Approfondimenti

La zona arancione nazionale, Codogno un anno dopo e le altre notizie della giornata

milano

Il racconto della giornata di sabato 20 febbraio 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30.  Riuniti stasera i presidenti delle regioni: per combattere l’epidemia tutti chiedono almeno un mese in zona arancione. E la Lega si divide: Salvini vuole aprire, gli altri governatori del suo partito invece no. In Lombardia le vaccinazioni sono “più facili” nei comuni di centrodestra? Continuano le manifestazioni per il rapper spagnolo in carcere per le sue canzoni. Infine, i dati di oggi sull’andamento dell’epidemia da COVID in Italia.

Salvini prova (di nuovo) a fare opposizione dall’interno

(di Luigi Ambrosio)

Matteo Salvini sta già dando segni di volere usare col nuovo governo di cui fa parte la stessa strategia che usava quando era al governo con i 5 Stelle: attaccarlo dall’interno, per piegarlo alla sua volontà. Fare opposizione dall’interno, attaccare sui temi che gli stanno a cuore. Lo ha fatto a giuramento appena concluso, sulla questione piste da sci. Ora rilancia sulle misure anti covid dicendo un preventivo No alla zona arancione nazionale e al divieto di spostamento tra regioni.
Ma stavolta potrebbe andargli male e non per qualche alleato che trovi il coraggio di contrastarlo. Potrebbe andargli male perché anche le regioni del nord, a eccezione della Liguria, sono per il colore unico nazionale e quindi per un arancione per tutti per qualche settimana. Se la conferenza delle regioni confermerà questo orientamento sarà una smentita di Salvini, firmata Fontana e Zaia.

Codogno, un anno dopo il primo caso accertato

(di Luca Parena)

Il mercatino dell’antiquariato frequentato come non succedeva da tempo, la gente seduta al tavolino di un bar o che chiacchiera per le vie strette del centro. Un anno dopo il primo caso accertato di Covid, a Codogno si percepisce il desiderio di un po’ di normalità. Qui però guardare avanti è più faticoso che altrove. Non solo perché le varianti stanno complicando un’altra volta le cose, ma anche perché il ricordo di quanto accadeva un anno fa, proprio in queste ore, non si cancella.

Per due settimane i militari hanno confinato un perimetro di undici Comuni della bassa lodigiana. Inutile il tentativo di circoscrivere un contagio che era già ovunque.Emilia, da ventotto anni nella Croce Rossa di Codogno, non dimentica quelle notti di servizio.

Il ricordo prende forma materiale e si fa simbolo. Domani sarà inaugurato il memoriale delle vittime del Covid e avrà la sua casa in un giardino, proprio all’interno della sede della Croce Rossa. Un modo per guardare avanti, grazie o nonostante quello che è stato.

Astrazeneca taglia le forniture

Dopo i ritardi di Pfizer e Moderna, oggi Astrazeneca ha annunciato un taglio delle forniture di vaccini per diverse regioni italiane. Nel complesso – facendo la media – il taglio si aggirerebbe attorno al 15 per cento. L’Assessore alla Salute del Lazio Alessio D’Amato ha già detto che alla sua regione arriveranno 9mila dosi in meno. La questione viene affrontata nella conferenza delle regioni in corso proprio in queste ore. Intanto l’Ema, l’autorità europea che approva i vaccini, ha fatto sapere che pubblicherà presto nuove linee guida per i vaccini anti varianti: saranno sufficienti studi su un numero inferiore di soggetti vaccinati per ottenere il via libera.

La denuncia del sindaco di Bollate: “Disparità di trattamento con Cologno sui vaccini”

(di Lorenza Ghidini)

Il sindaco di Bollate, uno dei comuni dell’hinterland milanese che è in zona rossa per via della variante inglese, ha denunciato pubblicamente una disparità di trattamento da parte di Regione Lombardia rispetto al suo omologo di Cologno Monzese, a proposito delle vaccinazioni ai cittadini over 80. E’ lo stesso sindaco, Francesco Vassallo, a raccontarci cosa è successo.

Continuano le proteste in sostegno del rapper arrestato in Spagna

In Spagna continuano per il quinto giorno consecutivo le proteste per chiedere la liberazione di Pablo Hasel, il rapper catalano arrestato per i testi controversi delle sue canzoni. Questa notte altre quattro persone sono state arrestate durante le manifestazioni, due a Barcellona e due a Girona. Gli scontri hanno portato nuove tensioni all’interno della coalizione di governo guidata da Pedro Sánchez del Partito Socialista. Il vicepremier Pablo Iglesias ha manifestato il proprio supporto ai giovani antifascisti, mentre il presidente del consiglio Sanchez, ha condannato “ogni forma di violenza”. Oggi a Milano il collettivo Kasciavit ha organizzato un presidio di solidarietà all’Arco della Pace. Tra gli organizzatori, abbiamo sentito Cecilia Galimberti.

E’ morto l’ex calciatore Mauro Bellugi

(di Claudio Agostoni)

E’ morto l’ex calciatore Mauro Bellugi. L’ex difensore dell’Inter aveva subito l’amputazione delle gambe lo scorso dicembre, per via di una trombosi dovuta al Covid. Questa notte è morto all’ospedale di Niguarda in seguito a un’infezione.

L’andamento dell’epidemia di COVID-19 in Italia

Sono 14.931 i nuovi casi e 251 le vittime nelle ultime 24 ore. I casi totali sono 2.795.796 dall’inizio della pandemia, mentre il numero di persone decedute in totale arriva oggi a 95.486. Secondo gli ultimi dati diffusi nel pomeriggio del 20 febbraio, i pazienti dimessi nelle ultime 24 ore sono stati 12.488 e il totale delle persone uscite dagli ospedali sale quindi a 2.315.687. I tamponi nell’ultimo giorno sono stati 306.078: il totale dei tamponi sale a 37.807.953 di cui 4.207.75 processati con test antigenico rapido e 33.600.200 con test molecolare.

Foto | Presidio dei circoli Arci che chiedono la riapertura dopo le chiusure dovute all’emergenza Coronavirus in piazza Scala a Milano

  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di sabato 25/06/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 25/06/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di venerdì 24/06/2022 delle 19:50

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 25/06/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Stay human di sabato 25/06/2022

    Ogni sabato dalle 16.30 alle 17.30, musica e parole che ci tirano su il morale in compagnia di Claudio Agostoni…

    Stay human - 25/06/2022

  • PlayStop

    DOC – Tratti da una storia vera di sabato 25/06/2022

    I documentari e le docu-serie sono diventati argomento di discussione online e offline: sesso, yoga, guru, crimine, storie di ordinaria…

    DOC – Tratti da una storia vera - 25/06/2022

  • PlayStop

    Ollearo.con di sabato 25/06/2022

    Un faro nel weekend per orientare la community di RP. Il collante a tenuta super che tiene insieme gli elementi…

    Ollearo.con - 25/06/2022

  • PlayStop

    Good Times di sabato 25/06/2022

    Il ricordo di Patrizia Cavalli con Paolo Massari; le sorelle terribili di Simenon; la festa del Naga; La maschera: un…

    Good Times - 25/06/2022

  • PlayStop

    Piovono radio di sabato 25/06/2022

    Il direttore di Radio Popolare Sandro Gilioli a confronto con ascoltatori e ascoltatrici.

    Piovono radio - 25/06/2022

  • PlayStop

    Itaca di sabato 25/06/2022

    Itaca, viaggio nel presente. I giornali, l’attualità, il colloquio con chi ci ascolta. Ogni sabato dalle 8.45 alle 10.30.

    Itaca - 25/06/2022

  • PlayStop

    Mash-Up di sabato 25/06/2022

    A Lunenburg, in primavera, Ilona Staller e Immanuel Kant studiano insieme come muovere le dita nelle variazioni Goldberg, ascoltando Fela…

    Mash-Up - 25/06/2022

  • PlayStop

    News della notte di venerdì 24/06/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 25/06/2022

  • PlayStop

    Esteri di venerdì 24/06/2022

    1-Stati Uniti. Dopo una lunga crociata reazionaria abolito il diritto all’aborto federale. La sentenza della Corte suprema sarà applicata nella…

    Esteri - 25/06/2022

  • PlayStop

    The Game di venerdì 24/06/2022

    Puntata speciale dedicata alla memoria di Stefano Rodotà (1933-2017), il grande giurista e intellettuale morto il 23 giugno di cinque…

    The Game - 25/06/2022

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di venerdì 24/06/2022

    Dove si parla, e in alcuni casi si scopre, di come si possa parlare "corsivo". Ebbene sì. Poi ospitiamo lo…

    Muoviti muoviti - 25/06/2022

  • PlayStop

    Intervista a Pierfrancesco Favino di Barbara Sorrentini

    Al Bardolino Film Festival che si è tenuto la scorsa settimana, Barbara Sorrentini ha intervistato Pierfrancesco Favino, in occasione della…

    Clip - 24/06/2022

  • PlayStop

    Di tutto un boh di venerdì 24/06/2022

    l’Italia è una repubblica fondata sul sentito dire. Tra cliché e cose spiegate male, è un attimo perdersi un pezzo…

    Di tutto un boh - 25/06/2022

  • PlayStop

    L'Europa in casa nostra di venerdì 24/06/2022

    Una delle principali sfide che l’Unione europea sta affrontando oggi è legata a questa domanda: come portare lo spirito e…

    L’Europa in casa nostra - 25/06/2022

  • PlayStop

    Poveri ma belli di venerdì 24/06/2022

    Un percorso attraverso la stratificazione sociale italiana, un viaggio nell’ascensore sociale del Belpaese, spesso rotto da anni e in attesa…

    Poveri ma belli - 25/06/2022

  • PlayStop

    Luca Crovi e Peppo Bianchessi, Il libro segreto di Long John Silver

    LUCA CROVI, PEPPO BIANCHESSI – IL LIBRO SEGRETO DI LONG JOHN SILVER – presentato da IRA RUBINI

    Note dell’autore - 24/06/2022

  • PlayStop

    Seconda pagina di venerdì 24/06/2022 delle 12:48

    Fascia informativa e di approfondimento che segue il Giornale Radio, tra attualità, cultura e società.

    Seconda pagina - 25/06/2022

Adesso in diretta