Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

  • PlayStop

    GR di lun 17/02 delle ore 17:30

    GR di lun 17/02 delle ore 17:30

    Giornale Radio - 17/02/2020

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di lun 17/02

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 17/02/2020

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di lun 17/02 delle 07:15

    Metroregione di lun 17/02 delle 07:15

    Rassegna Stampa - 17/02/2020

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Malos di lun 17/02

    Malos di lun 17/02

    MALOS - 17/02/2020

  • PlayStop

    Due di due di lun 17/02 (seconda parte)

    Due di due di lun 17/02 (seconda parte)

    Due di Due - 17/02/2020

  • PlayStop

    Due di due di lun 17/02 (prima parte)

    Due di due di lun 17/02 (prima parte)

    Due di Due - 17/02/2020

  • PlayStop

    Senti un po' di lun 17/02 (seconda parte)

    Senti un po' di lun 17/02 (seconda parte)

    Senti un po’ - 17/02/2020

  • PlayStop

    Senti un po' di lun 17/02 (prima parte)

    Senti un po' di lun 17/02 (prima parte)

    Senti un po’ - 17/02/2020

  • PlayStop

    Considera l'armadillo lun 17/02

    Considera l'armadillo lun 17/02

    Considera l’armadillo - 17/02/2020

  • PlayStop

    Radio Session di lun 17/02

    Radio Session di lun 17/02

    Radio Session - 17/02/2020

  • PlayStop

    Tazebao di lun 17/02

    Tazebao di lun 17/02

    Tazebao - 17/02/2020

  • PlayStop

    Radio Agora' di lun 17/02

    Radio Agora' di lun 17/02

    Radio Agorà - 17/02/2020

  • PlayStop

    Note dell'autore di lun 17/02

    ARIANNA FARINELLI - GOTICO AMERICANO - Presentato:LORENZA GHIDINI

    Note dell’autore - 17/02/2020

  • PlayStop

    Cult di lun 17/02 (seconda parte)

    ira rubini, cult, fabrizio de andré e pfm il concerto ritrovato, walter veltroni, dori ghezzi, barbara sorrentini, luca ronconi l'infinita…

    Cult - 17/02/2020

  • PlayStop

    Cult di lun 17/02 (prima parte)

    ira rubini, cult, fabrizio de andré e pfm il concerto ritrovato, walter veltroni, dori ghezzi, barbara sorrentini, luca ronconi l'infinita…

    Cult - 17/02/2020

  • PlayStop

    Doppio Click di lun 17/02

    Doppio Click di lun 17/02

    Doppio Click - 17/02/2020

  • PlayStop

    Prisma di lun 17/02 (terza parte)

    Microfono aperto: ha fatto bene il candidato di Macron per la poltrona di sindaco di Parigi a fare un passo…

    Prisma - 17/02/2020

  • PlayStop

    Prisma di lun 17/02 (seconda parte)

    Cosa rischia Patrick Zaki e come mobilitarsi per salvarlo. Con Francesco Battistini inviato del Corriere della Sera a Mansoura, Chiara…

    Prisma - 17/02/2020

  • PlayStop

    Prisma di lun 17/02 (prima parte)

    Progetti di unità a sinistra, con Elly Schlein e Daniela Preziosi (il manifesto) (prima parte)

    Prisma - 17/02/2020

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di lun 17/02

    Rassegna stampa internazionale di lun 17/02

    Rassegna stampa internazionale - 17/02/2020

  • PlayStop

    Di Lunedi di lun 17/02

    Di Lunedi di lun 17/02

    DiLunedì - 17/02/2020

  • PlayStop

    Fino alle otto di lun 17/02 (terza parte)

    14 femminicidi dall'inizio dell'anno. Cosa fa la politica? L'intervista a Valeria Valente, presidente commissione inchiesta al Senato (terza parte)

    Fino alle otto - 17/02/2020

  • PlayStop

    Fino alle otto di lun 17/02 (seconda parte)

    l'edicola di Popolare Network, il brano del giorno (seconda parte)

    Fino alle otto - 17/02/2020

Adesso in diretta

Approfondimenti

Julian Gough e il candore della satira

Jude, uno strano ragazzo che sembra uscito dal film “Yellow Submarine” dei Beatles, scappa dall’orfanotrofio di Tipperary, dove è sempre vissuto, per andare alla scoperta di un mondo colorato, paradossale e a volte un po’ inquietante, dove convivono personaggi e situazioni trasversali alle epoche e alle culture, da Joyce ai Simpson.

Anche il creatore di Jude, lo scrittore e “comedian” irlandese Julian Gough, che gli ha dedicato il suo romanzo “Jude il Candido” (Sagoma Ed.) sembra appena uscito dal mondo comicamente psichedelico del pop anni ’60, quando ci raggiunge nella postazione di Radio Popolare a BookPride 16, dove ha appena incontrato il pubblico. Indossa una giacca di lamè damascato (“Ho pensato di vestirmi elegante per venire in radio!”), una camicia a fiori colorati (“Certe volte quando la guardo mi ci perdo anch’io!”) e una vaga somiglianza con John Lennon, accentuata dagli occhiali rotondi.

Dentro al suo libro, appassionante e pieno di ironia, c’è un po’ di Douglas Adams, di Flann O’Brien e di Roddy Doyle, ma anche di Beckett: un intruglio talmente efficace da valere al suo autore il National Short Story Award.

Ma Julian Gough non ha solo fatto divertire buona parte del mondo anglofono con il suo romanzo: ha anche profetizzato lo scoppio della bolla economica irlandese, con la conseguente crisi economica, e ha analizzato con feroce quanto divertente comicità i vizi e i disagi della società del terzo millennio.

Nell’esilarante intervista che ci ha concesso, ci ha detto: “Oggi siamo tutti un po’ sperduti: riusciamo a perderci perfino nelle nostre case!”

Ascolta l’intervista di Ira Rubini a Julian Gough

julian gough

  • Autore articolo
    Ira Rubini
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni