Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

  • PlayStop

    Jazz Ahead di mer 13/11

    Jazz Ahead di mer 13/11

    Giornale Radio - 14/11/2019

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di mer 13/11

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 13/11/2019

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di mer 13/11 delle 19:50

    Metroregione di mer 13/11 delle 19:50

    Rassegna Stampa - 14/11/2019

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Funk shui di mer 13/11

    Funk shui di mer 13/11

    Funk shui - 14/11/2019

  • PlayStop

    Memos di mer 13/11

    Democrazia, una questione non solo dell’est Europa. Trent’anni dopo il Muro di Berlino, la promessa non mantenuta della democrazia riguarda…

    Memos - 14/11/2019

  • PlayStop

    psicoradio di mer 13/11

    psicoradio di mer 13/11

    Psicoradio - 14/11/2019

  • PlayStop

    Cosa ne Bici del mer 13/11

    Cosa ne Bici del mer 13/11

    Cosa ne BICI? - 14/11/2019

  • PlayStop

    Ora di punta di mer 13/11 (prima parte)

    Ora di punta di mer 13/11 (prima parte)

    Ora di punta – I fatti del giorno - 14/11/2019

  • PlayStop

    Ora di punta di mer 13/11 (seconda parte)

    Ora di punta di mer 13/11 (seconda parte)

    Ora di punta – I fatti del giorno - 14/11/2019

  • PlayStop

    Il demone del tardi - copertina di mer 13/11

    Il demone del tardi - copertina di mer 13/11

    Il demone del tardi - 14/11/2019

  • PlayStop

    Cult di mer 13/11 (seconda parte)

    ira rubini, cult, raffaello e gli amici di urbino, galleria nazionale delle marche a palazzo ducale di urbino, tiziana ricci,…

    Cult - 14/11/2019

  • PlayStop

    Cult di mer 13/11 (prima parte)

    ira rubini, cult, raffaello e gli amici di urbino, galleria nazionale delle marche a palazzo ducale di urbino, tiziana ricci,…

    Cult - 14/11/2019

  • PlayStop

    Esteri di mer 13/11

    i raid aerei israeliani hanno causato la morte di 24 palestinesi, 73 i feriti. ..Tra le vittime un bambino di…

    Esteri - 14/11/2019

  • PlayStop

    Jack di mer 13/11 (seconda parte)

    Jack di mer 13/11 (seconda parte)

    Jack - 14/11/2019

  • PlayStop

    Jack di mer 13/11 (prima parte)

    Jack di mer 13/11 (prima parte)

    Jack - 14/11/2019

  • PlayStop

    Considera l'armadillo mer 13/11

    Si parla con Piero Milani del Centro Fauna Selvatica Il Pettirosso, dell'Operazione Pettirosso contro il bracconaggio, di valli bresciane, di…

    Considera l’armadillo - 14/11/2019

  • PlayStop

    Note dell'autore di mer 13/11

    MIRIAM TOEWS-LA MIA ESTATE FORTUNATA-DONNE CHE PARLANO- Presentato da:IRA RUBINI e CHIARA RONZANI

    Note dell’autore - 14/11/2019

  • PlayStop

    Tributo a Piero Scaramucci

    Diretta dalla Sala Alessi a Palazzo Marino. Presentazione di Lorenza Ghidini. Con gli interventi di Massimo Bacchetta (RP), Carlo Smuraglia…

    Gli speciali - 11/12/2019

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di mer 13/11

    Rassegna stampa internazionale di mer 13/11

    Rassegna stampa internazionale - 14/11/2019

  • PlayStop

    Ora di punta di mer 13/11

    Ora di punta di mer 13/11

    Ora di punta – I fatti del giorno - 14/11/2019

  • PlayStop

    Malos di mer 13/11 (seconda parte)

    Malos di mer 13/11 (seconda parte)

    MALOS - 14/11/2019

  • PlayStop

    Malos di mer 13/11 (prima parte)

    Malos di mer 13/11 (prima parte)

    MALOS - 14/11/2019

  • PlayStop

    Malos di mer 13/11

    Malos di mer 13/11

    MALOS - 14/11/2019

Adesso in diretta

Approfondimenti

Pisapia e Renzi mai così lontani

Giuliano Pisapia si era deciso a fare il passo della politica nazionale per rivestire il ruolo del pontiere tra il Pd e il resto della sinistra.

Oggi il ponte è in macerie, bombardato da entrambe le postazioni. E il terreno è minato. Ricostruirlo sarà complicato.

Renzi a Milano ha fatto Renzi: duro, aggressivo, sprezzante. Ha dettato la linea a tutti, amici, nemici, aspiranti alleati.

Pisapia a Roma ha fatto Pisapia: gentile, educato, aperto. Ha detto che la politica è fermezza nei principi e dialogo.

La piazza lo ha rispettato ma non si è scaldata per lui. Gli applausi erano timidi, a volte freddi soprattutto quando dal palco pronunciava la parola “unità”. Pisapia si riferiva alle formazioni di sinistra, tutti pensavano ad altro e gli sguardi erano perplessi.

I tremila arrivati a Santi Apostoli in un sabato in cui Roma era deserta, perché c’era il ponte di San Pietro e Paolo e perché la giornata estiva era stupenda, erano soprattutto militanti di Mdp. Persone che hanno appena fatto una scissione sanguinosa, e che considerano Renzi il padrone che li ha buttati fuori di casa dopo una vita. Solo a sentirlo nominare si innervosiscono. Ci ha pensato Bersani: è salito sul palco, ha demolito buona scuola, jobs act, articolo 18 e ha detto che il dialogo ci potrà essere solo su un programma economico chiaramente di sinistra.

Ovazioni, rabbia e orgoglio.

A oggi, dopo l’esito dell’assemblea del Pd a Milano e della manifestazione di “Insieme” a Roma, significa ciascuno per la sua strada.

“La politica non è avere tanti like, la politica non è io o noi” ha detto Pisapia. Applausi di circostanza ma il messaggio, al di là della metafora che non appassiona, è molto preciso: bisogna insistere ancora per il dialogo. Bisogna fare politica. Bisogna mettere da parte i rancori e lavorare per trovare un accordo.

Sarà difficilissimo. Pisapia dopo Santi Apostoli continua a crederci.

  • Autore articolo
    Luigi Ambrosio
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni