Approfondimenti

Il paradosso dell’accoglienza selettiva in Polonia

Rifugiati Ucraina Polonia ANSA

A oggi sono oltre 5 milioni i rifugiati dall’Ucraina che, dal 24 febbraio, hanno attraversato i paesi vicini in cerca di sicurezza. Di questi, quasi 6 su 10 sono fuggiti in Polonia. Il Paese, dipinto come campione della solidarietà europea, ha ricevuto il plauso anche dell’Agenzia ONU per i rifugiati.

In questa situazione, però, c’è un paradosso. A pochi chilometri di distanza, dove la Polonia confina con la Bielorussia, ci sono altri profughi che dalle stesse autorità polacche vengono brutalmente respinti. E chi cerca di aiutare queste persone rischia l’arresto.

La situazione sta diventando sempre più difficile. Il Governo e le autorità sostengono che noi, gli attivisti, stiamo favorendo l’immigrazione clandestina, ma è un’affermazione assurda, non abbiamo mai fatto nulla di tutto ciò. La situazione è questa: le persone che attraversano il confine con la Bielorussia rischiano la vita. E questa è responsabilità sia delle autorità bielorusse che di quelle polacche che non offrono nemmeno un aiuto medico umanitario di base e non consentono a queste persone di fare richiesta regolare di asilo. Queste persone sono intrappolate, bloccate tra il confine bielorusso e quello polacco. Non possono tornare a Minsk perché le autorità bielorusse non glielo permettono e trattano i rifugiati in modo violento: li picchiano, li minacciano con le armi e li fanno attaccare dai cani. Ci sono stati riferiti anche stupri. Quindi queste persone non possono tornare in Bielorussia e sono costretti dalla polizia locale ad attraversare il confine con la Polonia. Ma se riescono a farlo sono bloccati dalle guardie di confine polacche e vengono rimandati indietro“.

La testimonianza è quella di Alexsandra Chrzanowska, attivista dell’Associazione per un intervento legale, che da anni si occupa di fornire assistenza legale e psicologica a chi chiede asilo in Polonia. Chrzanowska, come tanti altri attivisti, contesta duramente la posizione del Governo del Paese che, da alcuni mesi, è anche impegnato nella costruzione di un muro al confine con la Bielorussia.

Si tratta di una forma di “razzismo istituzionale”. Il Governo polacco ha detto chiaramente che fa una distinzione tra i profughi. Le autorità ritengono che i rifugiati ucraini sono brave persone e veri rifugiati mentre tutti gli altri sono criminali e finti rifugiati. Dicono che le persone che arrivano dall’Ucraina scappano dalla guerra e che arrivano nel primo Paese sicuro che trovano. Ma anche le persone che arrivano dalla Bielorussia scappano da guerre o da situazioni dove non possono continuare a vivere. Dalla Siria, dall’Afghanistan, dall’Iraq, dallo Yemen. Tutti i rifugiati dovrebbero essere trattati nello stesso modo, non ci dovrebbero essere differenze“.

La crisi al confine bielorusso, iniziata a novembre, si è intensificata con il passare dei mesi e, ad agosto, le autorità hanno deciso di vietare alla stampa, alle organizzazioni non governative e alle stesse Nazioni Unite di entrare nelle zone di confine. In questo modo la circolazione di informazioni è limitata e prevale la versione del Governo polacco. Ma c’è anche chi, nonostante i rischi, continua a prestare soccorso.

I miei eroi sono le persone che abitano nella zona. Da agosto le loro vite sono cambiate. Molti sono anche diventati attivisti. La società qui è divisa: ci sono quelli che credono alla propaganda del Governo. Non so quanti sono ma penso siano la maggioranza. Semplicemente non sanno cosa sta accadendo, che tutto quello di cui parlavano i media in autunno è ancora in corso. E poi ci sono persone che sono coinvolte e stanno facendo il loro meglio per salvare le persone al confine“.

di Eleonora Panseri

  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di mercoledì 18/05/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 18/05/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di mercoledì 18/05/2022 delle 7:15

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 18/05/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Cult di mercoledì 18/05/2022

    Cult è condotto da Ira Rubini e realizzato dalla redazione culturale di Radio Popolare. Cult è cinema, arti visive, musica,…

    Cult - 18/05/2022

  • PlayStop

    Tutto scorre di mercoledì 18/05/2022

    Sguardi, opinioni, vite, dialoghi ai microfoni di Radio Popolare.

