Approfondimenti

“Mediator, un crime chimiquement pur”, di Irène Frachon ed Éric Giacometti

Mediator Frachon

Frachon è una delle “lanceuses d’alerte” francesi più famose degli ultimi anni. In italiano potremmo chiamarla con il meno suggestivo “segnalatrice di illeciti”. Pneumologa a Brest, è diventata il simbolo dello scandalo sanitario del Mediator: un farmaco venduto per trent’anni dai laboratori Servier come coadiuvante alle diete antidiabetiche, ma utilizzato principalmente come inibitore della fame, e di fatto un derivato dell’anfetamina.

Come un’altra molecola di Servier della stessa famiglia, vietata nel ‘97, ha dei gravi effetti tossici secondari che colpiscono cuore e polmoni. Uno studio francese del 2012 stima che abbia causato più di 1.300 morti e oltre 3.500 ospedalizzazioni. Dei dati che potrebbero essere sottovalutati ma che nel 2021 hanno contribuito alla condanna in primo grado del laboratorio per frode aggravata, omicidio e ferite involontarie e dell’agenzia del farmaco francese per aver fallito nel suo compito di farmacovigilanza.

Il processo, rimandato più volte, è iniziato a dodici anni di distanza dai primi gridi d’allarme lanciati da Irène Frachon e ben cinque anni dopo la morte di Jacques Servier. Il fondatore del gruppo farmaceutico non ha mai dovuto affrontare la sentenza e ha portato con sé nella tomba anche la sua Légion d’Honneur. Per le vittime è una beffa che si aggiunge al danno.

Mentre in questi giorni è iniziato a Parigi il processo di appello al laboratorio, Irène Frachon ha pubblicato un intenso romanzo grafico dedicato a questa storia lunga, dolorosa e intricata. In 200 pagine in francese “Mediator – In crimine chimicamente puro” mescola le vicende personali di Irene e delle vittime di Servier, la lunga inchiesta, sua e di altri colleghi prima e con lei. L’intensa battaglia per togliere dal mercato un veleno travestito da farmaco.

Pensato a quattro mani con l’ex giornalista, oggi giallista, Éric Giacometti, che scrisse del Mediator nelle pagine di Le Parisien, questo fumetto ci trascina anche dietro le quinte dell’industria farmaceutica e della sua storia in Francia. Gli autori hanno voluto farne un “J’accuse!” a carico di Jacques Servier. Della sua gestione aziendale, della sua imprenditorialità fatta di denaro e relazioni – politiche e non solo –, a discapito della salute dei pazienti. Ma hanno anche tracciato il ritratto di una democrazia disfunzionale, dove controllori e controllati vivono fianco a fianco e i soldi dei laboratori comprano, ammorbidiscono o zittiscono chiunque possa bloccare la macchina delle vendite. Compresi quei medici che hanno giurato di esercitare in autonomia e per tutelare i propri pazienti.

Non per nulla, una delle voci narranti del romanzo, che oltre a note e bibliografie precise non lesina sulle spiegazioni di concetti di biologia, chimica e medicina, è lo stesso Ippocrate. Il simbolo della bioetica. Duro, a volte frustrante ma non privo di speranza, il fumetto ricorda anche il ruolo fondamentale dei media nel far venire alla luce questo scandalo, nonostante i tentativi di Servier di farli tacere. E racchiude una sorta di memoriale dei morti e dei malati del Mediator. Un susseguirsi di nomi impressionante, per non dimenticare.

Mediator – un crime chimiquement pur“, di Irène Frachon ed Éric Giacometti. Disegno e colore di François Duprat e Paul Bona. 200 pagine a colori, Delcourt, 23 euro e 95.

  • Autore articolo
    Luisa Nannipieri
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di domenica 05/02/2023

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 02/05/2023

Ultimo Metroregione

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Bollicine di domenica 05/02/2023

    Che cos’hanno in comune gli Area e i cartoni giapponesi? Quali sono i vinili più rari al mondo? Giunta alla…

    Bollicine - 02/05/2023

  • PlayStop

    Archivio Ricordi di domenica 05/02/2023

    Era da tempo che pensavo ad un nuovo programma, e non mi accorgevo che era già lì…ma dove? Semplice, nei…

    Archivio Ricordi - 02/05/2023

  • PlayStop

    Soulshine di domenica 05/02/2023

    Soulshine è un mix eclettico di ultime uscite e classici immortali fra soul, world music, jazz, funk, hip hop, afro…

