Approfondimenti

M5S dopo le regionali, il senatore Pellegrini: “No ad alleanze più strette col PD”

Luigi Di Maio

Dopo la sconfitta di Matteo Salvini alle elezioni regionali in Emilia-Romagna, in queste ore sono i rapporti all’interno della maggioranza di governo tra M5S e PD ad essere al centro delle discussioni politiche in Italia. Ci sarà un cambiamento negli equilibri?

Ne abbiamo parlato col senatore del Movimento 5 Stelle Marco Pellegrini. L’intervista di Alessandro Principe a Fino alle Otto.

Il Movimento 5 Stelle è andato male, mentre il Partito Democratico è riuscito a portare a casa questa vittoria così forte simbolicamente e politicamente in Emilia-Romagna. Cambieranno adesso i rapporti di forza tra M5S e PD?

Confermo la sua analisi per quanto riguarda il Movimento 5 Stelle, non ce lo nascondiamo. Sono andate peggio di quelle che erano le attese. Non credo che ci saranno dei cambiamento in atto nel governo dopo questi risultati. Mi rifaccio a quello che avevano detto esponenti autorevoli del PD fino a qualche giorno fa. Ora non capisco perché dovrebbe essere cambiato qualcosa se ha vinto il centrosinistra e non il centrodestra come molti pensavano. Non credo che questo accadrà e comunque noi del Movimento 5 Stelle non lo permetteremo: abbiamo un’agenda di cose da fare e di provvedimenti da prendere su cui c’è un accordo sostanziale e non vediamo il motivo per cambiare le prospettive che avevamo fino a qualche ora fa.

Ci sarà un percorso di alleanza più stretta tra M5S e PD?

Assolutamente no. Le ragioni che hanno portato alla nascita del Movimento 5 Stelle sono ancora lì intatte: bisogno di aria nuova, temi nuovi e argomenti che non erano stati trattati dai partiti fino a quel momento e che erano richiesti dai cittadini. Queste esigenze sono ancora lì e noi proseguiremo su questa via. Non mi sembra che la questione del salario minimo sia a cuore dei partiti, mentre lo è per il Movimento 5 Stelle. Il taglio delle tasse lo abbiamo fatto noi sia con la precedente legge di bilancio e con quella che abbiamo approvato a dicembre 2019 e potrei andare avanti su altri temi e altri provvedimenti.

Quindi per lei si tratta di un NO a quella proposta di Nicola Zingaretti?

Noi siamo alternativi al loro modo di fare politica e penso
che almeno questo merito ci debba essere riconosciuto. Il Movimento 5 Stelle ha portato temi nuovi e aria nuova nella politica italiana.

Questa è anche la linea di Luigi Di Maio, che si è dimesso tre giorni prima delle elezioni con una mossa molto particolare, descrivendo un movimento in cui ci si accoltella alle spalle e i cui peggiori nemici sono all’interno. Cosa sta succedendo all’interno del Movimento 5 Stelle in vista degli Stati Generali a marzo?

Di Maio non ha detto esattamente che ci prendiamo tutti a coltellate, ma che il rumore di quei pochi che non sono d’accordo ha sovrastato il lavoro dei tanti, che credo sia un concetto ben diverso nel quale io mi ritrovo. E sono anche abbastanza arrabbiato quando vedo in tv o sui giornali che si parla di nostre presunte supposte beghe interne e accoltellamenti e non dei tanti provvedimenti che abbiamo portato a casa.

Se il leader si dimette dicendo quelle cose è chiaro che se ne parla.

Lei mi consentirà di essere orgoglioso come eletto del Movimento 5 Stelle e di aver cambiato la vita a milioni di cittadini. Di questo io sono orgoglioso e noi siamo orgogliosi.

Secondo lei ci sarà ancora Luigi Di Maio alla guida del Movimento 5 Stelle?

Quello lo decideranno gli iscritti. Tutte le scelte importanti che facciamo nel Movimento 5 Stelle le fanno gli iscritti. Anche io parteciperò al voto come tutti gli altri iscritti. Da noi vale la regola dell’uno vale uno e vedremo le proposte che verranno fatte agli Stati Generali. Credo che sarà un bel momento per il Movimento 5 Stelle, un momento di svolta. Abbiamo bisogno di darci una struttura diversa soprattutto sui territori. Sono convinto che ripartiremo più forti di prima.

