Approfondimenti

Che cosa è successo oggi? – Giovedì 24 settembre 2020

Jean Castex

Il racconto della giornata di giovedì 24 settembre 2020 attraverso le notizie principali del giornale radio delle 19.30, dai dati dell’epidemia in Italia diffusi oggi i funerali di Rossana Rossanda e il ricordo degli amici di sempre. La Francia annuncia nuove misure restrittive in seguito all’aumento dei casi di COVID-19 e negli Stati Uniti continuano le proteste dopo che l’agente che sparò ed uccise Breonna Taylor è stato accusato soltanto di condotta negligente. Infine, i grafici del contagio nelle elaborazioni di Luca Gattuso.

I dati dell’epidemia diffusi oggi

Sono 1.786 i nuovi casi di COVID registrati oggi in Italia, un centinaio in più rispetto alla giornata di ieri, ma a fronte di oltre 108mila tamponi, il numero maggiore dall’inizio della pandemia. 23 i morti, 246 il totale dei ricoverati in terapia intensiva.
Intanto il monitoraggio settimanale della Fondazione indipendente Gimbe ha rilevato 45mila positivi totali al 22 settembre, quattro volte in più rispetto a fine luglio. Il presidente Nino Cartabellotta presenta i risultati:


 

I funerali di Rossana Rossanda

(di Anna Bredice)

Non poteva toccare che a lei presentare e introdurre tutti gli interventi sul palco di piazza Santi Apostoli, alle sue spalle la grande foto con il profilo di Rossana Rossanda. Con la grinta dei suoi 91 anni, Luciana Castellina accompagna al centro della pedana gli amici di sempre, chi l’ha conosciuta a Milano come direttrice alla Casa della cultura, fino alla nascita del Manifesto. Chi ha accompagnato tutti questi passaggi da Milano a Roma è stato Filippo Maone, “mi ha cambiato la vita“, dice quello che è stato uno dei creatori del quotidiano Il Manifesto, ma “ancora prima, racconta, ero con lei ai tempi della espulsione dal Partito comunista“. E da lì Filippo Maone ha sempre accompagnato il suo percorso politico. A piazza Santi Apostoli tante persone che insieme alla “ragazza del secolo scorso” hanno condiviso pezzi della sua storia. Luciana Castellina ha sempre detto di avere con lei un rapporto di sorellanza, fino alla fine, quando doveva andare a prenderla a casa per andare a votare, ma proprio domenica Rossanda se ne è andata. In una piazza che non può per forza di cose essere piena, non più di 150 persone distanziate e con la mascherina, le persone passeggiano ascoltando gli interventi di chi ha fatto il giornale, i cosiddetti “giovani”, che ora non lo sono più, ma che hanno sempre avuto nei suoi riguardi, fino ad ora che sono in pensione, una sorta di soggezione per la sua autorevolezza e intelligenza. Poi tante compagne di scrittura e di riflessioni sul femminismo come Maria Luisa Boccia, “quell’obbligo di intervenire che aveva avuto la prima volta dopo la guerra non l’ha più abbandonata”. E poi altri interventi, come quello di Landini, che nelle sue parole riflette anche l’attenzione di Rossana Rossanda per le storture recenti del mercato del lavoro, come il lavoro precario, ciò che la colpiva era la dignità compromessa delle persone causata dalla precarietà, “diritti kaputt” aveva scritto.

Obbligo di mascherine in Campania

(di Stefania Persico)

Tornano le mascherine anche all’aperto in Campania, da oggi obbligo di indossare le mascherine anche all’aperto e a prescindere dal distanziamento. È il primo atto di Vincenzo De Luca da Presidente rieletto della Regione Campania
Ieri in Campania si è registrato il maggior numero di positivi in Italia 248 su 4mila tamponi effettuati. Nel complesso sono circa 10mila i positivi nella regione, in aumento anche le terapie intensive e subintensive. Di contro però è diminuito il numero dei tamponi effettuati per mancanza dei reagenti, un passaggio fondamentale per evitare nuovi contagi.
De luca nello spiegare l’ordinanza ha richiamato al ripristino di comportanti responsabilità da osservare a maggior ragione con la riapertura delle scuole. Proprio oggi infatti c’è stata l’apertura delle scuole in Campania, ma di tutte non tutte: a Napoli nel capoluogo l’apertura delle scuole che hanno ospitato i seggi è slittata a lunedì 28 settembre per consentire di ultimare operazioni di sanificazione. Domani, invece, tutte le scuole a Napoli saranno chiuse per allerta meteo.

