Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

  • PlayStop

    GR di lun 18/11 delle ore 22:31

    GR di lun 18/11 delle ore 22:31

    Giornale Radio - 19/11/2019

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di lun 18/11

    La rassegna stampa di Radio Popolare

    Rassegna Stampa - 18/11/2019

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di lun 18/11 delle 19:50

    Metroregione di lun 18/11 delle 19:50

    Rassegna Stampa - 19/11/2019

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Jazz Anthology di lun 18/11

    Jazz Anthology di lun 18/11

    Jazz Anthology - 19/11/2019

  • PlayStop

    Basse Frequenze di lun 18/11

    Basse Frequenze di lun 18/11

    Basse frequenze - 19/11/2019

  • PlayStop

    Jailhouse Rock di lun 18/11

    Jailhouse Rock di lun 18/11

    Jailhouse Rock - 19/11/2019

  • PlayStop

    Ora di punta di lun 18/11 (seconda parte)

    Ora di punta di lun 18/11 (seconda parte)

    Ora di punta – I fatti del giorno - 19/11/2019

  • PlayStop

    Ora di punta di lun 18/11 (prima parte)

    Ora di punta di lun 18/11 (prima parte)

    Ora di punta – I fatti del giorno - 19/11/2019

  • PlayStop

    Esteri di lun 18/11

    ..1-Ucrainagate: a sorpresa Donald Trump annuncia che sarebbe pronto a testimoniare sul suo impeachment. (Roberto Festa)..2-Hong Kong. Il politecnico nuovo…

    Esteri - 19/11/2019

  • PlayStop

    Ora di punta di lun 18/11

    Ora di punta di lun 18/11

    Ora di punta – I fatti del giorno - 19/11/2019

  • PlayStop

    Malos di lun 18/11 (seconda parte)

    Malos di lun 18/11 (seconda parte)

    MALOS - 19/11/2019

  • PlayStop

    Malos di lun 18/11 (prima parte)

    Malos di lun 18/11 (prima parte)

    MALOS - 19/11/2019

  • PlayStop

    Malos di lun 18/11

    Malos di lun 18/11

    MALOS - 19/11/2019

  • PlayStop

    Due di due di lun 18/11 (seconda parte)

    Due di due di lun 18/11 (seconda parte)

    Due di Due - 19/11/2019

  • PlayStop

    Due di due di lun 18/11 (prima parte)

    Due di due di lun 18/11 (prima parte)

    Due di Due - 19/11/2019

  • PlayStop

    50 anni di piazza Fontana - sesta puntata

    Parliamo dei processi per la strage, del primo di Catanzaro con Benedetta Tobagi, scrittrice e studiosa dello stragismo nero, e…

    Cinquant’anni di Piazza Fontana - 18/11/2019

  • PlayStop

    Note dell'autore di lun 18/11

    Note dell'autore di lun 18/11

    Note dell’autore - 18/11/2019

  • PlayStop

    Fino alle otto di lun 18/11

    Fino alle otto di lun 18/11

    Fino alle otto - 18/11/2019

  • PlayStop

    Fino alle otto di lun 18/11 (prima parte)

    Fino alle otto di lun 18/11 (prima parte)

    Fino alle otto - 18/11/2019

  • PlayStop

    Fino alle otto di lun 18/11 (seconda parte)

    Fino alle otto di lun 18/11 (seconda parte)

    Fino alle otto - 18/11/2019

  • PlayStop

    Radio Agora' di lun 18/11

    Radio Agora' di lun 18/11

    Radio Agorà - 18/11/2019

  • PlayStop

    Fino alle otto di lun 18/11 (terza parte)

    Fino alle otto di lun 18/11 (terza parte)

    Fino alle otto - 18/11/2019

  • PlayStop

    Tazebao di lun 18/11

    Tazebao di lun 18/11

    Tazebao - 18/11/2019

Adesso in diretta

Approfondimenti

“Esercito e rastrellamenti contro la mafia”

Le maniere forti contro la mafia dei Nebrodi.

Le chiede il presidente della Regione Sicilia, Rosario Crocetta, intervistato questa mattina da Radio Popolare.

“Contro la mafia ci vuole l’esercito. Ci vogliono i rastrellamenti” ha attaccato Crocetta.

Parole molto dure il giorno dopo l’attentato mafioso contro il presidente del Parco dei Nebrodi, Giuseppe Antoci.

Crocetta è stato a sua volta minacciato di morte dopo che la Regione e il Parco hanno scoperto i meccanismi con cui i clan lucravano sui terreni a pascolo truffano i fondi europei.

Crocetta descrive i meccanismi della cosiddetta mafia rurale della provincia di Messina. Un’organizzazione coesa e violenta, di carattere stragista, che ha legami con i corleonesi di Totò Riina, l’ala più sanguinaria di Cosa Nostra, e che agisce con la protezione di Cosa Nostra catanese. E poi ci sono i rapporti con le ‘ndrine calabresi. L’attentato è stato attuato dopo che anche la Regione Calabria ha deciso di studiare il metodo applicato dai colleghi siciliani.

“Io e il presidente del Parco dei Nebrodi abbiamo scoperto il meccanismo delle truffe” spiega Crocetta “un meccanismo che abbiamo sventato, verificando le informative antimafia, con coraggio. La cosa più grave per loro è stata quando abbiamo fatto un protocollo di intesa coi sindaci dei comuni dei Nebrodi e con il prefetto di Messina, che è diventato direttiva regionale. E poi la regione Calabria ha pensato di copiare questo modello”.

I mafiosi ottenevano la concessione dei terreni destinati a pascolo a 30 Euro l’ettaro, e poi incassavano migliaia di Euro di contributi pubblici e fondi dell’Unione Europea per attività di allevamento che esistevano solo sulla carta. Spesso, aggiunge Crocetta, grazie alla complicità di notai compiacenti terreni dello Stato o della Regione venivano rubati con il meccanismo dell’usucapione, illegale e non applicabile alle proprietà pubbliche.

Una mafia, quella dei Nebrodi, da non sottovalutare: ha capacità militari e “imprenditoriali” che le consentono di espandere in continuazione gli affari, spiega Crocetta

“Dal ’90 in poi hanno potuto fare affari con tranquillità, inserendosi negli affari legali e ha cominciato a operare nel business dei terreni a pascolo nei parchi, e fino a che non è contrastata non ha ragione di reagire”.

Ascolta l’intervista a Rosario Crocetta a cura di Luigi Ambrosio e Gianmarco Bachi

Intervista a Rosario Crocetta, 19 maggio 2016

 

  • Autore articolo
    Luigi Ambrosio
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni