I dati AgCom

I quotidiani cartacei perdono 350 mila copie

giovedì 31 dicembre 2015 ore 16:49

Si vendono sempre meno quotidiani. In quattro anni (2010-2014) sono scomparse 1,4 milioni di copie, quasi un terzo del totale. In un anno le copie non vendute sono 350 mila. Morale: sono 3,3 le copie di quotidiani che ogni giorno nelle mani degli italiani. È il verdettp dell’Osservatorio sulle comunicazioni pubblicato dall’AgCom. Stessa musica lungo gli scorsi quattro anni per settimanali (- 35,6 per cento) e mensili (- 29 per cento).

Sarà il web a salvare le redazioni? Per ora la missione è fuori portata: nonostante la crescita (in due anni gli abbonamenti digitali sono passati da 200 mila a 450 mila), l’editoria digitale riesce a compensare solo il 10 per cento delle perdite del cartaceo. Rcs Mediagroup e il Gruppo Editoriale L’Espresso restano nettamente i due gruppi editoriali più importanti: valgono insieme più del 40 per cento del mercato.

Per la tv i maggiori ascolti sono ancora appannaggio di Rai (36,3 per cento) e Mediaset (31,8), mentre Sky e Foz seguono al 6,9. Per le Radio Prima è Rtl (19,3) seguono Rds, Radio Deejay e Radio 105 (tutte intorno al 13).

Aggiornato sabato 02 gennaio 2016 ore 18:19
TAG