Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

  • PlayStop

    GR di dom 19/01 delle ore 10:30

    GR di dom 19/01 delle ore 10:30

    Giornale Radio - 19/01/2020

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di dom 19/01

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 19/01/2020

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di ven 17/01 delle 19:47

    Metroregione di ven 17/01 delle 19:47

    Rassegna Stampa - 19/01/2020

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Chassis di dom 19/01 (seconda parte)

    Chassis di dom 19/01 (seconda parte)

    Chassis - 19/01/2020

  • PlayStop

    Chassis di dom 19/01 (prima parte)

    Chassis di dom 19/01 (prima parte)

    Chassis - 19/01/2020

  • PlayStop

    Chassis di dom 19/01

    Chassis di dom 19/01

    Chassis - 19/01/2020

  • PlayStop

    Favole al microfono di dom 19/01

    Favole al microfono di dom 19/01

    Favole al microfono - 19/01/2020

  • PlayStop

    Snippet di sab 18/01

    Snippet di sab 18/01

    Snippet - 19/01/2020

  • PlayStop

    The Box di sab 18/01

    The Box di sab 18/01

    The Box - 19/01/2020

  • PlayStop

    Il Sabato del Villaggio di sab 18/01 (prima parte)

    Il Sabato del Villaggio di sab 18/01 (prima parte)

    Il sabato del villaggio - 19/01/2020

  • PlayStop

    Il Sabato del Villaggio di sab 18/01 (seconda parte)

    Il Sabato del Villaggio di sab 18/01 (seconda parte)

    Il sabato del villaggio - 19/01/2020

  • PlayStop

    Il Sabato del Villaggio di sab 18/01

    Il Sabato del Villaggio di sab 18/01

    Il sabato del villaggio - 19/01/2020

  • PlayStop

    Pop Up di sab 18/01 (terza parte)

    Pop Up di sab 18/01 (terza parte)

    Pop Up Live - 19/01/2020

  • PlayStop

    Pop Up di sab 18/01 (prima parte)

    Pop Up di sab 18/01 (prima parte)

    Pop Up Live - 19/01/2020

  • PlayStop

    Pop Up di sab 18/01 (seconda parte)

    Pop Up di sab 18/01 (seconda parte)

    Pop Up Live - 19/01/2020

  • PlayStop

    Pop Up di sab 18/01

    Pop Up di sab 18/01

    Pop Up Live - 19/01/2020

  • PlayStop

    Il Suggeritore di sab 18/01

    Il Suggeritore di sab 18/01

    Il suggeritore - 19/01/2020

  • PlayStop

    Ten ten Chart di sab 18/01

    Ten ten Chart di sab 18/01

    Ten ten chart - 19/01/2020

  • PlayStop

    Mind the Gap di sab 18/01

    Mind the Gap di sab 18/01

    Mind the gap - 19/01/2020

  • PlayStop

    Passatel di sab 18/01

    Passatel di sab 18/01

    Passatel - 19/01/2020

  • PlayStop

    Sidecar di sab 18/01

    Sidecar di sab 18/01

    Sidecar - 19/01/2020

  • PlayStop

    I Girasoli di sab 18/01 (prima parte)

    I Girasoli di sab 18/01 (prima parte)

    I girasoli - 19/01/2020

  • PlayStop

    I Girasoli di sab 18/01 (seconda parte)

    I Girasoli di sab 18/01 (seconda parte)

    I girasoli - 19/01/2020

Adesso in diretta

Approfondimenti

Milano e la nevicata record del 1985. Il ricordo di Michelino Crosti

Milano. La nevicata del 1985

35 anni fa la città di Milano stava facendo i conti con la cosiddetta nevicata del secolo. Dal 13 gennaio 1985 e per le 72 ore successive caddero su Milano tra i 70 e i 90 centimetri di neve. La grande nevicata del 1985 non era stata prevista e Milano non era pronta ad affrontare un’emergenza di quella portata.

La città rimase bloccata per giorni e fu necessario far intervenire l’Esercito per dare supporto all’inadeguatezza dell’amministrazione comunale. In quei giorni Michelino Crosti era in giro per Milano per raccontare i disagi e i disservizi per Radio Popolare.

L’intervista di Alessandro Braga a Fino alle Otto a 35 anni da quella nevicata record.

Ricordo che quella nevicata non era stata prevista in quei termini. Arrivando verso la Radio mi sono reso conto che in strada c’era una situazione terrificante. La gente usciva di casa per andare a lavoro in auto, ma poi non riusciva a muoversi: le strade erano piene di neve, almeno 85 centimetri, e i mezzi non erano stati adeguatamente allertati e le auto che riuscivano a partire rimanevano bloccate in mezzo alla strada senza potersi più muovere. Le strade erano bloccate, i mezzi pubblici erano bloccati e anche le auto erano bloccate in mezzo alla strada. E questo vale per tutta la città.

Abbiamo immagini romantiche di quelle giornate, ma ci furono anche ingenti danni.

Sì. E un altro problema era la neve che si era accumulata sui tetti e che, con l’aumentare della temperatura, rischiava di cadere in strada. Bisognava stare attenti altrimenti si veniva travolti dai blocchi di neve che cadevano dai tetti. Mi pare che ci furono anche due o tre morti per questo motivo. I problemi si moltiplicarono e ci vollero diversi giorni per tornare alla normalità. Milano non aveva mai vissuto una roba così catastrofica prima di quel periodo lì.

Ricordo che arrivò anche l’Esercito, ma riuscì a liberare soltanto le vie principali. In quelle secondarie la neve restò fino a tarda primavera.

Sì, per un po’ utilizzarono i tombini delle fognature, ma poi capirono che non era la strategia migliore perché la neve iniziò a consolidarsi. Il problema vero fu che la città non si era preparata ad un evento di quel genere, non l’aveva previsto e non era organizzata per affrontarlo. Non fu sparso il sale e dal momento della nevicata del 1985 in poi ci furono problemi enormi per smaltire la neve. Una cosa analoga successe nel periodo della sindaca Moratti, che aveva prestato il sale a Torino e per qualche giorno ci furono dei problemi, anche se non aveva nevicato così tanto.

  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni