Approfondimenti

Tutti dietro a Mattarella e Draghi, il Parlamento debole si affida a loro

draghi e Mattarella al Quirinale

Tutti dietro a Mattarella e Draghi. Tocca al premier incaricato, prima di iniziare il secondo giro di consultazioni, sciogliere i nodi che ancora lo separano dal governo di quasi tutti.

Le differenze sul programma economico, gli imbarazzi del Pd per la Lega in maggioranza, le resistenze nel Movimento 5 Stelle messe a tacere dalle urla di ieri di Beppe Grillo che si sono sentite fino in piazza; la competizione per i posti chiave, quelli che gestiranno direttamente il flusso di capitali in arrivo dalla Commissione europea. I partiti si affidano al presidente incaricato. Sperano che riesca a elaborare la formula -squadra e programma- che metta tutti nelle condizioni di non poter dire di no.

Tutti dietro a Mattarella e Draghi. Il Capo dello Stato è il garante dell’operazione e ne è la più grande assicurazione perché difficilmente il Parlamento avrebbe la forza di far saltare un progetto strategico che porta l’imprimatur del Quirinale. Lo si è capito per come è evoluta la crisi ma già prima del suo esplodere era evidente che Mattarella rappresentasse la figura dell’adulto nella stanza, a fronte della volubilità di un Parlamento che ha prodotto in tre anni un governo di destra radicale, uno di centrosinistra e ora sta per appoggiarne uno espressione della dottrina economica di Bruxelles e Francoforte. Un Parlamento espressione di forze politiche deboli che devono affidarsi ai supplenti.

La prospettiva è che siano sempre più il Quirinale e Palazzo Chigi a compiere tutte le scelte strategiche. La più evidente fino a questo momento è la profondità dell’allineamento alle posizioni degli Usa di Biden e dell’Europa di Von der Leyen. L’operazione di ricollocamento della Lega su posizioni europeiste e atlantiste va al di là della semplice adesione di Salvini a un programma di governo. E’ una inversione di tendenza strategica anche a livello internazionale perché l’Italia era, dopo la caduta di Trump negli Stati Uniti, uno dei paesi occidentali dove più forte rimaneva la spinta sovranista. Una minaccia per la coesione europea potenzialmente più grande di quanto rappresentato da Ungheria e Polonia. Ed è una operazione di ricollocamento che non nasce con l’incarico a Draghi ma lo precede, coi segnali che Salvini in questo senso aveva già dato nei mesi scorsi.

  • Autore articolo
    Luigi Ambrosio
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di gio 13/05/21

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 14/05/2021

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di gio 13/05/21 delle 19:49

    Metroregione di gio 13/05/21 delle 19:49

    Rassegna Stampa - 14/05/2021

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Rotoclassica di gio 13/05/21

    Rotoclassica di gio 13/05/21

    Rotoclassica - 14/05/2021

  • PlayStop

    News Della Notte di gio 13/05/21

    News Della Notte di gio 13/05/21

    News della notte - 14/05/2021

  • PlayStop

    A casa con voi di gio 13/05/21

    A casa con voi di gio 13/05/21

    A casa con voi - 14/05/2021

  • PlayStop

    Ora di punta di gio 13/05/21

    Ora di punta di gio 13/05/21

    Ora di punta – I fatti del giorno - 14/05/2021

  • PlayStop

    Esteri di gio 13/05/21

    1. Il nuovo fronte del conflitto israelo-palestinese. Dopo decenni di convivenza pacifica, ebrei ed arabi si sono scontrati nelle città.…

    Esteri - 14/05/2021

  • PlayStop

    Sunday Blues di gio 13/05/21

    Sunday Blues di gio 13/05/21

    Sunday Blues - 14/05/2021

  • PlayStop

    Uno di Due di gio 13/05/21

    Uno di Due di gio 13/05/21

    1D2 - 14/05/2021

  • PlayStop

    A come America del mar 11/05/21

    A come America del mar 11/05/21

    A come America - 14/05/2021

  • PlayStop

    Considera l'armadillo gio 13/05/21

    Considera l'armadillo gio 13/05/21

    Considera l’armadillo - 14/05/2021

  • PlayStop

    Jack di gio 13/05/21

    Intervista a Julia Stone a cura di Niccolò Vecchia

    Jack - 14/05/2021

  • PlayStop

    Stay Human di gio 13/05/21

    Stay Human di gio 13/05/21

    Stay human - 14/05/2021

  • PlayStop

    Memos di gio 13/05/21

    Che cos’è un brevetto? Sospenderne l’applicazione sui vaccini anti-Covid fa aumentare la produzione dei vaccini stessi? Disapplicare il brevetto sui…

    Memos - 14/05/2021

  • PlayStop

    Luca Crovi e Peppo Bianchessi, Il libro segreto di Jules Verne

    LUCA CROVI E PEPPO BIANCHESSI - IL LIBRO SEGRETO DI JULES VERNE - presentato da IRA RUBINI

    Note dell’autore - 14/05/2021

  • PlayStop

    Cult di gio 13/05/21

    ira rubini, cult, festival orlando 21 bergamo, mauro danesi, maria delpero, maternal, barbara sorrentini, teatro dell'argine, politico poetico 21, micaela…

    Cult - 14/05/2021

  • PlayStop

    37 e 2 di gio 13/05/21

    Gli incidenti sul lavoro, i morti e gli infortuni. Cosa sta accadendo?; quali effetti ha prodotto il lockdown nella nostra…

    37 e 2 - 14/05/2021

  • PlayStop

    psicoradio di mar 11/05/21

    Altrimenti ci arrabbiamo.....“Quando i bambini non vengono coinvolti in eventi significativi loro li sentono, li assorbono e si fanno tutta…

    Psicoradio - 14/05/2021

  • PlayStop

    Prisma di gio 13/05/21

    Nuovi parametri in vista per il calcolo del rischio covid, ma saranno sicuri o sono figli della necessità di riaprire…

    Prisma - 14/05/2021

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di gio 13/05/21

    Rassegna stampa internazionale di gio 13/05/21

    Rassegna stampa internazionale - 14/05/2021

  • PlayStop

    Funk shui di gio 13/05/21

    Funk Shui 96 - Tracklist:..1. Sault - Uncomfortable..2. Black Pumas - Stay Gold..3. DeRobert and The Half-truths - Please Shine…

    Funk shui - 14/05/2021

  • PlayStop

    Fino alle otto di gio 13/05/21

    Fino alle otto di gio 13/05/21

    Fino alle otto - 14/05/2021

Adesso in diretta