Approfondimenti

“Weekend”, un film al rogo

“Sconsigliato/Non utilizzabile/Scabroso”. Parole che riportano al medioevo e che per quanto rigurarda il cinema sono state riservate a film come Salò o Le 120 giornate di Sodoma di Pier Paolo Pasolini e Ultimo tango a Parigi di Bernardo Bertolucci, solo per citare due casi tra i tanti.

Il giudizio della Cei su Weekend è senza tempo, sproporzionato e persino sbagliato nell’individuare come tematiche del film il sesso e la droga. Il film di Andrew Haigh, come dice lo stesso regista, è “un’onesta, intima, autentica storia d’amore” tra due uomini.

image

Girato nel 2011 Weekend ha partecipato a numerosi festival mondiali, ricevendo premi ovunque e dopo il successo ottenuto con 45 anni, la Teodora Flm ha deciso di farlo vedere anche in Italia, nonostante  il bollo di censura della Commissione nazionale di valutazione della Cei abbia ridotto la distribuzione a dieci sale cinematografiche.

I due protagonisti del film sono Russell e Glen, interpretati rispettivamente dai due attori, bravissimi, Tom Cullen e Chris New. Tutto è sulle loro spalle, due ragazzi che si incontrano in un locale e nello spazio di un fine settimana si scambiano segreti, sogni, paure, scoprendo pezzi mancanti di loro stessi. “Volevo catturare quei momenti che due persone condividono quando iniziano a impegnarsi in una relazione – scrive Andrew Haigh nelle note di regia. Russell e Glen sono due uomini che attraversano la vita in modo diverso, ma entrambi cercano il loro posto nel mondo”.

Il loro incontro è narrato con leggerezza e il loro percorso di innamoramento è soave. La malinconia che traspare ogni tanto in sottofondo è legata alla loro paura di perdersi e il senso di vergogna nel farsi vedere insieme in pubblico, non è necessariamente legato alla loro omosessualità.

È grazie a tutta questa semplicità e onestà che emerge dai volti, dalle emozioni, dai corpi e dai dialoghi tra i due protagonisti che Weekend riesce a trattare l’amore gay con una naturalezza che raramente si vede al cinema, ma che esiste. Andrew Haigh prova a cogliere il lato positivo dell’amore omosessuale, che troppo spesso viene trascurato per concentrarsi sul dolore e sulle ingiustizie, ancora troppo reali.

All’estero il film è stato capito e amato, in Italia fanno di tutto per non farcelo vedere.

  • Autore articolo
    Barbara Sorrentini
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di venerdì 01/07/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 07/01/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di venerdì 01/07/2022 delle 7:15

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 07/01/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Il giorno delle locuste di venerdì 01/07/2022

    Le locuste arrivano come orde, mangiano tutto quello che trovano sul loro cammino e lasciano solo desertificazione e povertà. Gianmarco…

    Il giorno delle locuste - 07/01/2022

  • PlayStop

    Il demone del tardi di venerdì 01/07/2022

    a cura di Gianmarco Bachi

    Il demone del tardi - 07/01/2022

  • PlayStop

    Seconda pagina di venerdì 01/07/2022 delle 7:47

    Fascia informativa e di approfondimento che segue il Giornale Radio, tra attualità, cultura e società.

    Seconda pagina - 07/01/2022

  • PlayStop

    Caffè nero bollente di venerdì 01/07/2022

    Ogni mattina dalle 6 alle 7 insieme a Florencia Di Stefano-Abichain sfogliamo i giornali, ascoltiamo bella musica e ci beviamo…

    Caffè Nero Bollente - 07/01/2022

  • PlayStop

    Serve & Volley di venerdì 01/07/2022

    Musica e parole per chiudere in bellezza il palinsesto dei giovedì! Con Marco Sambinello e Niccolò Guffanti.

    Serve&Volley - 07/01/2022

  • PlayStop

    News della notte di giovedì 30/06/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 01/07/2022

  • PlayStop

    Chassis di giovedì 30/06/2022

    con Giancarlo Giannini, Antonio Capuano, Tommaso Ragno, Mario Martone e Ippolita Di Majo, dal Pesaro Film Festival. Walter Leonardi presenta…

    Chassis - 01/07/2022

  • PlayStop

    Esteri di giovedì 30/06/2022

    1 – Una Cina, un sistema. In occasione del 25esimo anniversario dell’indipendenza di Hong Kong, la visita di Xi Jinping…

    Esteri - 01/07/2022

  • PlayStop

    The Game di giovedì 30/06/2022

    1) Governo Draghi e caro-bollette: oggi il consiglio dei ministri ha prorogato bonus sociale e taglio dell’Iva. Il commento di…

    The Game - 01/07/2022

  • PlayStop

    Avenida Brasil di sabato 25/06/2022

    Speciale AGENDA BRASIL - Festival Internazionale di Cinema Brasiliano 2022 alla sua nona edizione milanese dal 6 all'8 luglio. Ospiti…

    Avenida Brasil - 25/06/2022

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di giovedì 30/06/2022

    Dove si analizza la prima giornata di POS obbligatorio cercando di cogliere le motivazioni dei clienti e quelle dei commercianti.…

    Muoviti muoviti - 01/07/2022

  • PlayStop

    Di tutto un Boh. Squali marci, formaggi coi vermi e Pompei.

    con Andrea Bellati e Margherita Fruzza

    Di tutto un boh - 01/07/2022

  • PlayStop

    Considera l’armadillo di giovedì 30/06/2022

    Noi e altri animali È la trasmissione che da settembre del 2014 si interroga su i mille intrecci di una…

    Considera l’armadillo - 01/07/2022

  • PlayStop

    Snippet di sabato 25/06/2022

    Un viaggio musicale, a cura di missinred, attraverso remix, campioni, sample, cover, edit, mash up. Sabato dalle 22:45 alle 23.45…

    Snippet - 25/06/2022

  • PlayStop

    Jack di giovedì 30/06/2022

    Lo spinotto musicale di Radio Popolare si prende cura del vostro primo pomeriggio e della vostra passione per la musica,…

    Jack - 01/07/2022

  • PlayStop

    Jazz Ahead di mercoledì 29/06/2022

    Jazz Ahead 179 - Playlist: 1. Earthlings, Anteloper, Pink Dolphins, International Anthem, 2022 2. Delfin Rosado, Anteloper, Pink Dolphins, International…

    Jazz Ahead - 29/06/2022

  • PlayStop

    Raul Montanari, Il Cristo zen

    RAUL MONTANARI – IL CRISTO ZEN – presentato da SANDRO GILIOLI

    Note dell’autore - 01/07/2022

  • PlayStop

    Frigoriferi in bolla

    quando gli ascoltatori danno prova di grande sapienza domestica, salutiamo Gilberto Dindini della Cedola e continuiamo a tenere una sciarpa…

    Poveri ma belli - 01/07/2022

Adesso in diretta