Approfondimenti

Che cosa è successo oggi? – Sabato 31 ottobre 2020

ristorante

Il racconto della giornata di sabato 31 ottobre 2020 attraverso le notizie principali del giornale radio delle 19.30, dai dati dell’epidemia in Italia e in Europa. Si è spento a 90 anni l’attore scozzese Sean Connery, mentre la Francia sta facendo i conti con un nuovo attacco, stavolta a Lione. Infine, i grafici del contagio nelle elaborazioni di Luca Gattuso.

I dati dell’epidemia diffusi oggi

(di Luca Parena)

Sono 297 le morti per COVID comunicate oggi in Italia, il dato più alto in questa seconda ondata. Aumentano i posti occupati in terapia intensiva (97 in più di ieri) e i ricoveri (972 in più di quelli comunicati 24 ore fa). I contagi registrati sono 31.758 a fronte di quasi 216mila tamponi. Entrambi i numeri sono i più alti di sempre per il nostro Paese. Così come il rapporto di positivi rispetto ai test fatti del 14,7%, ancora leggermente superiore a ieri.
La Lombardia si conferma la regione con il maggior numero di infezioni, quasi 9mila. Campania, Piemonte e Veneto gli altri territori più colpiti, tutti comunque segnalano meno contagi della sola città metropolitana di Milano, ancora sopra i 3.700 casi, di cui più di 1.500 nel capoluogo. Superano i 1.200 contagi le altre province lombarde più colpite, Monza-Brianza e Varese, dove la situazione si fa sempre più critica. A Varese in particolare, negli ultimi sette giorni sono state comunicate oltre 5.000 infezioni, due volte e mezzo in più rispetto alla settimana precedente.

Addio a Sean Connery

(di Barbara Sorrentini)

Era il più bello di tutti. Di quella bellezza che non risponde ai canoni, ma che contiene tutto: intelligenza, simpatia, ironia, saggezza, bontà, serenità, dolcezza e autorevolezza. Sean Connery trasmetteva tutto questo, come essere umano e come attore attraverso i suoi personaggi. Non solo 007, anche se a partire dal 1962 con “Licenza di uccidere” il volto di James Bond, sagace seduttore, è riconducibile prima di tutti a lui: agente in sette film tratti dai romanzi di Ian Fleming. [CONTINUA A LEGGERE]

COVID-19, la situazione in Europa

La pandemia in Europa. I contagi nel Regno Unito superano la soglia di un milione di casi dall’inizio della pandemia, soglia già superata in Europa da Spagna e Francia. Oggi i casi giornalieri nel Regno Unito sono stati quasi 22mila, in leggero calo. Salgono, invece, le vittime. Nelle ultime 24 ore sono state 326.
Nel Regno Unito è atteso tra poco il discorso del premier Johnson, che annuncerà le nuove restrizioni per fare fronte all’ondata di contagi da coronavirus. Sembrerebbe pronto a seguire l’esempio francese: confinamento generalizzato ma scuole aperte.
Ma in Europa sono diversi i Paesi che stanno attrezzandosi per affrontare la seconda ondata della pandemia. L’Austria torna in lockdown per contenere la pandemia. Lo ha annunciato il cancelliere Kurz. Il governo ha deciso, tra l’altro, la chiusura di ristoranti e hotel fino al 30 novembre.
In Belgio – dove i decessi sono aumentati del 140 per cento nell’ultima settimana rispetto a quella precedente – si preparano a chiudere tutti i negozi non essenziali per un mese e mezzo a partire da lunedì e le scuole fino al 15 novembre. In Germania, dove sono stati superati i 19mila casi giornalieri, il semi-lockdown scatta da lunedì
In Grecia, il premier ha annunciato un parziale lockdown. Da martedì, in alcune città ci sarà il coprifuoco notturno e bar, ristoranti e altre attività ricreative resteranno chiusi, anche di giorno.

