Approfondimenti

Coronavirus ed Eurogruppo: cosa prevede la proposta di accordo?

EuroGruppo

Commenti entusiasti, commenti stroncanti. Numeri e sigle, 500 miliardi, MES, BEI. Non è semplice orientarsi. L’accordo raggiunto con tanta fatica dall’Eurogruppo è buono o no? Si è finalmente vista la solidarietà europea? C’è una decisione all’altezza della gravità della situazione? Vediamo.

Anzitutto bisogna dire che si tratta di una base di accordo, non ancora di un accordo vero e proprio. Si parla infatti di “proposta” dell’Eurogruppo. La parola definitiva spetta ai Capi di Stato e di Governo.

La spaccatura, maturata nei giorni scorsi, è stata sui cosiddetti “coronabond”, la “versione virus” dei mai attuati “eurobond”. Vale a dire: titoli pubblici europei per raccogliere soldi sul mercato, come avviene con i titoli di stato nazionali. Gli eurobond sarebbero emessi tutti insieme, e quindi da tutti garantiti: avrebbero cioè una notevole appetibilità sui mercati. Ma Germania e Olanda guidano il fronte del No: non vogliono mettere in comune debiti con Paesi che considerano inaffidabili, come l’Italia e la Spagna.

Nell’intesa dunque gli Eurobond non ci sono. Era la principale battaglia del governo italiano, almeno stando alle dichiarazioni ufficiali del presidente Conte e del ministro Gualtieri.

Il Mes, il Fondo salva stati. In Italia e non solo spaventa perché nella sua versione originale dice che se vuoi avere soldi in prestito devi sottoporti a riforme lacrime e sangue, controllate dalla troika. Impossibile, in tempo di pandemia. Quindi l’ipotesi era: Mes, ma senza condizioni. Finanziamenti per sostenere l’economia senza troika. Era la battaglia di seconda linea anche del governo italiano. Il piano B.

Nell’intesa però il Mes fatto così non c’è. O meglio c’è ma solo per le spese sanitarie: somma prevista 200 miliardi di euro di possibile intervento, ripartiti per quota tra gli stati. Ci sono poi altre due cose: il Sure, fondo per la cassa integrazione creato dalla Commissione Europea. E i prestiti agevolati alle imprese da parte dalla Bei, Banca europea degli investimenti. Rispettivamente 100 e 200 miliardi. Con una grossa ipoteca sul Sure: deve essere ratificato da tutti i 27 parlamenti nazionali.

Siamo a 500 miliardi. Per tutta l’Unione Europea. E con i limiti che abbiamo visto.
La novità è il Recovery Plan. Il piano per la ripartenza, in teoria. Nei fatti un piano per emettere titoli di debito, proposto dalla Francia ed entrato nell’intesa. 500 miliardi. Dove prendere i soldi? La soluzione sarebbe di prenderli direttamente dal bilancio dell’Unione, che viene approvato ogni anno tra mille difficoltà e resistenze nazionali. Sorte incerta e tempi lunghi. Servirebbe quindi una soluzione-ponte per intervenire subito. E si riparla del Mes.

Questo è quello che c’è al momento. La trattativa non è finita. La valutazione a questo punto è che siamo lontani da un piano economico capace di affrontare una recessione drammatica. Certo, meglio di niente. Ma se doveva essere un piano Marshall, non ci siamo.

Foto | Council of the European Union

  • Autore articolo
    Alessandro Principe
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di mer 19/01/22

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 19/01/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di mer 19/01/22 delle 07:15

    Metroregione di mer 19/01/22 delle 07:15

    Rassegna Stampa - 19/01/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Di tutto un boh di mer 19/01/22

    Di tutto un boh di mer 19/01/22

    Di tutto un boh - 19/01/2022

  • PlayStop

    Considera l'armadillo mer 19/01/22

    Si parla con Rachele Lensi, presidente di Earth Firenze Parco Oasi Chico Mendes, della loro associazione e di come per…

    Considera l’armadillo - 19/01/2022

  • PlayStop

    Jack di mer 19/01/22

    Jack di mer 19/01/22

    Jack - 19/01/2022

  • PlayStop

    Poveri ma belli di mer 19/01/22

    Poveri ma belli di mer 19/01/22

    Poveri ma belli - 19/01/2022

  • PlayStop

    Vincenzo Costantino Cinaski, I (miei) poeti rock. Incontri tra delirio e realtà

    VINCENZO COSTANTINO CINASKI – I (MIEI) POETI ROCK. INCONTRI TRA DELIRIO E REALTÀ – presentato da CLAUDIO AGOSTONI

    Note dell’autore - 19/01/2022

  • PlayStop

    Seconda pagina di mer 19/01/22 delle 12:48

    Seconda pagina di mer 19/01/22 delle 12:48

    Seconda pagina - 19/01/2022

  • PlayStop

    Cult di mer 19/01/22

    Cult di mer 19/01/22

    - 19/01/2022

  • PlayStop

    Una donna al Quirinale! Si, ma non una qualsiasi. Intervista a Emma Bonino

    Ai microfoni di Radio Popolare Emma Bonino ha parlato della Possibilità di eleggere una donna al Quirinale: "Serve una persona…

    Clip - 19/01/2022

  • PlayStop

    Tutto scorre di mer 19/01/22

    Tutto scorre di mer 19/01/22

    Tutto scorre - 19/01/2022

  • PlayStop

    Prisma di mer 19/01/22

    UNA DONNA AL QUIRINALE! SI, MA NON UNA QUALSIASI con Emma Bonino, Cecilia D'Elia neoeletta deputata del PD, responsabile politiche…

    Prisma - 19/01/2022

  • PlayStop

    Il demone del tardi - copertina di mer 19/01/22

    Il demone del tardi - copertina di mer 19/01/22

    Il demone del tardi - 19/01/2022

  • PlayStop

    Seconda pagina di mer 19/01/22 delle 07:49

    Seconda pagina di mer 19/01/22 delle 07:49

    Seconda pagina - 19/01/2022

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di mer 19/01/22

    Rassegna stampa internazionale di mer 19/01/22

    Rassegna stampa internazionale - 19/01/2022

  • PlayStop

    Caffe nero bollente di mer 19/01/22

    Il Caffè Nero Bollente del mercoledì con musica, sfoglio dei giornali e la serie tv della settimana consigliata da Paolo…

    Caffè Nero Bollente - 19/01/2022

  • PlayStop

    Hexagone di mer 19/01/22

    La nuova puntata di Hexagone è dedicata al tema dell'attesa... Attendendo la fine della pandemia, l'arrivo della primavera ma soprattutto…

    Hexagone - 19/01/2022

  • PlayStop

    Jailhouse Rock di mar 18/01/22

    Jailhouse Rock di mar 18/01/22

    Jailhouse Rock - 19/01/2022

  • PlayStop

    News Della Notte di mar 18/01/22

    News Della Notte di mar 18/01/22

    News della notte - 19/01/2022

  • PlayStop

    L'altro martedi' di mar 18/01/22

    conduce Eleonora Dall’Ovo, musiche scelte da Lucy Van Pelt ..L'Altro Martedì, la trasmissione LGBT+ di Radio Popolare in onda ogni…

    L’Altro Martedì - 19/01/2022

Adesso in diretta