Nuovo piano UE per l’immigrazione: parla l’eurodeputato Pietro Bartolo

(di Sara Milanese)

Pietro Bartolo è stato per 30 anni medico a Lampedusa prima di diventare eurodeputato al Parlamento Europeo. La sua esperienza diretta di soccorso ai migranti è una tra le principali motivazioni alla base della sua scelta di entrare in politica. Il suo primo giudizio sul piano per l’immigrazione presentato dalla Commissione UE è però molto duro. [CONTINUA A LEGGERE]

COVID-19 in Francia: il governo annuncia nuove restrizioni

(di Luisa Nannipieri)

Di fronte all’aumento inarrestabile dei casi di COVID-19 in Francia, il governo evita ancora di pronunciare le parole lockdown e seconda ondata, ma annuncia una nuova serie di restrizioni in parte della Francia. Dopo un consiglio di sicurezza durato tutta la giornata di mercoledì, il Ministro della Salute ha spiegato che le zone colorate di rosso sulla cartina della Francia, quelle dove il virus circola attivamente, sono state ridefinite in base a tre nuove categorie che sfumano dal rosa all’amaranto.
Si parla ormai di zone d’allerta, zone d’allerta rinforzata e zone di massima allerta. Nel primo caso, che al momento riguarda 53 province della Francia, si registrano più di 50 nuovi casi di COVID ogni 100.000 abitanti a settimana. [CONTINUA A LEGGERE]

Breonna Taylor, incriminazione leggera per l’agente che l’ha uccisa

(di Roberto Festa)

L’assenza di incriminazione per un crimine grave – omicidio volontario od omicidio colposo – nel caso di Breonna Taylor non deve sorprendere. Sono pochissimi gli agenti di polizia che finiscono sotto processo dopo aver ammazzato qualcuno nell’adempimento dei loro doveri. A proteggere gli agenti ci sono diverse cose. Tutele sindacali ormai antiche, standard legali che gli danno il beneficio del dubbio, una tendenza da parte di giudici e corti a prendere per buona la parola degli agenti. Anche quando il crimine di un agente appare chiarissimo, l’azione legale a suo carico è estremamente difficile. Derek Chauvin, il poliziotto che ha soffocato George Floyd a Minneapolis, è sotto inchiesta per omicidio di secondo grado ma il procuratore federale che segue il caso ha già detto di non farsi troppe illusioni. È molto improbabile che l’agente verrà condannato. C’è dunque un abisso tra la giustizia americana e la percezione delle migliaia di dimostranti che chiedono giustizia – ora per Breonna Taylor, e prima per Michael Brown, Rayshard Brooks e tutti gli altri. Un abisso che non sembra potrà essere colmato a breve. Dal 2005, sono circa 15 mila le persone uccise dagli agenti di polizia in America. Le incriminazioni di agenti sono state 121. Solo 44 sono stati alla fine condannati, per reati spesso minori.

L’andamento dell’epidemia di COVID-19 in Italia

  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di lunedì 27/06/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 27/06/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di lunedì 27/06/2022 delle 7:15

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 27/06/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Jack di lunedì 27/06/2022

    Lo spinotto musicale di Radio Popolare si prende cura del vostro primo pomeriggio e della vostra passione per la musica,…

    Jack - 27/06/2022

  • PlayStop

    Poveri ma belli di lunedì 27/06/2022

    Un percorso attraverso la stratificazione sociale italiana, un viaggio nell’ascensore sociale del Belpaese, spesso rotto da anni e in attesa…

    Poveri ma belli - 27/06/2022

  • PlayStop

    Seconda pagina di lunedì 27/06/2022 delle 12:48

    Fascia informativa e di approfondimento che segue il Giornale Radio, tra attualità, cultura e società.

    Seconda pagina - 27/06/2022

  • PlayStop

    Cult di lunedì 27/06/2022

    Oggi a Cult, il quotidiano culturale di Radio Popolare in onda alle 11.30: la nuova edizione di Suoni Mobili a…

    Cult - 27/06/2022

  • PlayStop

    Carla De Bernardi, Storia di Milano. Guida per curiosi e ficcanaso

    CARLA DE BERNARDI - STORIA DI MILANO. GUIDA PER CURIOSI E FICCANASO – presentato da IRA RUBINI

    Note dell’autore - 27/06/2022

  • PlayStop

    Tutto scorre di lunedì 27/06/2022

    Sguardi, opinioni, vite, dialoghi ai microfoni di Radio Popolare.

    Tutto scorre - 27/06/2022

  • PlayStop

    Prisma di lunedì 27/06/2022

    Commentiamo i risultati delle elezioni comunali con Daniela Preziosi, Carlo Galli e Claudio Jampaglia. Covid, la nuova ondata spiegata da…

    Prisma - 27/06/2022

  • PlayStop

    Guarda che Lune di lunedì 27/06/2022

    Il contenitore del lunedì mattina che vi racconta cosa raccontano i giornali, come comunica la politica, le aziende e i…

    Guarda che Lune - 27/06/2022

  • PlayStop

    Seconda pagina di lunedì 27/06/2022 delle 7:47

    Fascia informativa e di approfondimento che segue il Giornale Radio, tra attualità, cultura e società.

    Seconda pagina - 27/06/2022

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di lunedì 27/06/2022

    Notizie, opinioni, punti di vista tratti da un'ampia gamma di fonti - stampa cartacea, social media, Rete, radio e televisioni…

    Rassegna stampa internazionale - 27/06/2022

  • PlayStop

    Caffè nero bollente di lunedì 27/06/2022

    Ogni mattina dalle 6 alle 7 insieme a Florencia Di Stefano-Abichain sfogliamo i giornali, ascoltiamo bella musica e ci beviamo…

    Caffè Nero Bollente - 27/06/2022

  • PlayStop

    Reggae Radio Station di lunedì 27/06/2022

    A ritmo di Reggae Reggae Radio Station accompagna discretamente l’ascoltatore in un viaggio attraverso le svariate sonorità della Reggae Music…

    Reggae Radio Station - 27/06/2022

  • PlayStop

    Gli speciali di domenica 26/06/2022

    I reportage e le inchieste di Radio Popolare Il lavoro degli inviati, corrispondenti e redattori di Radio Popolare e Popolare…

    Gli speciali - 27/06/2022

  • PlayStop

    News della notte di domenica 26/06/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 27/06/2022

  • PlayStop

    La sacca del diavolo di domenica 26/06/2022

    “La sacca del diavolo. Settimanale radiodiffuso di musica, musica acustica, musica etnica, musica tradizionale popolare, di cultura popolare, dai paesi…

    La sacca del diavolo - 27/06/2022

  • PlayStop

    Sunday Blues di domenica 26/06/2022

    Bill Watterson, il fumettista statunitense creatore della striscia Calvin & Hobbes, amava dire: “Non potrò mai divertirmi di domenica, perché…

    Sunday Blues - 27/06/2022

  • PlayStop

    L'artista della settimana di domenica 26/06/2022

    Ogni settimana Radio Popolare sceglierà un o una musicista, un gruppo, un progetto musicale, a cui dare particolare spazio nelle…

    L’Artista della settimana - 27/06/2022

  • PlayStop

    Mixtape di domenica 26/06/2022

    A compilation of favorite pieces of music, typically by different artists, recorded onto a cassette tape or other medium by…

    Mixtape - 27/06/2022

Adesso in diretta