Nuovo attacco in Francia. Prete ortodosso ferito a Lione

(di Luisa Nannipieri)

Due giorni dopo l’attentato nella basilica di Nizza, c’è stato un nuovo attacco vicino ad un luogo di culto francese. Oggi pomeriggio verso le 16 un uomo armato di un fucile a canne mozze ha sparato e ferito gravemente un prete ortodosso in un quartiere residenziale di Lione, tra la stazione della Part-Dieu e la penisola centrale della città. La vittima, Nicolas K, un cinquantaduenne di nazionalità greca padre di 3 bambini, stava chiudendo le porte della chiesa quando è stato attaccato da un uomo solo, che gli ha sparato due volte all’addome, a bruciapelo, prima di prendere la fuga. Il prete è in pericolo di vita ed è stato operato d’urgenza ma era ancora cosciente all’arrivo dei soccorsi e ha detto di non conoscere il suo aggressore.
La polizia e l’esercito stanno cercando di identificare e ritrovare il fuggitivo, che è stato descritto come un individuo di tipo mediterraneo, alto circa 1 metro e 90 vestito con un impermeabile e un cappello neri. Poco dopo i fatti le forze dell’ordine hanno delimitato un perimetro di sicurezza ed hanno chiesto agli abitanti di rimanere in casa e di evitare il settore. Il ministero dell’interno ha aperto una cellula di crisi ma non ha ancora parlato ufficialmente di attentato terroristico. Per ora infatti è la procura giudiziaria di Lione a seguire l’inchiesta per tentato omicidio e gli inquirenti dicono di non escludere nessuna pista.

L’andamento dell’epidemia di COVID-19 in Italia

  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di ven 04/12/20

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 12/04/2020

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di ven 04/12/20 delle 07:16

    Metroregione di ven 04/12/20 delle 07:16

    Rassegna Stampa - 12/04/2020

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Ora di punta di ven 04/12/20

    Ora di punta di ven 04/12/20

    Ora di punta – I fatti del giorno - 12/04/2020

  • PlayStop

    Follow Friday di ven 04/12/20

    Follow Friday di ven 04/12/20

    Follow Friday - 12/04/2020

  • PlayStop

    Uno di Due di ven 04/12/20

    Uno di Due di ven 04/12/20

    1D2 - 12/04/2020

  • PlayStop

    Jack di ven 04/12/20

    Jack di ven 04/12/20

    Jack - 12/04/2020

  • PlayStop

    Stay Human di ven 04/12/20

    Stay Human di ven 04/12/20

    Stay human - 12/04/2020

  • PlayStop

    Memos di ven 04/12/20

    Covid-19, tra vaccini e cause profonde. Utilizzare i primi, senza rimuovere le seconde. L’arrivo più o meno certificato dei primi…

    Memos - 12/04/2020

  • PlayStop

    Massimo Filippi ed Enrico Bonacelli, Divenire invertebrato

    MASSIMO FILIPPI ED ENRICO BONACELLI - DIVENIRE INVERTEBRATO - presentato da CECILIA DI LIETO

    Note dell’autore - 12/04/2020

  • PlayStop

    Cult di ven 04/12/20

    Cult di ven 04/12/20

    Cult - 12/04/2020

  • PlayStop

    C'e' Luce di ven 04/12/20

    Agnese Bertello, facilitatrice, esperta di progettazione partecipata, dibattito pubblico e processi deliberativi, ci spiega come lavora la convenzione dei cittadini…

    C’è luce - 12/04/2020

  • PlayStop

    Prisma di ven 04/12/20

    Prisma di ven 04/12/20

    Prisma - 12/04/2020

  • PlayStop

    Il Giorno Delle Locuste di ven 04/12/20

    Il Giorno Delle Locuste di ven 04/12/20

    Il giorno delle locuste - 12/04/2020

  • PlayStop

    Il demone del tardi - copertina di ven 04/12/20

    Il demone del tardi - copertina di ven 04/12/20

    Il demone del tardi - 12/04/2020

  • PlayStop

    Fino alle otto di ven 04/12/20

    Fino alle otto di ven 04/12/20

    Fino alle otto - 12/04/2020

  • PlayStop

    Rotoclassica di gio 03/12/20

    Rotoclassica di gio 03/12/20

    Rotoclassica - 12/04/2020

Adesso in diretta