Approfondimenti

L’orribile fine settimana delle destre populiste in Europa

proteste pro ue polonia (ANSA)

“Sono nato nella Polonia comunista, preferisco morire nell’Unione Europea”.
Questo è uno degli slogan portati in piazza ieri dalle decine di migliaia di persone che a Varsavia, Cracovia e in altre circa 100 città polacche hanno protestato contro la corte costituzionale, che ha stabilito la superiorità del diritto nazionale su quello Dell’Unione Europea. Il giorno prima, il cancelliere austriaco Sebastian Kurz, travolto dagli scandali di corruzione, si dimetteva e il premier ceco Andrej Babis perdeva a sorpresa le elezioni legislative.

Tre eventi diversi, ma forse profondamente collegati. Tre eventi che hanno caratterizzato un week end di shock politico per l’Europa centrale e orientale. Polonia, Repubblica Ceca e Austria nel 2017 hanno visto salire al potere leader populisti, anti-europei e illiberali. Per tre anni, il populismo in quell’area è sembrato invincibile, ha creato la sensazione di un parallelo blocco unico, all’interno dell’unione, che aveva scelto di voltare le spalle ai valori su cui si basa l’UE e che non avrebbe avuto possibilità di tornare indietro. Il week end appena passato, ha dimostrato il contrario.

In Austria, Sebastian Kurz, 35 anni, con le sue politiche anti immigrazione è arrivato rapidamente al potere, passando in poco tempo dalla guida del suo partito l’Osterreich Volkspartei, al ministero degli esteri fino alla cancelleria. Ma la recente inchiesta anti corruzione, ha gettato nuova luce sulla velocità della sua scalata. Secondo le accuse – che lui ha rigettato ma che l’hanno portato velocemente alle dimissioni – tra il 2016 e il 2018 avrebbe utilizzato soldi pubblici per corrompere alcuni giornali affinché diffondessero notizie positive su di lui, durante la sua campagna elettorale.
Una pratica molto diffusa nei regimi illiberali dell’est EuropaEuropa, come l’Ungheria – che lo fa in modo spaventosamente palese – e che ora sta emergendo chiaramente anche in Austria.

Anche il premier ceco Babis, che era entrato in politica promettendo di combattere la corruzione, è stato travolto dall’inchiesta dei pandora papers, che ha rivelato che nel 2009 acquistò segretamente un castello in Francia nei pressi di Cannes, pagandolo tramite trasferimenti di denaro all’estero dalle Isole Vergini britanniche a Washington, passando poi per una società di Monaco. In passato, proprio Babis aveva criticato queste stesse strutture offshore, le stesse che ha invece usato per comprare il suo castello. Durante la campagna elettorale ha rivendicato la linea politica dettata da Orban controllando i media. Con il voto di sabato, dove era il favorito, la popolazione ceca ha chiaramente detto cosa ne pensa di queste politiche facendo emergere dalle elezioni legislative una coalizione di centro destra europeista.

E così si torna alla Polonia, dove la decisione della corte costituzionale – sostanzialmente un passacarte del governo – ha segnato una delle più profonde spaccature con l’Unione Europea e, allo stesso tempo – come dicevamo – una spaccatura tra il governo e il popolo. Il governo le ha bollate come “fake news”, ma è evidente che questo dissenso popolare sia invece estremamente reale. E, forse, questo week end nero per l’Europa sovranista, segna un’onda di cambiamento che – una volta partita – non sarà facile fermare.

FOTO| manifestazione Pro-UE a Warsavia, Polonia

  • Autore articolo
    Martina Stefanoni
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di martedì 09/08/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 08/09/2022

Ultimo Metroregione

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Radiosveglia di martedì 09/08/2022

    Radiosveglia è il nostro “contenitore” per l’informazione dei mattini d’estate. Dalle 7.45 alle 10, i fatti del giorno, (interviste, commenti,…

    Radiosveglia - 08/09/2022

  • PlayStop

    Caffè Shakerato di martedì 09/08/2022

    In agosto il caffè del mattino si raffredda con un risveglio musicale e con il primissimo sfoglio dei quotidiani ancora…

    Caffè Shakerato - 08/09/2022

  • PlayStop

    News della notte di lunedì 08/08/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 08/08/2022

  • PlayStop

    Conduzione musicale di lunedì 08/08/2022 delle 21:00

    Un viaggio musicale sempre diverso insieme ai nostri tanti bravissimi deejay: nei giorni festivi, qua e là, ogni volta che…

    Conduzione musicale - 08/08/2022

  • PlayStop

    Popsera di lunedì 08/08/2022

    Popsera è lo spazio che dedicheremo all’informazione nella prima serata per tutta l’estate. Si comincia alle 18.35 con le notizie…

    Popsera - 08/08/2022

  • PlayStop

    La Portiera di lunedì 08/08/2022

    Dopo aver rivoltato la redazione della radio come un calzino durante le vacanze invernali, Cinzia Poli ritorna in portineria per…

    La Portiera - 08/08/2022

  • PlayStop

    Il clima come questione di genere

    Elena Mordiglia e Gianluca Ruggieri ne parlano con Serena Giacomin, fisica dell’atmosfera, meteorologa, presidente di Italiana Climate Network, Caterina Sarfatti,…

    All you need is pop 2022 - 08/08/2022

  • PlayStop

    Conduzione musicale di lunedì 08/08/2022 delle 15:35

    Un viaggio musicale sempre diverso insieme ai nostri tanti bravissimi deejay: nei giorni festivi, qua e là, ogni volta che…

    Conduzione musicale - 08/08/2022

  • PlayStop

    Episodio 6 - To Pimp A Butterfly (Parte 2)

    Nel 2015 esce uno degli album più importanti della storia della musica. Se good kid, mad city raccontava cosa vuol…

    The Good Kid from Compton - 08/08/2022

  • PlayStop

    Episodio 6 - To Pimp A Butterfly (Parte 2)

    Nel 2015 esce uno degli album più importanti della storia della musica. Se good kid, mad city raccontava cosa vuol…

    The Good Kid from Compton - 08/08/2022

  • PlayStop

    Poveri ma belli di lunedì 08/08/2022

    Un percorso attraverso la stratificazione sociale italiana, un viaggio nell’ascensore sociale del Belpaese, spesso rotto da anni e in attesa…

    Poveri ma belli - 08/08/2022

  • PlayStop

    This must be the place - Episodio 6

    Chapter 6: The Fillmore West A San Francisco si respira un'aria diversa. La beat generation, le librerie indipendenti, i primi…

    This must be the place - 08/08/2022

  • PlayStop

    This must be the place - Episodio 6

    Chapter 6: The Fillmore West A San Francisco si respira un'aria diversa. La beat generation, le librerie indipendenti, i primi…

    This must be the place - 08/08/2022

  • PlayStop

    La Scatola Magica di lunedì 08/08/2022

    La scatola magica? una radio? una testa? un cuore? un baule? questo e altro, un'ora di raccolta di pensieri, parole,…

    La Scatola Magica - 08/08/2022

  • PlayStop

    Radiosveglia di lunedì 08/08/2022

    Radiosveglia è il nostro “contenitore” per l’informazione dei mattini d’estate. Dalle 7.45 alle 10, i fatti del giorno, (interviste, commenti,…

    Radiosveglia - 08/08/2022

Adesso in diretta