Approfondimenti

“Gli orologi del diavolo”, la nuova fiction di RaiUno: intervista a Claudia Pandolfi

Gli orologi del diavolo Claudia Pandolfi

L’attrice Claudia Pandolfi commenta a Radio Popolare com’è stato lavorare nella fiction di RaiUno “Gli orologi del diavolo” e come sia cambiato il lavoro dell’attore nell’era del COVID-19.

L’intervista di Barbara Sorrentini a Chassis.

Raccontare il tuo personaggio de “Gli orologi del diavolo” non è semplicissimo, ma ti do la responsabilità di parlarcene, senza spoilerare.

Alessia conosce Marco, il protagonista interpretato da Giuseppe Fiorello, di vista ma nulla più: ha una sua relazione, ha tre figli e un rapporto con suo marito che non va per niente bene. Subisce una relazione violenta e non è felice. Incontrerà a un certo punto Marco più o meno nella stessa condizione: Alessia e Marco si incontrano, per caso, in un supermercato e probabilmente questa loro condizione che li accomuna le permette di tirare fuori un disagio, e di farlo con uno sconosciuto. Questo sarà per loro un collante incredibile e lei, pur di venire via da quella situazione terribile in cui vive, addirittura sopporterà il programma di protezione testimoni perché l’amore con Marco è così autentico che la fa essere una donna diversa.

Il tuo personaggio aggiunge a questa storia veramente drammatica una nota un po’ più positiva. Come hai affrontato questo personaggio che, tra mille difficoltà, vive una storia d’amore?

Ho cercato di non giudicarla, perché non farei mai una cosa del genere, piuttosto mi emanciperei da quella condizione di privazione e di sofferenza, cercherei in anticipo di non subire. Ho cercato di essere il più fedele possibile alla traccia sul copione, e lavorare con Beppe è stato facile perché ha dato tanta intensità al suo personaggio. Ho cercato di darle tanta dolcezza e di spegnere tutte le durezze che probabilmente una donna ha quando la vita è così feroce.

Dove avete girato “Gli orologi del diavolo”? Ci racconti qualcosa accaduto sul set?

Giravamo in tempi non sospetti, quando non dovevamo indossare mascherine e fare tamponi quotidiani. Se devo avere un ricordo di quel set è una grande libertà e leggerezza, perché mi rendo conto ora, che sto girando su set blindati, che lavorare in queste condizioni è molto tosto. Abbiamo girato in Puglia, fuori stagione, meravigliosa, con un mare invernale ma comunque con un clima tiepido, e poi in Spagna. È stata una serie piena di sole, dentro e fuori, e lo dico adesso perché ora sono tempi davvero bui.

Che lavoro stai facendo adesso? Come funziona un set di questi tempi?

Sento la difficoltà, che hanno sentito molte categorie, nell’essere lasciati un po’ andare. Gli attori si sono uniti in un’associazione di categoria proprio perché avevamo bisogno di essere riconosciuti come tale. La condizione di estrema difficoltà legata al Covid ci ha permesso di riconoscerci tra di noi, di unirci, di capire quali erano i problemi di tutti e di far sì che le voci di alcuni potessero far sentire anche i bisogni degli altri. Sui set adesso si sta con molta cautela, siamo molto rigorosi. C’è un protocollo che va seguito ma non tutti applicano quindi sta sempre alla responsabilità del singolo. Abbiamo la possibilità di tamponarci quotidianamente e questo è un gran lusso, nel momento in cui i tamponi sono sempre meno. È difficile, come lo è per tutti. Adesso sto lavorando sui set di Paolo Costella, dove sto facendo un film prodotto da Lotus che si chiama “Per tutta la vita”, e sul set di Gianluca Tavarelli, dove sto facendo una serie prodotta da Indigo che si chiama “Una promessa”. Andiamo avanti finché si può.

La fiction “Gli orologi del diavolo” è disponibile anche in streaming su RaiPlay.

