Approfondimenti

World Music: Nostalgique Bollywood

Nostalgique Bollywood

Contrazione di Bombay – poi diventata Mumbai – e di Hollywood, il nome Bollywood ha cominciato ad apparire in articoli giornalistici negli anni settanta, senza avere una paternità certa. Ce lo ricordano le note di copertina di Nostalgique Bollywood, CD pubblicato dalla etichetta francese Buda musique – quella che pubblica éthiopiques – che lo ha inserito nella sua collana che si intitola appunto “Nostalgique”.

Questa antologia in realtà raccoglie brani del cinema musicale indiano fra il 1939 e il 1959 che rendono conto non solo di Bollywood in senso stretto, cioè della gigantesca industria cinematografica indiana fondamentalmente in lingua hindi basata a Bombay oggi Mumbai, ma anche di altre Ollywood indiane, come Tollywood, come è chiamata l’industria cinematografica con sede nel quartiere di Tollygunge a Calcutta, oggi Kolkata, che produce nelle lingue bangali e telougou, e che rappresenta il secondo polo dell’industria cinematografica indiana dopo Mumbai, oppure come Kollywood, ovvero l’industria cinematografica con sede a Madras, oggi Chennai, dove si produce in lingua tamil.

Il cinema indiano nasce negli anni dieci del novecento col cinema muto, e conosce poi un grande sviluppo con il passaggio al cinema sonoro: il segreto del successo del cinema indiano saranno proprio i film cantati: ad aprire la strada è nel 1931 il film Alam Ara: negli anni venti il cinema indiano si è ampiamente dedicato a versioni cinematografiche di classici della letteratura mitologica indiana come il Ramayana e il Mahabharata: ma il salto di popolarità del cinema, con un seguito di massa, avviene col film cantato lanciato da Alam Ara.

Un anno dopo, nel ’32, il film Indrasabha stabilisce un record mondiale forse ancora oggi imbattuto proponendo in una sola pellicola ben 72 canzoni. All’epoca i dischi a 78 giri erano in India un fatto di élite, e la radio trascurava se non disprezzava tutta questa produzione di canzoni per il cinema, mentre non solo le canzoni rappresentavano un forte motivo di appeal per i film, ma spingevano il pubblico a tornare a vedere lo stesso film per poter ascoltare di nuovo una canzone che li aveva appassionati.

In questo modo l’India, negli anni successivi all’indipendenza raggiunta nel ’47, riesce ad arginare la penetrazione al proprio interno del cinema di Hollywood, e addirittura si trasforma in un paese fortemente esportatore di cinema: grazie alla sua vivacità, il cinema indiano circolerà massicciamente in tante parti del mondo – sudest asiatico, mondo arabo, Africa nera, persino la Yugoslavia socialista in rapporto con l’India attraverso il movimento dei paesi non allineati – parti del mondo in cui il pubblico non capiva le lingue in cui i film indiani erano parlati e cantati, ma veniva ugualmente conquistato dal dinamismo delle vicende raccontate, dal fascino delle voci e dalla bellezza delle musiche, così diverse da quelle a cui era abituato.

  • Autore articolo
    Marcello Lorrai
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di venerdì 07/10/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 10/07/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di venerdì 07/10/2022 delle 7:15

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 10/07/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Il demone del tardi di venerdì 07/10/2022

    a cura di Gianmarco Bachi

    Il demone del tardi - 10/07/2022

  • PlayStop

    Rassegna stampa internazionale di venerdì 07/10/2022

    Notizie, opinioni, punti di vista tratti da un'ampia gamma di fonti - stampa cartacea, social media, Rete, radio e televisioni…

    Esteri – La rassegna stampa internazionale - 10/07/2022

  • PlayStop

    Caffè nero bollente di venerdì 07/10/2022

    Ogni mattina dalle 6 alle 7 insieme a Florencia Di Stefano-Abichain sfogliamo i giornali, ascoltiamo bella musica e ci beviamo…

    Caffè Nero Bollente - 10/07/2022

  • PlayStop

    News della notte di giovedì 06/10/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 10/06/2022

  • PlayStop

    Live Pop di giovedì 06/10/2022

    Dal 15 settembre, ogni giovedì alle 21, l’auditorium Demetrio Stratos di Radio Popolare torna ad ospitare concerti, presentazioni di libri,…

    Live Pop - 10/06/2022

  • PlayStop

    Live Pop di giovedì 06/10/2022

    Dal 15 settembre, ogni giovedì alle 21, l’auditorium Demetrio Stratos di Radio Popolare torna ad ospitare concerti, presentazioni di libri,…

    Live Pop - 10/06/2022

  • PlayStop

    Camere Oscure di giovedì 06/10/2022

    Camere Oscure è la trasmissione che Radio Popolare dedica alla campagna elettorale. Da lunedì 12 a venerdi' 24 settembre, tutti…

    Camere Oscure - 10/06/2022

  • PlayStop

    Esteri di giovedì 06/10/2022

    Il giro del mondo in 24 ore. Ideato da Chawki Senouci Data di nascita: 6 ottobre 2003 (magazine domenicale di…

    Esteri - 10/06/2022

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di giovedì 06/10/2022

    (18 - 209) Dove si va alla scoperta, con ascoltatori e ascoltatrici, di Annie Ernaux premio Nobel 2022 per la…

    Muoviti muoviti - 10/06/2022

  • PlayStop

    Di tutto un boh di giovedì 06/10/2022

    l’Italia è una repubblica fondata sul sentito dire. Tra cliché e cose spiegate male, è un attimo perdersi un pezzo…

    Di tutto un boh - 10/06/2022

  • PlayStop

    Madeleines di giovedì 06/10/2022

    Un ricordo può arrivare inaspettato, portandosi dietro la nostalgia di un mondo. Basta un accordo, una canzone, un suono. In…

    Madeleines - 10/06/2022

  • PlayStop

    Jack di giovedì 06/10/2022

    Ospite telefonico Mauro Valenti per parlare dell'Arezzo Wave Love Festival 2022

    Jack - 10/06/2022

  • PlayStop

    David Bidussa ospite di Ira Rubini

    David Bidussa è stato ospite dello spazio dedicato alle riflessioni sul presente storico e politico di Cult, insieme a Ira…

    Clip - 10/06/2022

  • PlayStop

    David Bidussa ospite di Ira Rubini

    David Bidussa è stato ospite dello spazio dedicato alle riflessioni sul presente storico e politico di Cult, insieme a Ira…

    Clip - 10/06/2022

  • PlayStop

    Considera l’armadillo di giovedì 06/10/2022

    Oggi con Rosario Balestrieri ornitologo del CISO e responsabile scientifico e Arnaldo Iudico organizzatore del campo Migrandata Cervati sul passaggio…

    Considera l’armadillo - 10/06/2022

  • PlayStop

    Poveri ma belli di giovedì 06/10/2022

    Un percorso attraverso la stratificazione sociale italiana, un viaggio nell’ascensore sociale del Belpaese, spesso rotto da anni e in attesa…

    Poveri ma belli - 10/06/2022

Adesso in diretta