Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

  • PlayStop

    GR di mar 19/11 delle ore 12:30

    GR di mar 19/11 delle ore 12:30

    Giornale Radio - 19/11/2019

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di mar 19/11

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 19/11/2019

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di mar 19/11 delle 07:15

    Metroregione di mar 19/11 delle 07:15

    Rassegna Stampa - 19/11/2019

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Cult di mar 19/11 (seconda parte)

    Cult di mar 19/11 (seconda parte)

    Cult - 19/11/2019

  • PlayStop

    Cult di mar 19/11 (seconda parte)

    Cult di mar 19/11 (seconda parte)

    Cult - 19/11/2019

  • PlayStop

    Cult di mar 19/11 (prima parte)

    Cult di mar 19/11 (prima parte)

    Cult - 19/11/2019

  • PlayStop

    Cult di mar 19/11 (prima parte)

    Cult di mar 19/11 (prima parte)

    Cult - 19/11/2019

  • PlayStop

    Note dell'autore di mar 19/11

    Note dell'autore di mar 19/11

    Note dell’autore - 19/11/2019

  • PlayStop

    Note dell'autore di mar 19/11

    Note dell'autore di mar 19/11

    Note dell’autore - 19/11/2019

  • PlayStop

    Cult di mar 19/11

    Cult di mar 19/11

    Cult - 19/11/2019

  • PlayStop

    A come America del mar 19/11

    A come America del mar 19/11

    A come America - 19/11/2019

  • PlayStop

    Varia Umanità 17-11-19

    ..- Segnalazioni dagli inserti domenicali dei quotidiani nazionali..- Lavoro precario per i professionisti dei Beni Culturali: Leonardo Bison racconta l'associazione…

    Varia umanità - 19/11/2019

  • PlayStop

    Prisma di mar 19/11 (terza parte)

    Prisma di mar 19/11 (terza parte)

    Prisma - 19/11/2019

  • PlayStop

    Prisma di mar 19/11 (seconda parte)

    Prisma di mar 19/11 (seconda parte)

    Prisma - 19/11/2019

  • PlayStop

    Prisma di mar 19/11 (prima parte)

    Prisma di mar 19/11 (prima parte)

    Prisma - 19/11/2019

  • PlayStop

    Prisma di mar 19/11

    Prisma di mar 19/11

    Prisma - 19/11/2019

  • PlayStop

    Il demone del tardi - copertina di mar 19/11

    Il demone del tardi - copertina di mar 19/11

    Il demone del tardi - 19/11/2019

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di mar 19/11

    Rassegna stampa internazionale di mar 19/11

    Rassegna stampa internazionale - 19/11/2019

  • PlayStop

    Fino alle otto di mar 19/11 (terza parte)

    Fino alle otto di mar 19/11 (terza parte)

    Fino alle otto - 19/11/2019

  • PlayStop

    Fino alle otto di mar 19/11 (seconda parte)

    Fino alle otto di mar 19/11 (seconda parte)

    Fino alle otto - 19/11/2019

  • PlayStop

    Fino alle otto di mar 19/11 (prima parte)

    Fino alle otto di mar 19/11 (prima parte)

    Fino alle otto - 19/11/2019

  • PlayStop

    Fino alle otto di mar 19/11

    Fino alle otto di mar 19/11

    Fino alle otto - 19/11/2019

  • PlayStop

    From Genesis to Revelation di lun 18/11

    From Genesis to Revelation di lun 18/11

    From Genesis To Revelation - 19/11/2019

Adesso in diretta

Approfondimenti

Hollande: “Il campo profughi va smantellato”

E’ la più grande baraccopoli di Francia, forse d’Europa, di certo una delle più note. Fra i novemila e i diecimila migranti assiepati in tende e baracche di fortuna alle porte di Calais, porto francese sulla Manica e principale passaggio verso la Gran Bretagna.

Passaggio ormai blindato e, di fatto, quasi impenetrabile, ma i siriani, eritrei, sudanesi, afghani, iracheni o libici che sperano di arrivare nel Regno Unito continuano a venire ad arenarsi sulla sponda francese della Manica.

E in mancanza di meglio, o in mancanza di tutto, si sono riparati come potevano in una regione di tradizione operaia, devastata da trent’anni di crisi a ripetizione, in cui il Front National di Marine Le Pen è il primo partito.

Non è un caso che nelle ultime settimane tutti i candidati alle elezioni presidenziali del 2017 – di destra e di sinistra – siano passati da Calais per denunciare l’indegnità della baraccopoli e compatire il malessere e la protesta degli abitanti della provincia e per promettere una soluzione rapida e definitiva in caso di vittoria.

Allora anche – anche per disarmare i rivali – Hollande, presidente in carica e sempre più candidato, non ancora dichiarato, alla propria rielezione è andato anche lui a Calais e ha annunciato “lo smantellamento completo” della baraccopoli entro la fine dell’anno e la ripartizione nei centri di accoglienza di tutto il Paese dei migranti che la occupano.

  • Autore articolo
    Francesco Giorgini
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni