Approfondimenti

Verso la fase 2: la situazione a Robecco Sul Naviglio

Comune di Robecco Sul Naviglio

La fase 2 è ormai alle porte. Com’è la situazione a Robecco Sul Naviglio a pochi giorni dalla prima riapertura e dopo settimane di emergenza e di isolamento? La sindaca Fortunata Barni fa il punto della situazione a Radio Popolare, dalla distruzione degli aiuti alle famiglie in difficoltà alla grande risposta dei volontari, passando per le necessità più urgenti in vista della riapertura nel rispetto del distanziamento sociale.

L’intervista di Serena Tarabini a Fino Alle Otto.

Che tipo di Comune è Robecco Sul Naviglio?

Penso che il nostro Comune sia una delle perle della Città Metropolitana, per bellezza architettonica e il fatto che è immerso nel Parco del Ticino. Si tratta di un Comune di circa 7mila abitanti, ed è strategico perché fa da collegamento fra l’Abbiatense e il Magentino.

In che modo siete stati colpiti dall’emergenza?

Come per tutto il resto d’Italia credo che il problema sia stato dover cambiare repentinamente le nostre abitudini e aver visto sconvolta la nostra sfera relazionale ed affettiva. Ma è servito anche a far vedere che Robecco Sul Naviglio è una comunità coesa, dove il problema di uno è il problema di tutti e la sensibilità per il prossimo è molto alta. Abbiamo aperto un fondo di solidarietà comunale e abbiamo raccolto in pochi giorni 10mila euro, grazie alla sensibilità di alcuni imprenditori ma anche di tanti cittadini.

In che modo utilizzerete quei fondi?

In questo momento stiamo ancora utilizzando i fondi messi a disposizione dal governo con i buoni spesa. Stiamo valutando come utilizzarli, la raccolta non si è ancora chiusa anche perché le famiglie in difficoltà sono veramente tante. Tra i problemi portati dal COVID, oltre a quello del trauma del lutto, c’è anche quello della fatica ad arrivare a fine mese, ci sono veramente tante famiglie che anche nel mio comune hanno bisogno di un sostegno economico. Soffrono molto anche i piccoli imprenditori ed esercenti locali, ci vuole per loro una grande attenzione e forse la disponibilità di liquidità maggiore per chi deve riprendere.

Come vede la fase 2?

Credo che arrivati a questo punto la differenza per quanto riguarda il contagio la faremo solo noi con il senso di responsabilità. Ormai ci hanno insegnato come usare i dispositivi di protezione, abbiamo ricevuto tutte le indicazioni. Credo che agli esercenti vada data gradualmente la possibilità di riaprire, altrimenti non riapriranno più, questo vale molto nei piccoli paesi, va data un’attenzione diversa. Poi c’è il problema emerso in questi giorni di dove collocare i bambini: se i genitori il 4 maggio riprendono entrambi a lavorare, la gestione dei bambini sarà molto difficoltosa, ancora non sappiamo se il bonus baby sitter sarà confermato, e questo è un problema.

Da questo punto di vista come Comune state studiando qualche intervento?

La prima cosa che abbiamo fatto è quella di fare una prima verifica degli stabili comunali che si possano utilizzare laddove si decida di poter riattivare centri educativi per consentire ai genitori di andare al lavoro. Certo è che la scelta non può essere lasciata ai Sindaci, occorrono dei segnali in merito da Regione e governo. Altri Paesi europei lo hanno fatto. Questa verifica serve anche per un eventuale utilizzo nel periodo estivo.

Rispetto a questa ed altre iniziative siete in contatto con altri Comuni?

Assolutamente, come Sindaci ci stiamo confrontando molto attraverso il piano di zona, anche se apparteniamo a orientamenti politici diversi. Si collabora davvero tanto e l’obbiettivo comune è la tutela del cittadino.

Per quanto riguarda la riapertura dei parchi come vi state organizzando visto che la presenza di aree verdi è una caratteristica importante del vostro territorio?

La mia amministrazione è riuscita a gestire questa emergenza fin da subito. Abbiamo distribuito più di 2.500 mascherine, siamo stati presenti per le esigenze e abbiamo aiutato con i buoni spesa più di 70 famiglie famiglie, e questo perché la squadra comunale è una squadra responsabile. Poi abbiamo avuto un gruppo di volontari di comuni cittadini che non si è risparmiato. Io credo che anche la ripresa, il contingentamento dell’ingresso nei parchi vedrà il coinvolgimento di queste risorse che non posso ringraziare infinitamente.

Foto dalla pagina Facebook del Comune di Robecco Sul Naviglio

  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di giovedì 08/12/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 12/08/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di mercoledì 07/12/2022 delle 19:49

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 12/07/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Apertura musicale classica di giovedì 08/12/2022

    La musica classica e le sue riverberazioni con Carlo Lanfossi per augurare un buon risveglio a “tutte le mattine del…

    Apertura musicale classica - 12/08/2022

  • PlayStop

    Mono di giovedì 08/12/2022

    Tutti i mercoledì, da mezzanotte all'una, un'ora di musica scelta di volta in volta seguendo un tema, un percorso, un'idea...un…

    Mono - 12/08/2022

  • PlayStop

    Jazz Ahead di mercoledì 07/12/2022

    Dischi nuovi, progetti attivi, concerti imminenti, ospiti appassionati, connessi al più che ampio e molto vivo mondo del Jazz e…

    Jazz Ahead - 12/07/2022

  • PlayStop

    News della notte di mercoledì 07/12/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 12/07/2022

  • PlayStop

    Gli speciali di mercoledì 07/12/2022 - ore 21:32

    I reportage e le inchieste di Radio Popolare Il lavoro degli inviati, corrispondenti e redattori di Radio Popolare e Popolare…

    Gli speciali - 12/07/2022

  • PlayStop

    Quel che resta del giorno di mercoledì 07/12/2022

    I fatti più importanti della giornata sottoposti al dibattito degli ascoltatori e delle ascoltatrici.

    Quel che resta del giorno - 12/07/2022

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di mercoledì 07/12/2022

    (55 - 246) Dove si assiste ad un'edizione speciale di Muoviti Muoviti per la prima della Scala con collegamenti dentro…

    Muoviti muoviti - 12/07/2022

  • PlayStop

    Di tutto un boh di mercoledì 07/12/2022

    l’Italia è una repubblica fondata sul sentito dire. Tra cliché e cose spiegate male, è un attimo perdersi un pezzo…

    Di tutto un boh - 12/07/2022

  • PlayStop

    Sounds and the City di mercoledì 07/12/2022

    Musica, suoni e gli artisti più interessanti e innovativi della scena musicale indie insieme ai grandi classici che li hanno…

    Sounds and the City - 12/07/2022

  • PlayStop

    Jack di mercoledì 07/12/2022

    Il magazine musicale di Radio Popolare si prende cura del vostro primo pomeriggio e della vostra passione per la musica,…

    Jack - 12/07/2022

  • PlayStop

    Considera l’armadillo di mercoledì 07/12/2022

    Oggi ospite Max Nicolosi per raccontarci il compleanno e la vita di Fattoria Capre e Cavoli di Mesero, di Marte…

    Considera l’armadillo - 12/07/2022

  • PlayStop

    Pini marittimi

    Quando sogniamo a occhi aperti, ci rallegriamo della diminuzione temporanea delle bollette e torniamo indietro di 30 anni in quella…

    Poveri ma belli - 12/07/2022

  • PlayStop

    Cult di mercoledì 07/12/2022

    Cult è condotto da Ira Rubini e realizzato dalla redazione culturale di Radio Popolare. Cult è cinema, arti visive, musica,…

    Cult - 12/07/2022

  • PlayStop

    Pubblica di mercoledì 07/12/2022

    Dalla culla alla tomba del welfare state? Ottant’anni fa la presentazione del rapporto Beveridge in Gran Bretagna poneva le basi…

    Pubblica - 12/07/2022

  • PlayStop

    Tutto scorre di mercoledì 07/12/2022

    Sguardi, opinioni, vite, dialoghi ai microfoni di Radio Popolare.

    Tutto scorre - 12/07/2022

  • PlayStop

    Note dell’autore di mercoledì 07/12/2022

    Un appuntamento quasi quotidiano, sintetico e significativo con un autore, al microfono delle voci di Radio Popolare. Note dell’autore è…

    Note dell’autore - 12/07/2022

  • PlayStop

    Prisma di mercoledì 07/12/2022

    Notizie, voci e storie nel mattino di Radio Popolare, da lunedì a giovedì dalle 8.30 alle 10.00, il venerdì dalle…

    Prisma - 12/07/2022

Adesso in diretta