Approfondimenti

Trivulzio, la sindacalista Delcuratolo commenta la relazione della Commissione d’inchiesta

Pio Albergo Trivulzio

La relazione della Commissione di inchiesta istituita dalla Ats Milano su richiesta di Regione Lombardia e Comune di Milano sulla gestione dell’emergenza COVID al Pio Albergo Trivulzio di Milano punta il dito contro i lavoratori, accusati di assenteismo nei giorni peggiori della crisi. Ne abbiamo parlato con Rossella Delcuratolo, sindacalista Cisl che segue proprio il Pio Albergo Trivulzio.

L’intervista di Lorenza Ghidini e Alessandro Braga a Prisma.

Come commenta la relazione della Commissione istituita dalla ATS Milano che accusa i lavoratori del Trivulzio di non esser stati sul posto di lavoro?

La dichiarazione che hanno fatto è vergognosa. Scaricare la colpa sui lavoratori è facile quando è dall’alto che avrebbero dovuto provvedere ad impartire disposizioni migliori. Dall’inizio, come sindacato, abbiamo chiesto l’utilizzo delle mascherine. Leggo nella relazione che inizialmente le mascherine venivano centellinate, ma in realtà venivano proprio vietate. C’era addirittura chi se le portava da casa. Tra gli assenteisti ci sono le persone messe in quarantena obbligatoria per comparsa dei sintomi da COVID e che, nonostante i solleciti per rientrare in azienda, non potevano rientrare per la mancanza del tampone, che a molti è stato fatto dopo un mese e mezzo. Capite che dopo un mese il tampone poteva risultare benissimo negativo e quindi di conseguenza non poteva più risultare come infortunio. Secondo me questi dati vanno rivisti.

Quindi il punto è una lettura furbesca dei dati?

Sì, perchè non sono dati veritieri. Io ho un sacco di segnalazioni di persone che chiamavano la direzione, anche persone immunodepresse che non potevano rientrare per patologie, e cercavano risposte su come rientrare e su come comportarsi. Alcune volte non c’erano risposte, altre volte solo risposte vaghe. E loro, non sapendo cosa fare, mandavano la malattia. Alcune persone sono state lasciate abbandonate. Ho ricevuto chiamate di persone che dovevano rientrare il giorno dopo e che continuavano a chiamare senza avere risposte. Temendo di fare quindi un’assenza ingiustificata ed essendo in quarantena, chiamavano il loro medico. Io rivedrei un attimo quei numeri e farei il test sierologico a tutti i dipendenti. È facile dire che è colpa dei dipendenti.

Ora che il periodo più acuto è passato, come intendete muovervi?

Anche oggi ci sono persone che stanno rientrando e vengono smistate in altri reparti, allontanate dal loro reparto di appartenenza e anche questo non ci piace perché servono delle motivazioni per farlo. Tra gli assenteisti figurano anche quelli messi forzatamente a casa in quarantena pur non essendo positivo né venuto in contatto con persone positive. In base a cosa queste persone sono state messe in quarantena? Immagino che queste segnalazioni siano arrivate anche all’ATS. Forse l’unica colpa di queste persone era quella di aver denunciato quello che stava succedendo nelle prime fasi dell’epidemia.

Come sono stati i vostri rapporti con la dirigenza del Trivulzio nella fase acuta dell’emergenza?

All’inizio denunciavamo il fatto che le mascherine erano assenti. Abbiamo scritto più volte, la risposta è che si trattava di allarmismo e non c’era bisogno di quello che chiedevamo. Dare la colpa ai lavoratori è assurdo.

(Potete ascoltare l’intervista a partire dal minuto 30)

  • Autore articolo
    Redazione
ARTICOLI CORRELATITutti gli articoli
POTREBBE PIACERTI ANCHETutte le trasmissioni

Adesso in diretta

Ultimo giornale Radio

Ultima Rassegna stampa

Ultimo Metroregione

Ultimi Podcasts

  • PlayStop

    News della notte di giovedì 18/08/2022

    L’ultimo approfondimento dei temi d’attualità in chiusura di giornata

    News della notte - 19/08/2022

  • PlayStop

    Conduzione musicale di giovedì 18/08/2022 delle 21:00

    Un viaggio musicale sempre diverso insieme ai nostri tanti bravissimi deejay: nei giorni festivi, qua e là, ogni volta che…

    Conduzione musicale - 19/08/2022

  • PlayStop

    Popsera di giovedì 18/08/2022

    Popsera è lo spazio che dedicheremo all’informazione nella prima serata per tutta l’estate. Si comincia alle 18.35 con le notizie…

    Popsera - 19/08/2022

  • PlayStop

    La Portiera di giovedì 18/08/2022

    Dopo aver rivoltato la redazione della radio come un calzino durante le vacanze invernali, Cinzia Poli ritorna in portineria per…

    La Portiera - 19/08/2022

  • PlayStop

    Democrazia, maneggiare con cura. Una difesa preventiva di valori e principi fondamentali

    Ospiti di Lele Liguori: Ota De Leonardis, sociologa, ha insegnato all’Università Bicocca, fa parte del comitato scientifico del Centro per…

    All you need is pop 2022 - 19/08/2022

  • PlayStop

    Jack meets: Ben Harper

    Le interviste del magazine musicale di Radio Popolare. Matteo Villaci intervista Ben Harper

    Jack meets - 19/08/2022

  • PlayStop

    Jack meets: Ben Harper

    Le interviste del magazine musicale di Radio Popolare. Matteo Villaci intervista Ben Harper

    Jack - 19/08/2022

  • PlayStop

    Jack meets: Ben Harper

    Le interviste del magazine musicale di Radio Popolare. Matteo Villaci intervista Ben Harper

    Jack meets - 18/08/2022

  • PlayStop

    Jack meets: The Zen Circus

    Le interviste del magazine musicale di Radio Popolare. Matteo Villaci ospita gli The Zen Circus

    Jack meets - 18/08/2022

  • PlayStop

    Jack meets: Africa Unite

    Le interviste del magazine musicale di Radio Popolare. Matteo Villaci intervista gli Africa Unite

    Jack meets - 18/08/2022

  • PlayStop

    Jack meets: Emeli Sandé

    Le interviste del magazine musicale di Radio Popolare. Emeli Sandé ospite di Matteo Villaci

    Jack meets - 18/08/2022

  • PlayStop

    Jack meets: Bloc Party

    Le interviste del magazine musicale di Radio Popolare. I Bloc Party ospiti di Matteo Villaci

    Jack meets - 18/08/2022

  • PlayStop

    Jack meets: Fantastic Negrito

    Le interviste del magazine musicale di Radio Popolare. Fantastic Negrito ospite di Matteo Villaci

    Jack meets - 18/08/2022

  • PlayStop

    Jack meets: Xavier Rudd

    Le interviste del magazine musicale di Radio Popolare. Xavier Rudd intervistato da Matteo Villaci

    Jack meets - 18/08/2022

  • PlayStop

    Jack meets: Selah Sue

    Le interviste del magazine musicale di Radio Popolare. Matteo Villaci intervista Selah Sue

    Jack meets - 18/08/2022

  • PlayStop

    Conduzione musicale di giovedì 18/08/2022 delle 15:34

    Un viaggio musicale sempre diverso insieme ai nostri tanti bravissimi deejay: nei giorni festivi, qua e là, ogni volta che…

    Conduzione musicale - 19/08/2022

  • PlayStop

    Jack meets: Cypress Hill

    Le interviste del magazine musicale di Radio Popolare. I Cypress Hill ospiti di Matteo Villaci

    Jack meets - 18/08/2022

  • PlayStop

    Jack meets: Franz Ferdinand

    Le interviste del magazine musicale di Radio Popolare. Franz Ferdinand

    Jack meets - 18/08/2022

  • PlayStop

    Jack Meets: Giovanni Truppi

    Le interviste del magazine musicale di Radio Popolare. Giovanni Truppi

    Jack meets - 18/08/2022

  • PlayStop

    Jack meets: Alt-J

    Le interviste del magazine musicale di Radio Popolare. Alt-J

    Jack meets - 18/08/2022

  • PlayStop

    Jack meets: Litfiba

    Le interviste del magazine musicale di Radio Popolare. Litfiba

    Jack meets - 18/08/2022

  • PlayStop

    Jack meets: Samuele Bersani

    Le interviste del magazine musicale di Radio popolare. Samuele Bersani

    Jack meets - 18/08/2022

  • PlayStop

    Jack meets: Cimafunk

    Le interviste del magazine musicale di Radio Popolare. Cimafunk

    Jack meets - 18/08/2022

  • PlayStop

    Jack meets: Carmen Consoli

    Le interviste del magazine musicale di Radio Popolare. Carmen Consoli

    Jack meets - 18/08/2022

  • PlayStop

    Puntata 4 - Factory/In cerca di lavoro

    B. Springsteen, Working on the Highway, Factory, Highway Patrolman (Johnny Cash) W.A. Mozart, Concerto per flauto in Sol maggiore, op.…

    American Life - 19/08/2022

Adesso in diretta