Approfondimenti

Milano e la nevicata record del 1985. Il ricordo di Michelino Crosti

Milano. La nevicata del 1985

35 anni fa la città di Milano stava facendo i conti con la cosiddetta nevicata del secolo. Dal 13 gennaio 1985 e per le 72 ore successive caddero su Milano tra i 70 e i 90 centimetri di neve. La grande nevicata del 1985 non era stata prevista e Milano non era pronta ad affrontare un’emergenza di quella portata.

La città rimase bloccata per giorni e fu necessario far intervenire l’Esercito per dare supporto all’inadeguatezza dell’amministrazione comunale. In quei giorni Michelino Crosti era in giro per Milano per raccontare i disagi e i disservizi per Radio Popolare.

L’intervista di Alessandro Braga a Fino alle Otto a 35 anni da quella nevicata record.

Ricordo che quella nevicata non era stata prevista in quei termini. Arrivando verso la Radio mi sono reso conto che in strada c’era una situazione terrificante. La gente usciva di casa per andare a lavoro in auto, ma poi non riusciva a muoversi: le strade erano piene di neve, almeno 85 centimetri, e i mezzi non erano stati adeguatamente allertati e le auto che riuscivano a partire rimanevano bloccate in mezzo alla strada senza potersi più muovere. Le strade erano bloccate, i mezzi pubblici erano bloccati e anche le auto erano bloccate in mezzo alla strada. E questo vale per tutta la città.

Abbiamo immagini romantiche di quelle giornate, ma ci furono anche ingenti danni.

Sì. E un altro problema era la neve che si era accumulata sui tetti e che, con l’aumentare della temperatura, rischiava di cadere in strada. Bisognava stare attenti altrimenti si veniva travolti dai blocchi di neve che cadevano dai tetti. Mi pare che ci furono anche due o tre morti per questo motivo. I problemi si moltiplicarono e ci vollero diversi giorni per tornare alla normalità. Milano non aveva mai vissuto una roba così catastrofica prima di quel periodo lì.

Ricordo che arrivò anche l’Esercito, ma riuscì a liberare soltanto le vie principali. In quelle secondarie la neve restò fino a tarda primavera.

Sì, per un po’ utilizzarono i tombini delle fognature, ma poi capirono che non era la strategia migliore perché la neve iniziò a consolidarsi. Il problema vero fu che la città non si era preparata ad un evento di quel genere, non l’aveva previsto e non era organizzata per affrontarlo. Non fu sparso il sale e dal momento della nevicata del 1985 in poi ci furono problemi enormi per smaltire la neve. Una cosa analoga successe nel periodo della sindaca Moratti, che aveva prestato il sale a Torino e per qualche giorno ci furono dei problemi, anche se non aveva nevicato così tanto.

  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di domenica 26/06/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 26/06/2022

Ultimo Metroregione

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Giocare col fuoco di domenica 26/06/2022

    Giocare col fuoco: storie, canzoni, poesie di e con Fabrizio Coppola Un contenitore di musica e letteratura senza alcuna preclusione…

    Giocare col fuoco - 26/06/2022

  • PlayStop

    Rap Criminale di domenica 26/06/2022

    - Chi ha sparato a Tupac Shakur? - Chi ha ucciso Notorious B.I.G.? Perché si sono sciolti i NWA? -…

    Rap Criminale - 26/06/2022

  • PlayStop

    Onde Road di domenica 26/06/2022

    Autostrade e mulattiere. Autostoppisti e trakker. Dogane e confini in via di dissoluzione. Ponti e cimiteri. Periferie urbane e downtown…

    Onde Road - 26/06/2022

  • PlayStop

    La domenica dei libri di domenica 26/06/2022

    La domenica dei libri è la trasmissione di libri e cultura di Radio Popolare. Ogni settimana, interviste agli autori, approfondimenti,…

    La domenica dei libri - 26/06/2022

  • PlayStop

    Va pensiero di domenica 26/06/2022

    Viaggio a bocce ferme nel tema politico della settimana.

    Va Pensiero - 26/06/2022

  • PlayStop

    Slide Pistons – Jam Session di sabato 25/06/2022

    La nuova frizzante trasmissione di Luciano Macchia e Raffaele Kohler. Tutti i sabati su Radio Popolare dalle 23.45. In onda…

    Slide Pistons – Jam Session - 26/06/2022

  • PlayStop

    News della notte di sabato 25/06/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 26/06/2022

  • PlayStop

    Gli speciali di sabato 25/06/2022

    I reportage e le inchieste di Radio Popolare Il lavoro degli inviati, corrispondenti e redattori di Radio Popolare e Popolare…

    Gli speciali - 26/06/2022

  • PlayStop

    I girasoli di sabato 25/06/2022

    La trasmissione è un appuntamento con l’arte e la fotografia e con le ascoltatrici e gli ascoltatori che vogliono avere…

    I girasoli - 26/06/2022

  • PlayStop

    Stay human di sabato 25/06/2022

    Ogni sabato dalle 16.30 alle 17.30, musica e parole che ci tirano su il morale in compagnia di Claudio Agostoni…

    Stay human - 26/06/2022

  • PlayStop

    Senti un po’ di sabato 25/06/2022

    Senti un po’ è un programma della redazione musicale di Radio Popolare, curata e condotta da Niccolò Vecchia, che da…

    Senti un po’ - 26/06/2022

  • PlayStop

    DOC – Tratti da una storia vera di sabato 25/06/2022

    I documentari e le docu-serie sono diventati argomento di discussione online e offline: sesso, yoga, guru, crimine, storie di ordinaria…

    DOC – Tratti da una storia vera - 26/06/2022

  • PlayStop

    Ollearo.con di sabato 25/06/2022

    Un faro nel weekend per orientare la community di RP. Il collante a tenuta super che tiene insieme gli elementi…

    Ollearo.con - 26/06/2022

  • PlayStop

    Good Times di sabato 25/06/2022

    Il ricordo di Patrizia Cavalli con Paolo Massari; le sorelle terribili di Simenon; la festa del Naga; La maschera: un…

    Good Times - 26/06/2022

  • PlayStop

    Piovono radio di sabato 25/06/2022

    Il direttore di Radio Popolare Sandro Gilioli a confronto con ascoltatori e ascoltatrici.

    Piovono radio - 26/06/2022

  • PlayStop

    Itaca di sabato 25/06/2022

    Itaca, viaggio nel presente. I giornali, l’attualità, il colloquio con chi ci ascolta. Ogni sabato dalle 8.45 alle 10.30.

    Itaca - 26/06/2022

  • PlayStop

    Itaca di sabato 25/06/2022

    Itaca, viaggio nel presente. I giornali, l’attualità, il colloquio con chi ci ascolta. Ogni sabato dalle 8.45 alle 10.30.

    Itaca - 26/06/2022

Adesso in diretta