Louisiana, nuove proteste

Un altro afro-americano ucciso in Minnesota

giovedì 07 luglio 2016 ore 16:25

Un uomo di 32 anni, Philando Castile, è stato ucciso dalla polizia a Falcon Heights, Minnesota. Secondo la ricostruzione della fidanzata, Diamond Reynolds, lei, Castile e la figlia dell’uomo stavano viaggiando su un’auto quando sono stati fermati da agenti di polizia per un lampeggiatore non funzionante.

A Castile, che era alla guida dell’auto, è stato chiesto di mostrare la patente.

L’uomo ha messo le mani al portafoglio, nella tasca esterna dei pantaloni. Ha spiegato che nell’auto si trovava un’arma, per cui lui aveva regolare permesso.

A questo punto, un agente avrebbe sparato quattro colpi di pistola contro Castile, che è morto poco dopo all’Hannepin County Medical Center.

Un video di quanto successo è stato girato con il cellulare dalla Reynolds, che si trovava nel posto accanto al guidatore. Nel filmato sono ripresi i momenti immediatamente successivi agli spari. Si vede Castile con la camicia inzuppata di sangue e si sente un agente, visibilmente alterato, che dice: “Gli ho detto di non muoversi, gli ho detto di non muovere le mani“. Al che, con un tono estremamente compassato, la Reynolds risponde: “Signore, lei ha detto di mostrare la patente“.

Il video, postato su Facebook, è stato cancellato nella notte.

Sono intanto continuate per la seconda notte successiva le proteste a Baton Rouge, Louisiana, per la morte di Alton Sterling, l’uomo di 37 anni ucciso dalla polizia. La gente si è riunita fuori del negozio dove Sterling è stato colpito e ha gridato “Justice” e “Black Lives Matter“.

_90314354_protests_976ap

Proteste per la morte di Alton Sterling

Sul caso ci sono due filmati. Nel secondo, emerso in queste ore e girato dal proprietario del negozio, Abdullah Muflahi, si vede l’alterco tra Sterling e due agenti di polizia. Sterling viene bloccato a terra dagli agenti, che poi sparano e uccidono. Alcuni secondi più tardi, un agente raccoglie dal corpo dell’uomo un oggetto, probabilmente un fucile.

Gli agenti erano stati chiamati perché sul posto era stato avvistato un uomo armato.

Il proprietario del negozio, Abdullah Muflahi, dice che l’uomo, al momento in cui gli è stato sparato, non costituiva una reale minaccia.

_90314361_protests2_976ap

Il figlio di Sterling, Cameron, 15 anni, viene consolato per la morte del padre

I due agenti di polizia responsabili della morte di Sterling, Blane Salamoni e Howie Lake II, sono stati messi in congedo amministrativo.

Il Dipartimento alla Giustizia americano ha annunciato l’apertura di un’indagine. Il governatore della Louisiana, John Bel Edwards, si è appellato alla popolazione e ha chiesto di mantenere la calma.

Aggiornato venerdì 08 luglio 2016 ore 07:55
TAG