Foto dalla pagina Facebook di Luigi Di Maio

  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di martedì 24/05/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 24/05/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di martedì 24/05/2022 delle 7:15

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 24/05/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di martedì 24/05/2022

    Quando le prime luci della sera… no, non è l’incipit di un romanzo. E’ l’orario in cui va in onda…

    Muoviti muoviti - 24/05/2022

  • PlayStop

    Intervista a Emilio Isgrò di Tiziana Ricci

    Ricordiamoci cosa significa la cancellatura per Emilio Isgrò: non significa annullare, nascondere, togliere di mezzo, bensì esaltare un testo, proteggerlo,…

    Clip - 24/05/2022

  • PlayStop

    Di tutto un boh di martedì 24/05/2022

    l’Italia è una repubblica fondata sul sentito dire. Tra cliché e cose spiegate male, è un attimo perdersi un pezzo…

    Di tutto un boh - 24/05/2022

  • PlayStop

    Considera l’armadillo di martedì 24/05/2022

    Noi e altri animali È la trasmissione che da settembre del 2014 si interroga su i mille intrecci di una…

    Considera l’armadillo - 24/05/2022

  • PlayStop

    Jack di martedì 24/05/2022

    Ospite telefonico la Bandakadabra per parlare di Musicamobile Monza

    Jack - 24/05/2022

  • PlayStop

    Marco Colombo, Il bosco delle maschere. La vita segreta del tasso

    MARCO COLOMBO - IL BOSCO DELLE MASCHERE. LA VITA SEGRETA DEL TASSO – presentato da CECILIA DI LIETO

    Note dell’autore - 24/05/2022

  • PlayStop

    Lea Ypi - Libera. Diventare grandi alla fine della storia

    Negli studi di Radio Popolare, la docente, saggista, filosofa e scrittrice Lea Ypi, racconta a Cult di Ira Rubini, la…

    Clip - 24/05/2022

  • PlayStop

    La Pillola va giù di lunedì 23/05/2022

    Questa puntata è realizzata con bambine e bambini dell'IC Confalonieri nell'ambito del progetto Be Resilient Be Sustainable realizzato in collaborazione…

    La Pillola va giù - 24/05/2022

  • PlayStop

    Puntata di martedì 24/05/2022

    Un percorso attraverso la stratificazione sociale italiana, un viaggio nell’ascensore sociale del Belpaese, spesso rotto da anni e in attesa…

    Poveri ma belli - 24/05/2022

  • PlayStop

    Cult di martedì 24/05/2022

    Oggi a Cult, il quotidiano culturale di Radio Popolare in onda alle 11.30: il Festival di Cannes, la rassegna Nuove…

    Cult - 24/05/2022

  • PlayStop

    Tutto scorre di martedì 24/05/2022

    Sguardi, opinioni, vite, dialoghi ai microfoni di Radio Popolare.

    Tutto scorre - 24/05/2022

  • PlayStop

    Prisma di martedì 24/05/2022

    Parliamo della guerra in Ucraina con Emanuele Valenti e la professoressa Giordana Pulcini, Lorenzo Cremonesi ci presenterà il suo libro…

    Prisma - 24/05/2022

  • PlayStop

    Il demone del tardi di martedì 24/05/2022

    a cura di Gianmarco Bachi

    Il demone del tardi - 24/05/2022

  • PlayStop

    Seconda pagina di martedì 24/05/2022 delle 7:47

    Fascia informativa e di approfondimento che segue il Giornale Radio, tra attualità, cultura e società.

    Seconda pagina - 24/05/2022

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di martedì 24/05/2022

    Notizie, opinioni, punti di vista tratti da un'ampia gamma di fonti - stampa cartacea, social media, Rete, radio e televisioni…

    Esteri – La rassegna stampa dei giornali internazionali - 24/05/2022

  • PlayStop

    Caffè nero bollente di martedì 24/05/2022

    ..Il Caffè Nero Bollente del martedì con musica, sfoglio dei giornali e il punto televisivo di Roberta Talia.

    Caffè Nero Bollente - 24/05/2022

  • PlayStop

    Mingus at 100: The Lost Album From Ronnie Scott's

    Quest'anno - l'anniversario per l'esattezza cadeva il 22 aprile - ricorrono cento anni dalla nascita di una delle figure fondamentali…

    Jazz Anthology - 24/05/2022

  • PlayStop

    From Genesis To Revelation di martedì 24/05/2022

    guarnaccia, delirium, 30 dei porcupine 50 delle orme

    From Genesis To Revelation - 24/05/2022

Adesso in diretta