Approfondimenti

Un lavoro non precario

giovani freelance

In questi giorni politicamente convulsi alcune notizie rischiano di perdersi.

Il Corriere della Sera ha riportato alcuni estratti di un’interessante ricerca curata da Iref sulla generazione Millenials, ovvero quei “giovani” nati dall’inizio degli anni ’80 alla fine degli anni ‘90. Una generazione di cui si è detto molto, spesso a sproposito. Definita “choosy” (schizzinosa), dei “bamboccioni” e di quelli “sfigati che a 28 anni non sono ancora laureati”. Tutte parole di ex Ministri, tecnici o politici poco importa.

Ecco, secondo le anticipazioni riportate da questo studio risulta esattamente il contrario. I Millenials non sono una generazionale nativa digitale, ma “nativa precaria” poiché questa è l’unica condizione che hanno conosciuto nel mercato del lavoro.

Come se la storia fosse avesse messo la retromarcia, molti Millenials sono disposti a rinunciare a diversi diritti sul lavoro per ottenere un impego, o raggiungere le proprie ambizioni professionali. La precarietà, condizione quasi antropologica, considerata “un imprinting” che orienta preventivamente le scelte dei giovani italiani.

Qualche anno fa, quando buona parte della classe dirigente di questo paese tesseva le lodi potenziali della “flessibilità”, molti giovani (e non) avevano già iniziato a parlare della precarietà intesa come condizione esistenziale. Si intendeva esattamente quello che sembra emergere da questa ricerca. Uno stato o una percezione di ricattabilità permanente che porta i giovani (ma non solo) a mettere in conto preventivamente che per raggiungere i propri obiettivi professionali (o addirittura per lavorare) dovranno rinunciare a diritti che si pensavano acquisiti: le ferie, i giorni di riposo e i festivi, la malattia o perfino una giusta retribuzione.

Per i ragazzi “più fortunati”, queste rinunce potrebbero essere lo scotto da pagare per raggiungere le proprie aspirazioni. Per gli altri, sarebbero le condizioni da accettare per avere o non perdere il proprio posto di lavoro.

Tutto ciò aiuta, in parte, a spiegare come mai siamo oggi alle soglie di un governo Movimento 5 Stelle/Lega.

Altro che tattica e attesa, la sinistra riparta da qui. Altrimenti non potrebbe non ripartire proprio.

giovani freelance

  • Autore articolo
    Alessandro Capelli
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

  • PlayStop

    Rassegna stampa di martedì 28/06/2022

    La rassegna stampa di Popolare Network non si limita ad una carrellata sulle prime pagine dei principali quotidiani italiani: entra…

    Rassegna Stampa - 28/06/2022

Ultimo Metroregione

  • PlayStop

    Metroregione di martedì 28/06/2022 delle 7:15

    Metroregione è il notiziario regionale di Radio Popolare. Racconta le notizie che arrivano dal territorio della Lombardia, con particolare attenzione…

    Rassegna Stampa - 28/06/2022

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    Il demone del tardi di martedì 28/06/2022

    a cura di Gianmarco Bachi

    Il demone del tardi - 28/06/2022

  • PlayStop

    Seconda pagina di martedì 28/06/2022 delle 7:48

    Fascia informativa e di approfondimento che segue il Giornale Radio, tra attualità, cultura e società.

    Seconda pagina - 28/06/2022

  • PlayStop

    Caffè nero bollente di martedì 28/06/2022

    Ogni mattina dalle 6 alle 7 insieme a Florencia Di Stefano-Abichain sfogliamo i giornali, ascoltiamo bella musica e ci beviamo…

    Caffè Nero Bollente - 28/06/2022

  • PlayStop

    From Genesis To Revelation di martedì 28/06/2022

    From Genesis to Revelation è una trasmissione dedicata al rock-progressive: sebbene sporadicamente attiva già da molti anni, a partire dall’estate…

    From Genesis To Revelation - 28/06/2022

  • PlayStop

    News della notte di lunedì 27/06/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 28/06/2022

  • PlayStop

    Il Suggeritore Night Live di lunedì 27/06/2022

    Le Nina’s Drag Queen raccontano cos'è „Tutta mia la città“, Oliviero Ponte di Pino svela le sorprese del PNRR in…

    Il Suggeritore Night Live - 28/06/2022

  • PlayStop

    Esteri di lunedì 27/06/2022

    1--Attentati di Parigi. Dopo 9 mesi di udienze si è chiuso oggi il processo del secolo. Nella sua ultima dichiarazione,…

    Esteri - 28/06/2022

  • PlayStop

    The Game di lunedì 27/06/2022

    1) G7, colpire le entrate di Putin. E’ l’obiettivo di nuove sanzioni e dell’ipotesi del price cap. Il commento dell’economista…

    The Game - 28/06/2022

  • PlayStop

    Muoviti Muoviti di lunedì 27/06/2022

    Dove ci si interroga sulla suoneria del neo eletto sindaco di Verona Damiano Tommasi. E' Britney Spears o no? Poi…

    Muoviti muoviti - 28/06/2022

  • PlayStop

    Di tutto un Boh. Mal di mare e vermi del polistirolo

    Con Andrea Bellati e Gaia Grassi

    Di tutto un boh - 27/06/2022

  • PlayStop

    Considera l’armadillo di lunedì 27/06/2022

    Si parla con Emanuele Biggi del suo ultimo libro Micromondi. Storie di animali, piante e forme di vita nascosti in…

    Considera l’armadillo - 28/06/2022

  • PlayStop

    Jack di lunedì 27/06/2022

    Lo spinotto musicale di Radio Popolare si prende cura del vostro primo pomeriggio e della vostra passione per la musica,…

    Jack - 28/06/2022

  • PlayStop

    Poveri ma belli di lunedì 27/06/2022

    Un percorso attraverso la stratificazione sociale italiana, un viaggio nell’ascensore sociale del Belpaese, spesso rotto da anni e in attesa…

    Poveri ma belli - 28/06/2022

  • PlayStop

    Seconda pagina di lunedì 27/06/2022 delle 12:48

    Fascia informativa e di approfondimento che segue il Giornale Radio, tra attualità, cultura e società.

    Seconda pagina - 28/06/2022

  • PlayStop

    Cult di lunedì 27/06/2022

    Oggi a Cult, il quotidiano culturale di Radio Popolare in onda alle 11.30: la nuova edizione di Suoni Mobili a…

    Cult - 28/06/2022

  • PlayStop

    Carla De Bernardi, Storia di Milano. Guida per curiosi e ficcanaso

    CARLA DE BERNARDI - STORIA DI MILANO. GUIDA PER CURIOSI E FICCANASO – presentato da IRA RUBINI

    Note dell’autore - 28/06/2022

Adesso in diretta