    Tutto scorre - 18/05/2022

  • PlayStop

    Prisma di mercoledì 18/05/2022

    GUERRA IN UCRAINA, AGGIORNAMENTI E ANALISI Con Nico Piro, inviato speciale Rai, in Afghanistan, ora di ritorno dalla Russia, che…

    Prisma - 18/05/2022

  • PlayStop

    Il demone del tardi di mercoledì 18/05/2022

    a cura di Gianmarco Bachi

    Il demone del tardi - 18/05/2022

  • PlayStop

    Seconda pagina di mercoledì 18/05/2022 delle 7:48

    Fascia informativa e di approfondimento che segue il Giornale Radio, tra attualità, cultura e società.

    Seconda pagina - 18/05/2022

  • PlayStop

    Seconda pagina di mercoledì 18/05/2022 delle 7:48

    Fascia informativa e di approfondimento che segue il Giornale Radio, tra attualità, cultura e società.

    Seconda pagina - 18/05/2022

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di mercoledì 18/05/2022

    Notizie, opinioni, punti di vista tratti da un'ampia gamma di fonti - stampa cartacea, social media, Rete, radio e televisioni…

    Rassegna stampa internazionale - 18/05/2022

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di mercoledì 18/05/2022

    Notizie, opinioni, punti di vista tratti da un'ampia gamma di fonti - stampa cartacea, social media, Rete, radio e televisioni…

    Esteri – La rassegna stampa dei giornali internazionali - 18/05/2022

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di mercoledì 18/05/2022

    Notizie, opinioni, punti di vista tratti da un'ampia gamma di fonti - stampa cartacea, social media, Rete, radio e televisioni…

    Rassegna stampa internazionale - 18/05/2022

  • PlayStop

    Caffè nero bollente di mercoledì 18/05/2022

    ....Il Caffè Nero Bollente del mercoledì con musica, sfoglio dei giornali e la serie tv della settimana consigliata da Paolo…

    Caffè Nero Bollente - 18/05/2022

  • PlayStop

    Hexagone di mercoledì 18/05/2022

    Un viaggio alla scoperta della musica francofona con Alberto Visconti. Alberto Visconti, già voce e leader del gruppo L’Orage, propone…

    Hexagone - 18/05/2022

  • PlayStop

    Jailhouse Rock di martedì 17/05/2022

    Suoni, suonatori e suonati dal mondo delle prigioni Jailhouse Rock è una trasmissione radiofonica in onda su Radio Popolare e…

    Jailhouse Rock - 17/05/2022

  • PlayStop

    Jailhouse Rock di martedì 17/05/2022

    ELIO E LE STORIE TESE

    Jailhouse Rock - 18/05/2022

  • PlayStop

    News della notte di martedì 17/05/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 18/05/2022

  • PlayStop

    L'altro martedì di martedì 17/05/2022

    Dal 14 settembre dalle ore 22.00 alle 22.30 alla sua quarantunesima edizione L’Altro Martedì, la trasmissione LGBT+ di Radio Popolare…

    L’Altro Martedì - 18/05/2022

  • PlayStop

    Doppio Click di martedì 17/05/2022

    Doppio Click è la trasmissione di Radio Popolare dedicata ai temi di attualità legati al mondo di Internet e delle…

    Doppio Click - 18/05/2022

  • PlayStop

    What's going on? 17/05/2022

    a cura di Luigi Ambrosio

    Gli speciali - 18/05/2022

  • PlayStop

    What's going on? 17/05/2022

    a cura di Luigi Ambrosio

    Gli speciali - 18/05/2022

  • PlayStop

    Gli speciali di martedì 17/05/2022

    I reportage e le inchieste di Radio Popolare Il lavoro degli inviati, corrispondenti e redattori di Radio Popolare e Popolare…

    Gli speciali - 18/05/2022

Adesso in diretta