  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di martedì 17/05/2022 delle 19:50

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 18/05/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Hexagone di mercoledì 18/05/2022

    Un viaggio alla scoperta della musica francofona con Alberto Visconti. Alberto Visconti, già voce e leader del gruppo L’Orage, propone…

    Hexagone - 18/05/2022

  • PlayStop

    News della notte di martedì 17/05/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 18/05/2022

  • PlayStop

    L'altro martedì di martedì 17/05/2022

    Dal 14 settembre dalle ore 22.00 alle 22.30 alla sua quarantunesima edizione L’Altro Martedì, la trasmissione LGBT+ di Radio Popolare…

    L’Altro Martedì - 18/05/2022

  • PlayStop

    Doppio Click di martedì 17/05/2022

    Doppio Click è la trasmissione di Radio Popolare dedicata ai temi di attualità legati al mondo di Internet e delle…

    Doppio Click - 18/05/2022

  • PlayStop

    Gli speciali di martedì 17/05/2022

    I reportage e le inchieste di Radio Popolare Il lavoro degli inviati, corrispondenti e redattori di Radio Popolare e Popolare…

    Gli speciali - 18/05/2022

  • PlayStop

    Gli speciali di martedì 17/05/2022

    I reportage e le inchieste di Radio Popolare Il lavoro degli inviati, corrispondenti e redattori di Radio Popolare e Popolare…

    Gli speciali - 18/05/2022

  • PlayStop

    Esteri di lunedì 17/05/2022

    1-Ucraina. Verso una nuova evacuazione dal sito Azovstal. Ieri 264 combattenti si erano arresi alle truppe russe. Il Punto di…

    Esteri - 17/05/2022

  • PlayStop

    The Game di martedì 17/05/2022

    Soldi, lavoro, avidità, disoccupazioni: il grande gioco dell’economia smontato ogni giorno da Raffaele Liguori.

    The Game - 18/05/2022

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di martedì 17/05/2022

    Dove si parla del bando dell'ARPAC della Campania per cercare "esaminatori di odori". Richiesto buon naso e un'estrema pulizia del…

    Muoviti muoviti - 18/05/2022

  • PlayStop

    Di tutto un boh di martedì 17/05/2022

    l’Italia è una repubblica fondata sul sentito dire. Tra cliché e cose spiegate male, è un attimo perdersi un pezzo…

    Di tutto un boh - 18/05/2022

  • PlayStop

    Considera l’armadillo di martedì 17/05/2022

    Si parla con Gianluca Felicetti presidente di Lav su ministro Cingolani, Europa, caccia, cinghiali, Roma, ma anche del censimento del…

    Considera l’armadillo - 18/05/2022

  • PlayStop

    Jack di martedì 17/05/2022

    Novità e approfondimenti con Jack Box a cura di Ilaria Bonelli

    Jack - 18/05/2022

  • PlayStop

    Reggae Radio Station di domenica 15/05/2022

    http://vitowar.blogspot.it/ A ritmo di Reggae Reggae Radio Station accompagna discretamente l’ascoltatore in un viaggio attraverso le svariate sonorità della Reggae…

    Reggae Radio Station - 18/05/2022

  • PlayStop

    La famiglia di 2,3 membri

    quando vi chiediamo quanto spendete al mese, poi andiamo a lezioni di cinese e infine torniamo a Singapore a vedere…

    Poveri ma belli - 18/05/2022

  • PlayStop

    Milano ricorda il commissario Luigi Calabresi, ucciso 50 anni fa

    Per l'omicidio di Luigi Calabresi sono stati condannati Ovidio Bompressi, Adriano Sofri e Giorgio Pietrostefani, per la cui estradizione proprio…

    Clip - 18/05/2022

  • PlayStop

    Milano ricorda il commissario Luigi Calabresi, ucciso 50 anni fa

    Per quell'omicidio sono stati condannati Ovidio Bompressi, Adriano Sofri e Giorgio Pietrostefani, per la cui estradizione proprio domani si terrà…

    Clip - 17/05/2022

  • PlayStop

    Valeria Parrella, La fortuna

    VALERIA PARRELLA - LA FORTUNA – presentato da IRA RUBINI

    Note dell’autore - 18/05/2022

  • PlayStop

    Seconda pagina di martedì 17/05/2022 delle 12:47

    Fascia informativa e di approfondimento che segue il Giornale Radio, tra attualità, cultura e società.

    Seconda pagina - 18/05/2022

  • PlayStop

    Seconda pagina di martedì 17/05/2022 delle 12:47

    Fascia informativa e di approfondimento che segue il Giornale Radio, tra attualità, cultura e società.

    Seconda pagina - 18/05/2022

  • PlayStop

    Cult di martedì 17/05/2022

    la direttrice della fotografia ucraina Nastya Roshuk, l’UpToYou Festival a Bergamo, Antonio Rezza torna all’Elfo Puccini con Flavia Mastrella, Raffaele…

    Cult - 18/05/2022

  • PlayStop

    Cult di martedì 17/05/2022

    la direttrice della fotografia ucraina Nastya Roshuk, l’UpToYou Festival a Bergamo, Antonio Rezza torna all’Elfo Puccini con Flavia Mastrella, Raffaele…

    Cult - 18/05/2022

Adesso in diretta