    Soulshine - 02/05/2023

  • PlayStop

    Giocare col fuoco di domenica 05/02/2023

    Giocare col fuoco: storie, canzoni, poesie di e con Fabrizio Coppola Un contenitore di musica e letteratura senza alcuna preclusione…

    Giocare col fuoco - 02/05/2023

  • PlayStop

    Canta che ti passa di domenica 05/02/2023

    I concerti della settimana e una breve monografia sugli artisti in tour

    Canta che ti passa - 02/05/2023

  • PlayStop

    Comizi d’amore di domenica 05/02/2023

    Quaranta minuti di musica e dialoghi cinematografici trasposti, isolati, destrutturati per creare nuove forme emotive di ascolto. Ogni domenica dalle…

    Comizi d’amore - 02/05/2023

  • PlayStop

    C'è di buono di domenica 05/02/2023

    La cucina, la gastronomia, quello che mangiamo…hanno un ruolo fondamentale nella vita di tutti noi. Il cibo che scegliamo ci…

    C’è di buono - 02/05/2023

  • PlayStop

    Onde Road di domenica 05/02/2023

    Autostrade e mulattiere. Autostoppisti e trakker. Dogane e confini in via di dissoluzione. Ponti e cimiteri. Periferie urbane e downtown…

    Onde Road - 02/05/2023

  • PlayStop

    La domenica dei libri di domenica 05/02/2023

    La domenica dei libri è la trasmissione di libri e cultura di Radio Popolare. Ogni settimana, interviste agli autori, approfondimenti,…

    La domenica dei libri - 02/05/2023

  • PlayStop

    Va pensiero di domenica 05/02/2023

    Viaggio a bocce ferme nel tema politico della settimana.

    Va Pensiero - 02/05/2023

  • PlayStop

    Apertura musicale classica di domenica 05/02/2023

    La musica classica e le sue riverberazioni con Carlo Lanfossi per augurare un buon risveglio a “tutte le mattine del…

    Apertura musicale classica - 02/05/2023

  • PlayStop

    Slide Pistons – Jam Session di sabato 04/02/2023

    La nuova frizzante trasmissione di Luciano Macchia e Raffaele Kohler. Tutti i sabati su Radio Popolare dalle 23.45. In onda…

    Slide Pistons – Jam Session - 02/04/2023

  • PlayStop

    Guida nella Jungla di sabato 04/02/2023

    GnJ Guida nella Jungla è nata da un’idea di Paolo Minella e Luca Boselli nella seconda metà dei ’90. Da…

    Guida nella Jungla - 02/04/2023

  • PlayStop

    News della notte di sabato 04/02/2023

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 02/04/2023

  • PlayStop

    AfroRaffa di sabato 04/02/2023

    Il settimanale di musiche dal continente africano. Presentazione di Skepticafro twitter: @SkepticAfro

    AfroRaffa - 02/04/2023

  • PlayStop

    Il sabato del villaggio di sabato 04/02/2023

    Il sabato del villaggio... una trasmissione totalmente improvvisata ed emozionale. Musica a 360°, viva, legata e slegata dagli accadimenti. Come…

    Il sabato del villaggio - 02/04/2023

  • PlayStop

    Senti un po’ di sabato 04/02/2023

    Senti un po’ è un programma della redazione musicale di Radio Popolare, curata e condotta da Niccolò Vecchia, che da…

    Senti un po’ - 02/04/2023

  • PlayStop

    Stay human di sabato 04/02/2023

    Ogni sabato dalle 16.30 alle 17.30, musica e parole che ci tirano su il morale in compagnia di Claudio Agostoni…

    Stay human - 02/04/2023

  • PlayStop

    Jailhouse Rock di sabato 04/02/2023

    Suoni, suonatori e suonati dal mondo delle prigioni Jailhouse Rock è una trasmissione radiofonica in onda su Radio Popolare e…

    Jailhouse Rock - 02/04/2023

  • PlayStop

    Ollearo.con di sabato 04/02/2023

    Un faro nel weekend per orientare la community di RP. Il collante a tenuta super che tiene insieme gli elementi…

    Ollearo.con - 02/04/2023

  • PlayStop

    DOC – Tratti da una storia vera di sabato 04/02/2023

    I documentari e le docu-serie sono diventati argomento di discussione online e offline: sesso, yoga, guru, crimine, storie di ordinaria…

    DOC – Tratti da una storia vera - 02/04/2023

Adesso in diretta