Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

  • PlayStop

    GR di mar 10/12 delle ore 18:30

    GR di mar 10/12 delle ore 18:30

    Giornale Radio - 12/10/2019

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di mar 10/12

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 12/10/2019

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di mar 10/12 delle 07:15

    Metroregione di mar 10/12 delle 07:15

    Rassegna Stampa - 12/10/2019

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Esteri di mar 10/12

    Esteri di mar 10/12

    Esteri - 12/10/2019

  • PlayStop

    Ora di punta di mar 10/12

    Ora di punta di mar 10/12

    Ora di punta – I fatti del giorno - 12/10/2019

  • PlayStop

    Malos di mar 10/12 (prima parte)

    Malos di mar 10/12 (prima parte)

    MALOS - 12/10/2019

  • PlayStop

    Malos di mar 10/12 (seconda parte)

    Malos di mar 10/12 (seconda parte)

    MALOS - 12/10/2019

  • PlayStop

    Due di due di mar 10/12 (prima parte)

    Due di due di mar 10/12 (prima parte)

    Due di Due - 12/10/2019

  • PlayStop

    Due di due di mar 10/12 (seconda parte)

    Due di due di mar 10/12 (seconda parte)

    Due di Due - 12/10/2019

  • PlayStop

    Jack di mar 10/12 (seconda parte)

    Jack di mar 10/12 (seconda parte)

    Jack - 12/10/2019

  • PlayStop

    Jack di mar 10/12 (prima parte)

    Jack di mar 10/12 (prima parte)

    Jack - 12/10/2019

  • PlayStop

    Considera l'armadillo mar 10/12

    Si parla con Rosario Balestrieri, Segretario di Ciso Centro Italiano Studi Ornitologici, di Giornata Internazionale per i Diritti Animali, del…

    Considera l’armadillo - 12/10/2019

  • PlayStop

    Radio Session di mar 10/12

    Radio Session di mar 10/12

    Radio Session - 12/10/2019

  • PlayStop

    Memos di mar 10/12

    «Società ansiosa di massa, stratagemmi individuali, scomparsa del futuro, pulsioni antidemocratiche, uomo forte». E’ solo un elenco parziale delle espressioni…

    Memos - 12/10/2019

  • PlayStop

    Tazebao di mar 10/12

    Tazebao di mar 10/12

    Tazebao - 12/10/2019

  • PlayStop

    Cult di mar 10/12 (seconda parte)

    Cult di mar 10/12 (seconda parte)

    Cult - 12/10/2019

  • PlayStop

    Cult di mar 10/12 (prima parte)

    Cult di mar 10/12 (prima parte)

    Cult - 12/10/2019

  • PlayStop

    Note dell'autore di mar 10/12

    LA STRAGE DI PIAZZA FONTANA - Presentato :LORENZA GHIDINI

    Note dell’autore - 12/10/2019

  • PlayStop

    A come America del mar 10/12

    A come America del mar 10/12

    A come America - 12/10/2019

  • PlayStop

    Prisma di mar 10/12 (terza parte)

    Prisma di mar 10/12 (terza parte)

    Prisma - 12/10/2019

  • PlayStop

    Prisma di mar 10/12 (prima parte)

    Prisma di mar 10/12 (prima parte)

    Prisma - 12/10/2019

  • PlayStop

    Prisma di mar 10/12 (seconda parte)

    Prisma di mar 10/12 (seconda parte)

    Prisma - 12/10/2019

  • PlayStop

    Il demone del tardi - copertina di mar 10/12

    Il demone del tardi - copertina di mar 10/12

    Il demone del tardi - 12/10/2019

Adesso in diretta

Approfondimenti

“Milano guarda già al ballottaggio”

All’indomani del confronto su SkyTg24 tra i candidati sindaco di Milano Beppe Sala, Stefano Parisi e Gianluca Corrado, il sondaggista Alessandro Amadori (Istituto Piepoli) e il politologo Paolo Natale (Università degli Studi di Milano) ci raccontano cosa si aspettano per questi ultimi giorni di campagna elettorale. Con una certezza: ormai la partita è già rinviata al ballottaggio. E un dato di fatto: lo scarso entusiasmo che caratterizza questa tornata elettorale (soprattutto se paragonata a quella che portò a Palazzo Marino Giuliano Pisapia).

Questo prefigura un alto astensionismo?

Paolo Natale: L’ultima volta aveva votato circa il 68 per cento degli aventi diritti, stavolta mi aspetto una partecipazione intorno al 60 per cento. Forse sta passando l’idea che Milano si gestisce da sola, nonostante il sindaco, che ci voglia un sindaco onesto che faccia un minimo di programmazione ma che poi Milano si possa regolare da sola. E del resto i due candidati principali, Beppe Sala e Stefano Parisi, hanno proprio il profilo del “bravo gestore”  della città.

Quanto conta l’ultima settimana di campagna elettorale e su cosa punteranno i candidati?

Alessandro Amadori: L’elettorato si divide in tre settori: i “non votanti cronici”, che sono il 20 per cento, i “votanti comunque” che sono il 40 per cento  e gli “intermittenti” che sono il 40 per cento.  Penso anch’io che la battaglia si svolgerà al ballottaggio, quindi le strategie si faranno per i “tempi supplementari”, e credo che entrambi i candidati cercheranno di agire sugli “intermittenti”, non tanto facendo leva su singoli temi quanto cercando di consolidare il loro profilo di “bravo amministratore”. Per ottenere un voto sulla fiducia più che sulle singole idee del programma. Questi “elettori intermittenti” potranno decidere chi vincerà.

Ascolta l’intervista integrale ad Alessandro Amadori e Paolo Natale di Gianmarco Bachi e Lorenza Ghidini

Alessandro Amadori-Paolo Natale

  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni