Approfondimenti

Guerra d’Algeria: la Francia inizia a riconoscere i suoi crimini

guerraalgeria

Durante la guerra d’Algeria, i soldati francesi hanno arrestato, torturato e ucciso l’avvocato Ali Boumendjel. Emmanuel Macron lo ha ammesso per la prima volta pubblicamente a nome dello Stato. Con un comunicato ufficiale dell’Eliseo e durante un colloquio privato con i nipoti franco-algerini di quella che è stata un’importante figura della lotta per l’indipendenza.  Ali Boumendjel era nato nel 1919 a Relizane, una città non lontana da Orano, nel nord ovest del paese, in una famiglia di insegnanti. Fu il 78esimo avvocato “mussulmano”, così venivano chiamati all’epoca gli algerini, a prestare giuramento. Capace di pronunciare le sue arringhe in arabo come in francese, militante nazionalista, in Algeria è considerato un simbolo di quella corrente borgese, moderata, democratica e pacifista che si batteva per la fine della colonizzazione. Ed è ricordato come l’avvocato dei poveri, che ha accolto fino all’ultimo nel suo studio di Algeri.

Ali Boumendjel ha 38 anni, una moglie, Malika e quattro figli, il più grande di 7 anni, quando viene arrestato dall’esercito francese in piena battaglia di Algeri. È l’inizio di marzo del 1957, con lui vengono portati via anche due fratelli di sua moglie, di cui si perdono le tracce. Tre settimane dopo, il 23 marzo, i giornali annunciano che l’avvocato si è suicidato, gettandosi dal sesto piano della caserma in cui era stato portato, dopo aver firmato una confessione in cui dice di essere il capo della regione Algeri-Sud per le questioni politiche.

Nessuno, in Algeria, crede alla versione ufficiale. Anche in Francia la morte di Boumendjel fa scandalo e smuove l’opinione pubblica. A Parigi si inizia a parlare sempre più apertamente delle torture inflitte agli algerini dai soldati francesi ma lo Stato nega tutto. Fino agli anni 2000 la famiglia dell’avvocato rimane senza risposte certe. Quell’anno è il generale Paul Aussaresses, ex responsabile dei servizi segreti ad Algeri, a rompere la legge del silenzio sulle torture. E a confessare di essere stato proprio lui a ordinare a un suo sottoposto di spingere nel vuoto Ali Boumendjel e di farlo sembrare un suicidio.

L’ammissione della Francia, la fine di una menzogna di Stato, arriva troppo tardi per Malika Boumendjel, morta l’anno scorso dopo una vita passata a battersi per la verità. Ma rientra tra le misure proposte dallo storico Benjamin Stora per cercare di smussare le tensioni attorno alla memoria della guerra in Algeria. Un gesto simbolico quanto concreto che, ha assicurato il presidente francese, non sarà un atto isolato. E che si rivolge in fondo forse meno agli algerini, che non hanno mai creduto alla versione del suicidio, che ai giovani francesi d’origine algerina. Come precisa l’Eliseo: la generazione dei nipoti di Ali Boumendjel deve poter costruire il suo destino. È per la gioventù francese e algerina che dobbiamo avanzare sulla strada della verità, la sola che possa portare alla riconciliazione delle memorie. Sessant’anni dopo il suo omicidio, Ali Boumendjel è diventato il simbolo del primo passo in quella direzione.

Foto | Ali Boumendjel, Wikipedia

  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli

Addio a Matteo Guarnaccia

Addio a Matteo Guarnaccia

Visionario interprete dei colori, Matteo Guarnaccia era attivo come agitatore culturale della scena alternativa sin dagli anni Settanta, quando in…

POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di domenica 15/05/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 16/05/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di lunedì 16/05/2022 delle 7:15

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 16/05/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Seconda pagina di lunedì 16/05/2022 delle 7:48

    Fascia informativa e di approfondimento che segue il Giornale Radio, tra attualità, cultura e società.

    Seconda pagina - 16/05/2022

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di lunedì 16/05/2022

    Notizie, opinioni, punti di vista tratti da un'ampia gamma di fonti - stampa cartacea, social media, Rete, radio e televisioni…

    Rassegna stampa internazionale - 16/05/2022

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di lunedì 16/05/2022

    Notizie, opinioni, punti di vista tratti da un'ampia gamma di fonti - stampa cartacea, social media, Rete, radio e televisioni…

    Esteri – La rassegna stampa dei giornali internazionali - 16/05/2022

  • PlayStop

    Prospettive Musicali di domenica 15/05/2022

    Prospettive musicali dà risalto a una serie di espressioni musicali che trovano generalmente poco spazio nelle programmazioni radiofoniche mainstream. Non…

    Prospettive Musicali - 16/05/2022

  • PlayStop

    News della notte di domenica 15/05/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 16/05/2022

  • PlayStop

    La sacca del diavolo di domenica 15/05/2022

    “La sacca del diavolo. Settimanale radiodiffuso di musica, musica acustica, musica etnica, musica tradizionale popolare, di cultura popolare, dai paesi…

    La sacca del diavolo - 16/05/2022

  • PlayStop

    Sunday Blues di domenica 15/05/2022

    Bill Watterson, il fumettista statunitense creatore della striscia Calvin & Hobbes, amava dire: “Non potrò mai divertirmi di domenica, perché…

    Sunday Blues - 16/05/2022

  • PlayStop

    L'artista della settimana di domenica 15/05/2022

    Ogni settimana Radio Popolare sceglierà un o una musicista, un gruppo, un progetto musicale, a cui dare particolare spazio nelle…

    L’Artista della settimana - 16/05/2022

  • PlayStop

    Mixtape di domenica 15/05/2022

    A compilation of favorite pieces of music, typically by different artists, recorded onto a cassette tape or other medium by…

    Mixtape - 16/05/2022

  • PlayStop

    Bollicine di domenica 15/05/2022

    Che cos’hanno in comune gli Area e i cartoni giapponesi? Quali sono i vinili più rari al mondo? Giunta alla…

    Bollicine - 16/05/2022

  • PlayStop

    Sui Generis di domenica 15/05/2022

    Una trasmissione che parla di donne e altre stranezze. Attualità, cultura, approfondimenti. Tutte le domeniche dalle 15.35 alle 16.30. A…

    Sui Generis - 16/05/2022

  • PlayStop

    Giocare col fuoco di domenica 15/05/2022

    Giocare col fuoco: storie, canzoni, poesie di e con Fabrizio Coppola Un contenitore di musica e letteratura senza alcuna preclusione…

    Giocare col fuoco - 16/05/2022

  • PlayStop

    Rap Criminale di domenica 15/05/2022

    - Chi ha sparato a Tupac Shakur? - Chi ha ucciso Notorious B.I.G.? Perché si sono sciolti i NWA? -…

    Rap Criminale - 16/05/2022

  • PlayStop

    Comizi d’amore di domenica 15/05/2022

    Quaranta minuti di musica e dialoghi cinematografici trasposti, isolati, destrutturati per creare nuove forme emotive di ascolto. Ogni domenica dalle…

    Comizi d’amore - 16/05/2022

  • PlayStop

    Onde Road di domenica 15/05/2022

    Autostrade e mulattiere. Autostoppisti e trakker. Dogane e confini in via di dissoluzione. Ponti e cimiteri. Periferie urbane e downtown…

    Onde Road - 16/05/2022

  • PlayStop

    La domenica dei libri di domenica 15/05/2022

    La domenica dei libri è la trasmissione di libri e cultura di Radio Popolare. Ogni settimana, interviste agli autori, approfondimenti,…

    La domenica dei libri - 16/05/2022

  • PlayStop

    Va pensiero di domenica 15/05/2022

    Viaggio a bocce ferme nel tema politico della settimana.

    Va Pensiero - 16/05/2022

  • PlayStop

    Apertura musicale classica di domenica 15/05/2022

    La musica classica e le sue riverberazioni con Carlo Lanfossi per augurare un buon risveglio a “tutte le mattine del…

    Apertura musicale classica - 16/05/2022

  • PlayStop

    Slide Pistons – Jam Session di sabato 14/05/2022

    La nuova frizzante trasmissione di Luciano Macchia e Raffaele Kohler. Tutti i sabati su Radio Popolare dalle 23.45. In onda…

    Slide Pistons – Jam Session - 16/05/2022

Adesso in diretta