStop

    Sui Generis di venerdì 25/11/2022

    Una trasmissione che parla di donne e altre stranezze. Attualità, cultura, approfondimenti. Tutte le domeniche dalle 15.35 alle 16.30. A…

    Sui Generis - 27/11/2022

  • PlayStop

    Quel che resta del giorno di venerdì 25/11/2022

    I fatti più importanti della giornata sottoposti al dibattito degli ascoltatori e delle ascoltatrici.

    Quel che resta del giorno - 27/11/2022

  • PlayStop

    Esteri di venerdì 25/11/2022

    Il giro del mondo in 24 ore. Ideato da Chawki Senouci Data di nascita: 6 ottobre 2003 (magazine domenicale di…

    Esteri - 27/11/2022

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di venerdì 25/11/2022

    (47 - 238) Dove si scopre che per fare il Vice Ministro degli Esteri non è così importante conoscere, almeno…

    Muoviti muoviti - 27/11/2022

Adesso in diretta